Svezzamento fuori casa e in vacanza

Se per chi sceglie l'autosvezzamento è molto più semplice viaggiare, per le famiglie che invece optano per uno svezzamento con le pappe, sopratutto se sane e naturali, le cose si possono complicare un pochino.

Ecco allora i consigli per preparare pappe sane e naturali anche fuori casa: i consigli di mammapretaporter.it per affrontare lo svezzamento in vacanza

Chi segue lo svezzamento naturale, come noi di mammapretaporter.it consigliamo, prepara in casa le pappe per i piccoli. Bastano pochi e semplici ingredienti come spieghiamo dettagliatamente nel nostro libro Mamme pret a porter, dedicato allo svezzamento. 

Ma quando ci si allontana da casa le cose si complicano: come far mangiar sano il piccolo?

 

1. La base è il latte

Come ci spiega il dott. Luciano Proietti nel suo libro Figli Vegetariani ed. Sonda, fino ai due anni l'alimentazione base del bambino deve essere latte di mamma o latte formulato a base vegetale (latte in polvere vegetale), il resto è un plus, sopratutto nel primo anno. Quindi non diventiamo matte per le pappe, basta allattare o aumentare la quantità di latte formulato vegetale nel biberon e possiamo stare tranquille!

 

2. Questione omogeneizzati

In commercio esistono omogeneizzati e pappe pronte: sono indubbiamente molto comode e alcune di queste (in realtà pochissime) hanno ingredienti sani e corretti. Tra questi quelli che mi sento di consigliarvi sono quelli della Holle (http://www.holle.ch/it_IT/). 

Mi raccomando, leggete sempre gli ingredienti: anche quelli bio infatti contengono spesso zucchero, sale, oli vegetali... . Guardate per esempio questa pappa "bio" che all'apparenza sembra essere un prodotto di grande qualità: 

Come potete vedere contiene olio di colza che, come l'olio di palma, è ricchissimo di acidi grassi saturi, quindi fortemente dannoso per il nostro organismo. Perchè le aziende lo utilizzano persino negli omogeneizzati dei bambini? Semplice, è economico. E davvero, non importa se è bio, non va assunto per nessun motivo. 

Se con le verdure non è semplice rifugiarsi nell'omogenizzato, è  più facile trovare puree di frutta 100% e volendo anche bio: le possiamo acquistare nei supermercati o nei negozi del naturale, o ancora nei discount (da provare quelle bio e super economiche della catena IN'S, certificate bio e 100% frutta). 

Chiaramente le pappe fatte in casa sono più sane, ma è altrettanto vero che se per qualche giorno cambiamo alimentazione e utilizziamo omogeneizzati (chiaramente validi e privi di ingredienti dannosi come l'olio di colza) non succederà nulla dal punto di vita del loro equiibrio nutrizionale. 

L'unico vero ostacolo è la questione gusto: i bamibini infatti, se abituati al gusto vero e autentico del cibo, possono non accettare i preparati. Per questo motivo è consigliabile provare a introdurli alcuni giorni prima della partenza. 

Il mio consiglio è però di non abusarne, in quanto essendo il gusto alterato, il rischio è che il piccolo rifiuti poi le nostre mele a favore delle puree in vaschetta. 

Giulia Mandrino

 

3. Pappa dolce

Ma possiamo anche decidere di portare le nostre pappe. Come fare? Per la cena possiamo risolvere il dilemma con deliziose pappe dolci, quindi una base di latte vegetale e l'aggiunta di farine per lo svezzamento (riso, mais e tapioca, grano saraceno etc...) e una spolverata di farina di mandorle una sera mentre quella successiva del parmigiano vegetale homemade e il gioco è fatto!

 

4. Brodo pret a porter

Una soluzione pratica ed efficace se andiamo in vacanza per qualche giorno è quella di preparare dei passati/brodi di verdura e legumi il giorno prima della partenza: li inseriremo in vasetti di vetro, li porteremo in viaggio in una borsa frigo e poi, appena arrivati a destinazione, li metteremo in un surgelatore. Ogni giorno ne scongeleremo uno e lo useremo come base per la pappa: basta scongelarli nel microonde oppure chiedere di farlo nella cucina di un ristorante: aggiungeremo poi la farina e la pappà sarà pronta. 

 

5. Quindi ecco la nostra lista di prodotti da portare in viaggio

1. bevande vegetali di riso, avena etc...

2. farina di mandorle

3. farine per lo svezzamento

4. puree 100% frutta

5. brodi/passati di verdura in barattolini di vetro da congelare

 

Come sapete noi siamo sfavorevoli all'introduzione delle proteine animali prima dell'anno (trovi tutte le informazioni sul nostro libro Mamme pret a porter, il primo anno insieme, nel capitolo 2 dedicato allo svezzamento): nel caso voi abbiate deciso di darle al vostro piccolo stare senza per una settimana non potrà fargli che bene, basta utilizzare legumi nel passato e allattarlo o dargli lattee formulato a base veegetale. 

Giulia Mandrino

Foto credits: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Pur%C3%A9ed_veggies.jpg

 

 

Ti potrebbe interessare anche

Smoothie ai lamponi
La prima torta in bicchiere per lo svezzamento
La pappa al nasello
Andare in vacanza fa bene ai bambini
Mondobici, la vacanza alternativa per la famiglia
Le pappe per lo svezzamento contro le intolleranze
6 sughi colorati per lo svezzamento
Smoothie goloso al cioccolato
Lo smoothie di primavera
7 idee di risotti per lo svezzamento
VisitElba: il nostro weekend sull’Isola d’Elba tra benessere e attività per la famiglia
8 pappe di pesce per lo svezzamento

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter