Cellulite: conoscerla e trattarla

La cellulite è una disfunzione di uno strato epidermico chiamato ipoderma: consiste nella formazione di pannicoli adiposi che si distribuiscono normalmente nella parte inferiore del corpo femminile a causa di una particolare sesnsibilità dei livelli di estrogeni e progesteroni. Gli accumuli di tessuto adiposo nel corpo umano non sono solo connessi alla quantità di calorie ingerite: per un corretto funzionamento il tessuto adiposo del corpo umano necessita anche di una buona circolazione sanguigna e linfatica; il corpo umano ha al suo interno tre tipi di circolazione: arteriosa, venosa e linfatica. La prima, quella arteriosa, trasporta il sangue purificato e ricco di ossigeno e nutrienti in tutto il corpo; quella venosa invece è un vero e proprio bacino di raccolta degli scarti del nostro corpo: è quindi ricca di tossine che devono essere smaltite che devono essere eliminate da polmoni e fegato. Infine quella linfatica è una rete di piccoli vasi che trasporta la linfa, un liquido ricco di scarti e tossine che saranno smaltiti da reni e fegato. 

La cellulite è principalmente causata da una disfunzione della circolazione linfatica e venosa unita spesso ad errori alimentari e una ritenzione di liiqudi da parte dei tessuti circostanti: quando si manifestano queste criticità gli adipociti, ossia le cellule di grasso aumentano di volume e si manifesta una stasi linfatica ed idrica che porta a una fuoriuscita di grasso nel tessuto. Ecco allora svelati i "buchini di grasso" accumulati nelle nostre gambe. 

 

Le cause sono molteplici:

- squilibri ormonali: disfunzioni degli estrogeni che si manifestano sopratutto in pubertà, gravidanza e menopausa;

- fattori ereditari;

- stress: lo stress ha grandi implicazioni a livello di sistema ormonale, sistema circolatorio e malassorbimento di nutrienti;

- alimentazione: stile alimentare ricco di grassi e povero di vitamine e minerali;

- errate abitudini: fumo, sedentarietà, vestiario che rallenta la circolazione venosa e linfatica. 

 

Esistono 3 tipi di cellulite:

- cellulite compatta: si manifesta normalmente in soggetti con muscolatura tonica. La pelle appare secca e fine e generalmente sono presenti smagliature. 

- cellulite molle: compare in soggetti con scarsa muscolatura (spesso in età avanzata) o in coloro che variano spesso peso con il famoso effetto yo-yo.

- cellulite edematosa: spesso di manifesta in associazione a quella compatta ed è caratterizzata da un ampio ristagno dei liquidi nei tessuti. L'associazione della prima e della terza è la più frequente, sopratutto nelle donne tra i 30 e i 45 anni di età.

Eliminare la cellulite è un processo complesso e normalmente richiede l'intervento di trattamenti estetici mirati che, anche se non ivasivi, richiedono l'investimento di tempo e denaro.

 

Ma anche con budget più limitati possiamo intervenire sulla cellulite: l'unica parola d'ordine che dobbiamo aver ben chiaro è COSTANZA. Si, perchè per combattere la cellulite non è sufficiente splamare una cremina di tanto intanto ma è necessaria la sinergia di più accorgimenti eseguiti quotidianamente per almeno 3 mesi. 

1. La prima cosa da fare è modificare il proprio stile vita se necessario: se possibile praticare un'attività fisica aerobica (camminata veloce, corsa o bici per esempio) così da attivare il metabolismo cellulare e stimolare il microcircolo. Smettere di fumare e cercaredi ridurre i livelli di stress.

2. Seguire un'alimentazione basata prevalenteente su frutta e verdura e cereali integrali, limitando l'uso di grassi e di latticini.

3. Effettuare un drenaggio linfatico profondo: un ottimo prodotto che vi consiglio è il decotto di Betulla Weleda. Questo decotto agisce dall’interno ed è un concentrato puro a base di giovani foglie di betulla, utile per le funzioni depurative dell’organismo e per facilitare il drenaggio dei liquidi, eliminando così le tossine.

4. Effettuare uno scrub almeno due volte la settimana: un prodotto di qualità molto elevata è il gommage Weleda. Delicati microgranuli di cera, acqua pura ed il profumo ravvivante di naturali oli essenziali purificano e stimolano il microcircolo, sostenendo l’attività e il rinnovo delle cellule cutanee. In alternativa trovate qui una ricetta homamade per creare uno scrub anti-cellulite al sale rosa. 

5. Applicare una, due volte al giorno un olio o una crema specifici per la cellulite. Ottimo l'olio cellulite Weleda alla Betulla: la formula in olio consente alle sostanze bio-attive di penetrare negli strati più profondi dell’epidermide, sostenendo così il sistema dei liquidi ed esercitando un’intensa azione levigante e rassodante sulla pelle che appare più elastica, compatta e tonica. Va applicato con movimenti circolari, dal basso verso l’alto (sempre in direzione del cuore), preferibilmente sulla pelle ancora umida per un assorbimento più veloce. 

Giulia Mandrino

 

 

 

 

 

 

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

Newsletter