8 pappe di pesce per lo svezzamento

Due, tre volte a settimana il pesce, soprattutto quello azzurro, fa molto bene ai bambini, per il suo contenuto di Omega 3. Il consiglio di molti nutriziosti è quindi quello di inserirlo nella loro dieta a partire dai sette mesi, durante lo svezzamento.

La buona notizia è che cucinare il pesce per i più piccoli è anche molto semplice. Vi proponiamo quindi le nostre ricettine leggere per lo svezzamento, che piacciono davvero molto ai bambini e che sono facilissime da preparare.

7 pappe di pesce per lo svezzamento: come preparare ai nostri bimbi il pesce durante lo slattamento

1) Cominciamo con il nasello al vapore, ottimo e leggero. Prendete 50 grammi di filetto di nasello sfilettato e pulito per bene, quindi mettetelo nel cestello del vostro cuoci pappa con funzione di cottura al vapore, insieme a tre pomodorini tagliati a metà (attenzione però prima dell’anno di età: potrebbero esserci problemi di allergie, quindi attenti se c’è familiarità). Lasciate cuocere per dieci minuti, quindi servite con un filo d’olio a crudo e un goccino del sughetto che si è formato durante la cottura.

2) La stessa ricetta la potete utilizzare con il salmone e il branzino, ricordandovi sempre di pulire molto bene i filetti.

3) Con la sogliola a noi piace preparare delle crocchette, soprattutto quando i bimbi sono un attimo più cresciuti da apprezzare anche la forma! Bastano 150 grammi di sogliola pulita, mezza patata lessa e un cucchiaio di corn flakes. Dopo aver lessato la patata, schiacciatela con una forchetta e tenetela sa parte. Frullatela quindi con il filetto di sogliola e formate delle crocchette, passandole sui corn flakes e mettendole quindi su una teglia foderata di carta forno. Passate un filo d’olio d’oliva e infornate a 180 gradi per circa 40 minuti in forno statico.

4) L’altra versione di crocchette, le palline alla sogliola, carote e zucchine, è più morbida e prevede più verdure. Prendete 200 grammi di sogliola pulita, una patata, una carota, una zucchina, dell’olio, del pangrattato. Lessate la patata e schiacciatela con la forchetta, quindi lavate e tagliate la carota e la zucchina e grattugiatele, cuocendole in padella con un po’ d’acqua per un quarto d’ora. Prendete ora i filetti di pesce e frullateli, unendoli poi alle verdure e a una manciata di pan grattato. Formate delle palline e mettetele su una teglia coperta da carta forno, infornando a 180 gradi per circa 20 minuti dopo aver unto un pochino la teglia con dell’olio evo.

5) Il pesce si presta bene anche per le pappe. Come questa, al merluzzo e patate al vapore. Tagliate a pezzetti piccoli una patata pelata e mettetela nel cestello del cuoci pappa insieme a 50 grammi di merluzzo sfilettato, lasciando cuocere per circa trenta minuti. Passate quindi al frullatore il pesce e la patata cotti, omogeneizzandoli. Aggiungete, versando la pappa nel piatto, un cucchiaio o due di pappa pronta al miglio e mescolate bene, servendo poi con un filo d’olio evo a crudo.

6) Altra versione della pappa di pesce è la vellutata platessa, patate e zucca. Cuocete al vapore 50 grammi di platessa pulita con una patata a pezzetti piccoli e una fetta di zucca a tocchetti, per circa trenta minuti, fino a che tutto sarà morbido. Omogeneizzate tutto con un cucchiaino di olio evo e uno di brodo di cottura.

7) Infine, ottimo è l’omogeneizzato di pesce fatto in casa, utile in caso di pasti fuori, perché basta metterlo in comodi barattoli (da utilizzare quindi al posto di quelli comprati al supermercato). Prendete 50 grammi di sogliola, 50 di nasello e 50 di salmone (puliti e senza spine), una patata e qualche verdurina di stagione. Noi, ad esempio, utilizziamo gli spinaci e i fagiolini. Lavate tutte le verdure e sbucciate la patata, tagliandola a pezzetti. Inserite nel cestello per la cottura al vapore la patata, quindi, dopo qualche minuto, le altre verdure, e dopo dieci minuti i filetti di pesce. Lasciate cuocere ancora per un quarto d’ora. Passate poi tutto all’omogeneizzatore o al passaverdura, aggiungendo un filo d’olio e un cucchiaio di brodo di cottura. Preparate quindi dei vasetti sterilizzati e riempiteli con la pappa, chiudendoli bene e capovolgendoli. Nel frigorifero si conservano un paio di giorni, mentre nel freezer anche un paio di mesi!

 

Mamma Pret a Porter non è una testata medica e le informazioni fornite hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di un pediatra (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, fisioterapisti, ecc.) abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non devono essere considerate come consiglio medico o legale. 

Ti potrebbe interessare anche

Le canzoncine in inglese per bambini per imparare la lingua
Canzoncine, musica classica, pop: tutta la musica fa bene ai bambini
Mini-architetti e mini-designer: dalle Baby house a The Sims
Una guida alla mastoplastica riduttiva
Come usare la tajine
Il futon per bambini, quando cultura montessoriana e giapponese s’incontrano
Una nuova colazione a base di infuso di foglie di ulivo
L’importanza di un corretto sviluppo motorio
La musica illimitata, per vivere momenti di relax solo per noi
Il nervosismo nei bambini: consigli educativi e integratori naturali
Le regole per utilizzare le pentole in terracotta
La torta di cacao e nocciole

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter