Respirare dal naso, i benefici per il cervello

“Respira profondamente”. “Fai un bel respiro”. “Respira dal naso ed espira dalla bocca”. “Inspira lentamente”. Una serie di frasi apparentemente semplici e banali, che si riferiscono però tutte ad una sola cosa: al benessere. Sono parole che pronunciamo quando qualcuno è agitato, quando c’è bisogno di concentrazione, quando vogliamo che qualcuno stia meglio. E non sono luoghi comuni: il respiro è da sempre legato a tradizioni e credenze spirituali che lo relazionano allo stato mentale. E queste credenze trovano conferma negli studi scientifici.

Respirare dal naso, ci dicono, chiarisce i pensieri, dona serenità, tranquillizza. Ed è verissimo.

Respirare dal naso, i benefici per il cervello: come il respiro profondo dal naso può aiutarci a stare meglio mentalmente, secondo gli studi scientifici

Come accennato, tutte le credenze relative al respirare dal naso (la tranquillità, la concentrazione, la serenità) sono vere, e a dirlo è proprio uno studio scientifico pubblicato recentemente sul “Journal of Neuroscience”, la rivista sulle neuroscienze.

Lo studio, condotto a Stoccolma (in Svezia), si riferisce alla correlazione tra il respiro dal naso e la memoria olfattiva, ma i risultati suggeriscono soprattutto i benefici che il respirare in maniera profonda dal naso donano a tutta la mente. L’articolo si intitola “La respirazione modula la consolidazione della memoria olfattiva negli esseri umani” e parte dal presupposto che l’olfatto sia uno degli strumenti umani di sopravvivenza.

Questa correlazione tra olfatto e sopravvivenza ha portato i ricercatori a pensare ad un collegamento diretto tra il respiro e la capacità di adattamento che è alla base dell’evoluzione umana e animale. Negli animali, in particolare, si è notato come respirare dal naso provochi una particolare attività cerebrale, stimolando il bulbo olfattivo, che a sua volta stimola l’ippocampo, la parte del cervello responsabile dell’archiviazione dei ricordi.

Gli studiosi hanno quindi cercato di capire se lo stesso accada quando si respira attraverso la bocca, coinvolgendo 24 volontari, che hanno respirato 12 diversi odori da piccole fiale collegate prima al loro naso. Lo scopo era memorizzare ogni essenza, in due diverse modalità. La prima prevedeva lo stare seduti tranquilli per un’ora dopo le “sniffate” con il naso completamente tappato; la seconda, al contrario, di stare per un’ora tranquilli con la bocca completamente chiusa, per evitare di respirare attraverso questa. In che modo il loro cervello consolidava i ricordi olfattivi? Per capirlo, dopo ogni ora i ricercatori hanno proposto nuovamente gli stessi odori, mescolati ad altri. I volontari dovevano ricordare quali avevano annusato in precedenza.

Il risultato ha mostrato come gli uomini e le donne riconoscessero meglio gli odori dopo aver respirato in maniera tranquilla dal naso durante l’ora di riposo. Dopo aver respirato con la bocca, invece, le risposte erano più confuse.

Lo studio mostra quindi come il respirare dal naso accresca la memoria olfattiva e la sua costruzione. Respirare dalla bocca blocca alcune funzioni neurali altrimenti impiegate con il naso, e questo porta alla differenza di risultato.

Contando quanto l’olfatto sia importante per la memoria, per le sensazioni e per le emozioni di una persona, capiamo allora che questo studio non aiuta semplicemente i ricercatori a capire i percorsi neurologici della mente, ma anche noi a confermare la nostra ipotesi, cioè quella dell’importanza del respirare dal naso: sì, i percorsi neurologici che i bulbi olfattivi innescano aiutano a capire meglio le nostre sensazioni, ci bilanciano, aiutano la nostra memoria, e il respiro dal naso è quindi direttamente collegato al nostro cervello, molto più di quello attraverso la bocca.

Facciamo quindi un respiro profondo (dal naso!) ogni volta che sentiamo di aver bisogno di un’infusione di benessere. Ci farà bene, lo dice la scienza.

Giulia Mandrino

Ti potrebbe interessare anche

Come la respirazione influenza il nostro cervello
Come usare il respiro durante il travaglio
3 esercizi di respirazione per i bambini
Mindfullness per mamme
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg