Camminare a piedi nudi, per i bambini moltissimi benefici fisici e mentali

A volte non riusciamo proprio a superare questa fissazione (io per prima, anche se sto cercando di cambiare!): quando in casa vediamo i nostri bambini camminare a piedi nudi, senza ciabatte e senza nemmeno delle calze antiscivolo, li rimproveriamo subito, oppure gli corriamo dietro con calze, scarpe e pantofole per infilargliele al volo. Perché? Perché siamo convinti che camminare a piedi nudi non faccia bene. Che sia malsano a livello igienico e a livello climatico, perché piedini freddi significa corpo freddo e di conseguenza malanni di stagione.

In realtà camminare a piedi nudi fa benissimo, e non solo al corpo, ma anche alla mente. A dirlo sono i podologi pediatrici (che studiano i benefici di questa abitudine sulla crescita ossea e posturale dei bambini) e gli studiosi, consapevoli che la mente guadagna serenità e benessere soprattutto dal benessere fisico, che si raggiunge anche così.

Camminare a piedi nudi, per i bambini moltissimi benefici fisici e mentali: perché dovremmo lasciare che i bambini camminino scalzi

Come spiega la podologa (specializzata in podologia pediatrica) Tracy Byrne al The Guardian, fare indossare scarpe ai bambini in età troppo precoce potrebbe essere controproducente, poiché intaccherebbe il naturale sviluppo fisico e neurologico dei bambini. E per capire il perché, basta osservare i bambini piccoli: quando cominciano a camminare, se lo fanno a piedi nudi tengono la testa molto più alzata verso il mondo rispetto a quando indossano scarpe, poiché il contatto diretto con il pavimento o la terra li fa sentire più radicati, più sicuri, più bilanciati, e non hanno dunque bisogno di continuare a guardare in terra per mantenere l’equilibrio.

Di conseguenza, camminare scalzi è certamente più consigliato, perché permette ai bambini di imparare a camminare in maniera più armonica e naturale, guardando avanti, guardando il mondo, guardando in alto. E questo ha conseguenze positive soprattutto sullo sviluppo neurologico, anche perché aumenta nel bambino la propriocezione, ovvero la consapevolezza del proprio corpo in relazione allo spazio, che gli servirà per crescere forte, con equilibrio e armonico.

Dall’altra parte, poi, ci sono i benefici fisici: camminare scalzi, spiega Byrne, aiuta lo sviluppo dei muscoli e dei legamenti del piede, e rafforza allo stesso tempo la forza dell’arco plantare (prevenendo anche il piede piatto) e la stabilità della postura corretta.

Aiuta poi la circolazione, perché quando i piedi e i muscoli sono più liberi il sangue scorre in maniera più corretta, e migliora la respirazione. Anche il sistema immunitario ne esce rafforzato, al contrario di quanto crediamo: camminare su superfici fredde (ma non ghiacciate, naturalmente!) stimola la produzione del calore corporeo e protegge così dai malanni stagionali, alzando le difese immunitarie.

Ricapitolando, quindi, camminare a piedi nudi è fondamentale per i bambini, che ne beneficeranno a livello fisico e mentale. Per questo, anche la scelta delle scarpine deve essere ponderata e sicura: oggigiorno è impossibile camminare sempre scalzi, e per questo la scelta della scarpa per bambini è importante e deve in qualche modo assecondare la crescita in maniera poco invasiva.

Anche perché, molti non lo sanno, il piede del bambino non è uguale al piede dell’adulto, anzi: alla nascita non vi sono ossa, ma solo cartilagine che con il tempo si calcifica divenendo ossa. Il processo tuttavia è lungo: dura fino all’adolescenza.

Evitiamo, quindi, scarpe troppo rigide, senza flessibilità, con troppo tacco.

Certo, il mondo in cui viviamo non permette molto di stare scalzi, ma il suggerimento è quello di approfittarne ogni volta che possiamo, togliendo le scarpe e le calze ai nostri bambini per farli camminare a piedi nudi nel mondo. Su un prato, in casa (un’abitudine preziosa!), in spiaggia, in montagna… Ogni luogo, quando non troppo cementato o pericoloso, è buono per il barefooting.

Ti potrebbe interessare anche

A piedini nudi
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg