Come spegnere videogiochi, tablet e telefoni senza capricci

“Ancora un minutoooo!”. “Solo un attimo”. “Fammi passare il livello”. E via così, finché non passa un’altra mezz’ora. Lo sappiamo: spegnere i device è estenuante. Perché anche se siamo attenti al tempo che i nostri bambini passano con la tecnologia, anche i più abituati cercano sempre di strapparci qualche minuto in più. A volte ci va bene, altre, apriti o Cielo, fanno scoppiare nervosismo, capricci e pianti. E, soprattutto, le minacce non portano da nessuna parte.

Esistono però dei metodi per far sì che lo spegnimento degli schermi sia indolore, facile e veloce. Quali? Eccoli!


Come spegnere videogiochi, tablet e telefoni senza capricci: i consigli per togliere i device ai nostri figli senza pianti né urla

Usiamo un timer

Così, non saremo noi a dovergli dire “basta”, e soprattutto l’avvertimento non arriverà all’improvviso. Basta impostare dei timer sul telefono o sul tablet, in modo che i bambini sentano quando sono passati dieci minuti, e poi venti, e poi trenta. Magari dovremo richiamarli ancora, ma perlomeno il nostro “Stop” arriverà che loro sono già preparati.

Prepariamo subito un’altra attività

Spesso i bambini rimangono attaccati allo schermo perché dopo non hanno nulla di programmato, e il tempo a disposizione gli sembra infinito. Se, invece, gli permettiamo di giocare o guardare i cartoni mezz’ora prima di un’attività programmata allora, anche inconsciamente, non avranno più scuse, ma, anzi, sapranno che dovranno fare altro. E non necessariamente qualcosa di “obbligatorio”, come preparare la tavola o lavarsi i denti, ma, ancora meglio, un’attività insieme, come disegnare, dipingere, costruire con i mattoncini…

Diamo l’esempio

Innanzitutto, l’esempio va dato sempre, e non solo nel momento dell’esigenza. Detto questo, dal momento che i bambini ci prendono come guida, nel momento in cui chiediamo loro di staccarsi dal cellulare o dal tablet è bene che lo facciamo anche noi, se lo stiamo facendo. E possiamo farlo insieme, decidendo gli orari in cui nessuno userà il cellulare, o allestendo una zona tecnologia-free, con un sacchetto nel quale mettere i device di tutti.

Impostiamo lo stop in base all’attività, non al tempo

Ovvero: al posto di dire “Solo mezz’ora”, possiamo chiedere ai bambini di guardare solo due episodi del cartone animato, o di giocare solo tre livelli del videogioco. In questo modo non verranno interrotti nel bel mezzo di ciò che stanno facendo e staccarsi dallo schermo sarà per loro più naturale.

Ti potrebbe interessare anche

Dipendenza da tecnologia, come riconoscerla
Le app educative in inglese per bambini
Smartphone e tablet ai bambini? Vietati fino ai 3 anni
Codemotion Kids, i laboratori annuali per imparare la tecnologia e stimolare la creatività
Tornare al corsivo per allenare mente e anima
Come proteggere i nostri figli su internet
La routine quotidiana perfetta secondo la scienza
Un regalo intelligente: il telefono da polso per bambini
Vivere per lavorare o lavorare per vivere?
eMyBaby, l’applicazione perfetta per monitorare il tuo bambino
Mettete giù lo smartphone e l’autostima dei bambini ne guadagnerà
10 motivi per regalare uno strumento musicale al posto di uno smartphone
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg