Fare l’amore in vacanza con i figli

Le vacanze sono di certo uno dei momenti più attesi dell’anno. Ma è altrettanto certo che il sesso, ahinoi, languirà, se in ferie ci andiamo con i figli. In realtà, però, è solo questione di organizzazione (e di voglia! Se manca quella, addio occasioni). Già, perché per ritrovare l’intimità anche al mare, al lago, in montagna, in città o in campeggio quando al seguito ci sono i nostri figli in realtà non è impossibile!

Ecco quindi qualche trucco e qualche consiglio per non dire addio al sesso nemmeno in vacanza.

Fare l’amore in vacanza con i figli: come sfruttare (o creare!) tutte le occasioni per non lasciare a casa l’intimità

Quando i bimbi vanno a dormire, via alla doccia o al bagno insieme.

Non è certamente il luogo più comodo, ma è uno tra i più sensuali. Perché anche se in effetti fare l’amore diventa difficile, in uno spazio così stretto e scivoloso, insaponarsi a vicenda, accarezzarsi e darsi baci bagnati sono situazioni estremamente sexy e intime.

Approfittiamo del baby club, se siamo in un villaggio vacanze o in un hotel che lo prevede.

E facciamo santi gli animatori (e diamogli degne mance alla fine del soggiorno!): è bellissimo stare in vacanza con i bambini, ma un po’ di sano spazio tra soli adulti è necessario per la sanità mentale. E anche per quella sessuale: ogni tanto possiamo approfittare del paio d’ore che sappiamo che i bambini staranno via stregati dagli esperti dei giochi per sgattaiolare in camera e godersi un po’ di sesso lento, rumoroso e senza pensieri d’interruzione!

E poi sfruttiamo senza vergogna chi c’è in vacanza con noi, se non siamo soli.

I suoceri, gli zii, gli amici. Ci si può sempre scambiare favori e badare per un po’ ai figli degli altri per lasciare un po’ di spazio alle coppie. Non necessariamente per queste fughe hot, ma anche solo per staccare un attimo! Anche se, sì, è giusto approfittarne in questo senso!

Se non avete problemi a farlo con i bimbi in camera (soprattutto quando sono molto piccoli) potete puntare anche sul sesso silenzioso e tranquillo.

Nel lettone, se i bimbi hanno i loro giacigli; oppure sul pavimento, se nel lettone, al contrario, si dorme tutti insieme. Oppure in bagno con baby monitor appresso! Serviranno silenzio, movimenti dolci e molta cautela, quindi sembrerà più difficile. Ma sarà anche più tenero e coccoloso, e anche se non sarà perfetto risveglierà di certo la voglia di accarezzarsi e sentirsi vicini.

Se però non vi sentite a vostro agio, baby monitor alla mano e i problemi scompaiono.

Quando dormono profondamente, potete uscire sul terrazzo o sul patio, oppure in automobile (se ce l’avete al seguito; anche in campeggio! - un luogo dove il sesso in effetti diventa difficile, data la vicinanza delle tende!). Sarà un po’ come da ragazzi: servirà coprirsi un po’ con coperte o oscurare i finestrini, fare attenzione e cercare d’essere più silenziosi. Ma sarà davvero eccitante!

Giulia Mandrino

Ti potrebbe interessare anche

Arrivano le vacanze, e il cane?
L’amicizia è anche sacrificio
Vacanze estive: le migliori strutture ricettive in cui alloggiare
12 modi per migliorare il sesso
Rimedi naturali contro i dolori mestruali
L’orgasmo: i luoghi comuni da sfatare e i reali benefici
Tutto ciò che dobbiamo sapere sull’orgasmo
6 miti da sfatare sulla vagina
Sì, le mestruazioni sono ancora un tabù, ed è assurdo
Gli ormoni femminili, il ciclo mestruale e i suoi segreti
La mappa del piacere maschile: come sono fatti
Le 7 zone erogene maschili
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

Newsletter