Come utilizzare il bonus bebè 2018

Non tutti ne sono a conoscenza, ma la legge di stabilità 2018 (che è stata approvata lo scorso 23 dicembre al Senato) ha confermato la possibilità di sfruttare il bonus per i nuovi nati (e adottati) nel 2018. Un assegno di natalità complessivo di 960 euro, 80 euro al mese per un anno.

Ma come richiederlo e come utilizzarlo? Ecco una nostra semplice e velocissima guida per orientarsi nel mondo del Bonus Bebè!

Come utilizzare il bonus bebè 2018: una guida e qualche consiglio per sfruttare il Bonus Bebè previsto per i nuovi nati nel 2018

Cosa dice questa legge di stabilità riguardo ai nuovi nati? Nello specifico:

L’assegno di cui all’articolo 1, comma 125, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, è riconosciuto anche per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018 e, con riferimento a tali soggetti, è corrisposto esclusivamente fino al compimento del primo anno di età ovvero del primo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito all’adozione.

In altre parole, per ogni bambini nato o adottato nel periodo 1 gennaio/31 dicembre 2018 i genitori che ne faranno richiesta potranno richiedere il Bonus Bebè di 960 euro, erogati con un assegno mensile di 80 euro.

Unica restrizione: Possono beneficiare del bonus solo i nuclei familiari con un ISEE non superiore a 25.000 euro. E la domanda deve essere presentata entro 90 giorni dalla nascita o dalla data di ingresso del minore affidato o adottato nel nucleo familiare.

Possiamo fare la richiesta in maniera molto semplice, compilando il form online presente sul sito dell’Inps, attivando un PIN personale, oppure chiamando il numero verde 803.164 (da rete fissa) o il numero 06.164.164 (numero per cellulari); infine, attraverso gli enti di patronato e gli intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

Con questi 80 euro mensili possiamo davvero risparmiare e approfittarne per preparare tutto ciò di cui avremo bisogno nei primi anni di vita del nostro bimbo. Perché come sappiamo tutti gli strumenti di cui avremo necessità non sono esattamente economici, e per quanto possiamo essere attenti a ridurre lo spreco e ad attenerci allo stretto necessario, i costi sono certamente molti.

Oltre ad utilizzare il Bonus Bebè nei negozi della nostra città, se vogliamo risparmiare ancora di più possiamo certamente affidarci allo shopping online, che riserva sempre delle belle sorprese in termini di risparmio e di rapporto qualità-prezzo dei prodotti.

Come già calcolato dal comparatore di prezzi internazionale Idealo, si parla di un risparmio medio del 10% comprando attraverso gli e-commerce. Una percentuale che parrebbe esigua ma che diventa importante se pensiamo a tutte le spese che abbiamo! Perché il risparmio è “medio”, ma possiamo arrivare a pagare addirittura il 25% in meno sui biberon, il 20% sui seggiolini, il 30% sui libri, e il 15% sui pannolini (anche lavabili!). L’intimo per bebè arriva addirittura a costare il 40% in meno.

il-bonus-bebe-arriva-dalle-commerce-4.jpeg

Affidandoci quindi agli e-commerce di prodotti per bambini e neonati possiamo risparmiare moltissimo, sfruttando così fino in fondo il nostro Bonus Bebè 2018, ottimizzando gli acquisti e concedendoci, con i soldi risparmiati, qualche sfizio o prodotto particolare che sarebbe rimasto in “forse”.

I prodotti su cui puntare? I pannolini lavabili, i biberon, un bel seggiolino per auto, un passeggino solido e tante, tante tutine!

Giulia Mandrino

 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg