Cibi sani e gourmet: ecco i regali di Natale perfetti

Il conto alla rovescia all’arrivo del Natale inizia nel momento stesso in cui si avvicina la fine di novembre. Da quel momento in poi c’è un’attività che è pronta a riempire ogni attimo della nostra routine quotidiana: stiamo parlando dei preparativi per le festività, che non riguardano soltanto il momento tanto atteso di rispolverare albero e addobbi.

Occorre infatti partire per tempo e mettere bene a fuoco i regali da fare ad amici, parenti e soprattutto ai più piccoli. Per questi ultimi il Natale rappresenta infatti da sempre un periodo davvero magico dell’anno: un insieme di momenti unici, di emozioni e serenità.

Cesti a tema alimentare per mettere d’accordo grandi e piccini

Per quanto riguarda i regali di Natale per le famiglie, c’è una tendenza che si sta sempre più radicando sul nostro territorio, nel nome della valorizzazione dei prodotti “Made in Italy” apprezzati in tutto il mondo. Mettere sotto l’albero cestini ricchi cesti di primizie food del territorio è una scelta intelligente e dalle molte sfaccettature. Un simile regalo potrà infatti mettere d’accordo tutti, specie se all’interno del cesto natalizio saranno presenti alimenti adatti anche alla dieta dei bambini.

Il gusto è protagonista assoluto sotto l’albero: tra i regali non possono mancare dei prodotti alimentari ricchi di gusto, ma soprattutto espressione della tradizione culinaria italiana. Occorre dunque scegliere con cura i prodotti da inserire nel nostro cesto regalo, per stupire grandi e piccoli ospiti: tra i must have non potranno mancare di certo i dolci della tradizione, primo fra tutti il pandoro ma anche il torrone artigianale e sfiziosi cioccolatini. Gli adulti apprezzeranno sicuramente alcuni dei prodotti chiave del patrimonio food italiano: parliamo di spumante, olio EVO, salumi, ma anche marmellate o conserve. Il tocco in più? Inserite sempre un piccolo oggetto, come un gioco per i bambini oppure una decorazione natalizia home made.

Gli alimenti Made in Italy: tra bontà e benessere

Abbiamo parlato dell’importanza di scegliere i giusti prodotti food per i nostri regali. Un esempio virtuoso è senza dubbio quello offerto dal Prosciutto di San Daniele, alimento d’eccellenza del settore agroalimentare italiano nel mondo. Il San Daniele DOP è sicuramente il prodotto ideale da cui partire per realizzare un menù delle feste che metta d’accordo sia grandi che piccini. Qualche esempio? Potete realizzare una morbida focaccia con il Prosciutto, dei muffin salati con il formaggio oppure utilizzare questo alimento per creare delle gustose polpette di ceci e ricotta, una ricetta gustosa perfetta per i piccoli ospiti.

Il Prosciutto di San Daniele è un alimento genuino he rientra perfettamente in un piano alimentare equilibrato, non a caso è particolarmente indicato per anziani, sportivi ma – soprattutto – per i più piccoli. Il motivo è presto detto: oltre al gradevole sapore che caratterizza ogni fetta, il San Daniele DOP possiede valori nutrizionali molto interessanti. Privo di conservanti, nitriti e nitrati il Prosciutto di San Daniele presenta proteine di alta qualità biologica facilmente digeribili. Ma non solo: ha un rilevante contenuti di vitamine del gruppo B, oltre ad essere ricco di oligoelementi (ferro, il fosforo, il magnesio, il potassio, il rame e lo zinco).

Questo prodotto è realizzato grazie a “soli” tre ingredienti: il particolare microclima di San Daniele del Friuli, il sale marino e le cosce di suino italiano selezionate. Dettaglio importante: la stagionatura non scende mai al di sotto dei 13 mesi, cosa che conferisce un’alta digeribilità al San Daniele DOP.

PROSCIUTTO_DI_SAN_DANIELE_-_XMAS2019_20_1_copy.jpg

La storia senza tempo dei cesti natalizi

Quella dei cesti colmi di cibi in dono è una tradizione legata a doppio filo alla storia della nostra terra. Anche perché per trovarne le prime tracce occorre tornare indietro di parecchi secoli, fino al tempo dei romani quando era in auge la festività religiosa dei Saturnalia (in onore del Dio Saturno) legata al solstizio d’inverno. Ci si scambiavano cestini con generi alimentari, per propiziare l’intervento benefico della divinità. Da quel momento il cibo ha costituito sempre un elemento importante nella nostra storia: è un segno di affetto, apprezzamento e convivialità. Un’abitudine che si è sempre più radicata nel corso delle epoche, arrivando fino ai giorni nostri.

 

Ti potrebbe interessare anche

Le tradizioni di Natale da iniziare in questo anno strano
E quando i bambini scoprono che Babbo Natale non esiste?
I biscotti di Natale al cacao
I più bei film di Natale da guardare con i bambini
Profumo di Natale: come creare l’atmosfera natalizia in casa
Elf on the Shelf, la tradizione natalizia
Le decorazioni natalizie in tempo di pandemia: prima è, meglio è
Gestire lo stress anche durante le feste
Come rendere la preparazione del pranzo di Natale più semplice
5 lavoretti di Natale Montessori
5 lavoretti di Natale da regalare
Le regole per i parenti, per passare un Natale sereno con un neonato
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg