Bambini sullo snowboard, come e quando iniziare

Dopo avervi parlato dello sci di fondo per bambini, oggi vi parliamo di uno sport invernale molto più diffuso tra i più piccoli, ovvero lo snowboard per bambini. Sono moltissimi, infatti, i piccoli snowboarder sulle piste italiane, spesso figli di altri snowboarder, oppure figli di sciatori affascinati dalla tavola.

Ma quando è possibile cominciare a mettere la tavola ai piedi? E come cominciare? In questo articolo cerchiamo di rispondere a tutte le domande, mettendo anche in chiaro i benefici dello snowboard per bambini.

Bambini sullo snowboard, come e quando iniziare: tutto ciò che c’è da sapere sullo snowboard per bambini

Come per tutti gli sport, il primo approccio deve essere certamente ludico, anche per assecondare l’amore dei bambini per la neve, che la vedono come un grande parco giochi per scivolare. La prima regola, quindi, è quella di affidarsi ad una scuola certificata FISI con insegnanti di snowboard qualificati e specializzati sull’insegnamento ludico.

Intorno ai 3 anni, quindi, è possibile già provare a mettere i bimbi sulla tavola da snowboard, che tuttavia, resterà una sorta di slittino con cui giocare. Si potrà addirittura metterli sulla tavola con dei doposcì normali, e non con gli scarponi, in modo da farli sentire a proprio agio e più liberi con i movimenti, passando solo in un momento successivo agli scarponi da snow veri e propri.

La fase più seria, invece, comincerà intorno ai 4-5 anni, quando i bambini potranno iniziare ad apprendere regole più tecniche e posizioni più performanti.

Fin da subito, anche giocando, i bambini impareranno le tecniche dello scivolamento, che sono molte e diverse, e che permettono diversi tipi di discesa. E rispetto allo sci, imparare sarà più veloce.

Certo, all’inizio si cade spesso, è vero, molto più spesso che con gli sci. Ma non si tratta di cadute rovinose, quanto fastidiose. I primi tempi, quindi, si potrà utilizzare della biancheria fatta apposta per attutire i tonfi, da mettere sotto la tuta impermeabile (come questi pantaloncini con imbottitura). E, naturalmente, si utilizzerà sempre il casco (come questo), così come i guanti (dato che le mani saranno spesso a terra, sulla neve), una maschera per schermare gli occhi dalla luce del sole (molto più forte dal momento che si riflette sul bianco della neve) e una tuta comoda.

I benefici dello snowboard per bambini sono davvero molti: innanzitutto, i bambini allenano il loro equilibrio, e imparano allo stesso tempo a impostare il loro corpo in posizioni solitamente non stimolate, dal momento che devono scendere lungo una parete inclinata con i piedi fissati in un attrezzo.

Impareranno, poi, il senso della sicurezza, dal momento che lo snowboard è tutto un frenare e accelerare per trovare la velocità ottimale.

E sfatiamo un mito, per concludere: mettere un bimbo sullo snowboard non significa precludergli la possibilità di imparare a sciare. Sci e snowboard non sono in contrapposizione: sono semplicemente modi diversi di divertirsi. Se si hanno le possibilità economiche (perché non possiamo negare che lo sci e lo snowboard siano sport costosi) e se il bambino mostra interesse per entrambi gli sport, nessuno vieta che possa impararli e svolgerli contemporaneamente!

Ti potrebbe interessare anche

Lo sci di fondo per bambini, sport completo e outdoor
Le attività Montessori in giardino
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg