L'abbraccio che fa (davvero) passare tutto: il metodo Holding

Il metodo Holding non prende il nome da qualche studioso o studiosa, ma semplicemente dall'azione messa in campo: "holding" significa infatti "tenere, contenere, mantenere, stringere" e indica semplicemente il forte abbraccio di mamma e papà che fa passare tutto.

Non è quindi un'impressione: quando lo abbracci forte, il tuo bambino DAVVERO si calma. E non è una calma solo apparente e transitoria: l'abbraccio contenitivo è noto per essere scientificamente efficace contro ansia e forte stress. Pensa solo a quando abbracciando una persona, stringendola forte forte, le facciamo passare gli attacchi di panico. È così. E funziona anche nel caso dei bambini e dei loro momenti di difficoltà.

Il metodo Holding

Il metodo Holding è un metodo che consiste nell'utilizzare l'abbraccio contenitivo come strumento di rassicurazione. Le mamme e i papà (ma anche gli educatori) possono dunque sfruttare il potere benefico degli abbracci per calmare il bambino durante i momenti di crisi, stress, ansia, pianto e capriccio, contenendolo fisicamente e permettendogli così, a livello corporeo e mentale, di lasciarsi andare contenendo le emozioni. 

pexels-photo-6393369.jpeg

Questo metodo si fonda sui principi pedagogici di Donald Winnicott, ma è stato teorizzato dalla medica Martha Welch (inizialmente per i bambini con disturbi comportamentali e nello spettro autistico): abbracciando in maniera contenitiva, i bambini dimostrano miglioramenti a livello emotivo, implementando anche la propria capacità di gestire le emozioni e gli stati di disagio, la paura, la rabbia e il panico. Tutto si fonda infatti sul contatto fisico, che, stimolando neurologicamente il bambino, porta ad effetti benefici sulla sua mente e sulle relazioni che vive.

A cosa serve

In altre parole, il metodo Holding consiste nell'abbracciare forte e in maniera contenitiva il bambino ogni qualvolta questo prova uno scoppio d'ira, quando piange inconsolabile o quando vive un particolare trauma, tranquillizzandolo e calmandolo in maniera pressoché immediata ed efficace. I vantaggi però non sono solo immediati: calmandosi in questa maniera il bambino stabilisce un legame con l'adulto che lo rassicura e lo calma, sentendosi accolto, protetto e libero di allentare le tensioni. 

Il metodo Holding, quindi, aiuta anche a ristabilire i legami bambino-adulto (soprattutto nei momenti e nei periodi in cui si sta perdendo la pazienza), contenendo ansie e paure e facendo spazio alla possibilità di riflessione a freddo. Il bambino, infatti, calmandosi guadagna tempo e freschezza mentale per rielaborare l'accaduto e le sue sensazioni.

Il metodo Holding e l'adozione

Per questi motivi, il metodo Holding è fortemente consigliato nel caso delle adozioni. Essendo un abbraccio ristoratore che fa provare al bambino, fisicamente, protezione e sicurezza, diventa uno strumento utilissimo per superare il trauma dell'abbandono, che il bambino adottato sente fisicamente per molto tempo. Le ansie, lo stress, le paure e i lati oscuri delle proprie emozioni diventeranno così più affrontabili e meno terrificanti.

Lo stesso vale per i bambini che hanno subito maltrattamenti, rifiuti e violenza in generale.

pexels-photo-6338477.jpeg

Come si pratica l'abbraccio del metodo Holding

L'abbraccio contenitivo del metodo Holding non è un abbraccio semplice e classico, perché deve sempre implicare un'interazione. Quando il bambino sta vivendo una crisi, la mamma, il papà o gli adulti devono prima di tutto guardarlo negli occhi e costruire una relazione istantanea. Dopodiché, parlandogli con calma e dolcezza bisogna abbracciare il bambino contenendolo, e quindi tenedogli le braccia abbassate, stringendolo forte e resistendo all'iniziale reticenza.

A questo punto, è il momento di parlare, lasciare che il bambino parli e descriva ciò che prova, dialogando con lui con sincerità e apertura. Il tutto sempre abbracciandolo, e lasciando andare l'abbraccio molto gradualmente.

Abbraccio contenitivo: fino a quando?

Il metodo Holding è utile con tutti i bambini (ma non solo!). Nei primi anni di vita questo abbraccio allevierà le crisi quando i bimbi non sapranno ancora dare un volto e un nome alle loro emozioni forti, ma tornerà utile anche quando cresceranno e si sentiranno sopraffare dalle situazioni. Tornare all'abbraccio forte e contenitivo sarà un conforto, sempre. 

Non smettiamo, quindi, man mano crescono, ma continuiamo ad offrire il nostro supporto fisico nei momenti più brutti, stressanti e difficili della vita dei nostri figli. Farà bene a loro e a noi, anche quando sembreranno rifiutare l'abbraccio contenitivo. A volte serve resistere per qualche secondo, fino a quando sentiamo le tensioni sciogliersi e le resistenze allentarsi. È lì che l'abbraccio contenitivo comincerà a svolgere il suo benefico lavoro.

Ti potrebbe interessare anche

Guarda negli occhi il tuo bambino: solo così connetterai fino in fondo
Abbracci e tieni in braccio il tuo bambino? Niente di più benefico
Il gioco sensoriale del giardiniere
L’importanza dei giochi corporei per il neonato e per il bambino
Oltre la crema corpo: il ruolo sensoriale della cosmesi per bambino
Il falso mito dell'indipendenza
Bagno e co-bagno del neonato
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg