5 motivi per dare estratti durante lo svezzamento

Gli estratti sono una risorsa preziosissima per la nostra salute: come dice la parola stessa "estraggono" il succo vivo di frutta, verdura, semi oleosi, frutta secca e piante ed erbe aromatiche e officinali. Qui potete trovare le differenze tra un estratto e una centrifuga. 

Durante lo svezzamento è davvero utile dare estratti ai nostri bambini. 

 

Consigli pratici: 5 motivi per dare estratti durante lo svezzamento

 

1. gli estratti forniscono vitamine, minerali e aminoacidi per la crescita in quantità molto elevata;

2. i nutrienti presenti negli estratti vengono immediatamente assorbiti dall'intestino del bambino perchè questo non deve effettuare il processo di separazione dei nutrienti dalla fibra;

3. in estate consentono una integrazione immediata di sali utili per idratare il bambino;

4. il bambino nel primo anno di vita deve limitare il consumo di fibra: il suo intestino è ancora poco sviluppato e la fibra contenuta in frutta, verdura e cereali integrali rischia di alterare il delicato equilibrio della sua mucosa intestinale, provocare stitichezza paradossa e spesso impedire il pieno assorbimento degli alimenti. Per questo è importante evitare il consumo di cereali integrali fino al secondo anno di vita e preparare molti brodi ed estratti vegetali che consentono il pieno assorbimento dei nutrienti senza sovraccarire l'intestino.

5 il bambino si abitua a gusti e colori differenti: difficilmente infatti un bambino di 7 mesi mangerà insalata e spinacini crudi. Inserendoli in un estratto si abituerà a percepire il gusto e a "fidarsi" ad assaggiare cibi di tutti i colori. 

Qui potete trovare le mie ricette di estratti: seguite la stagionalità per scegliere gli ingredienti e ricordatevi di evitare solanacee (pomodori, peperoni, melanzane e patate) fino all'anno di vita del bambino. Come infatti spieghiamo nel mio libro Mamme pret a porter, il primo anno insieme, edito da Mental Fitness Publishing, le solanacee contengono solanina, una sostanza che può interferire con lo sviluppo neurologico del bambino che fino ai 12 mesi è davvero immaturo. E' bene quindi aspettare il compimento del primo anno. 

Ci sono molti estrattori in commercio con fasce di prezzo differenti: io ho scelto Estraggo Pro per la qualità del prodotto, perchè ha 3 cestelli per l'estrazione, per la capacità di estrarre verdura a foglia larga, piante officinali e semi e per la possibilità di non fare solo succhi ma anche latti vegetali, passati di verdura a crudo, frullati, smoothies, gelati etc...

Giulia Mandrino

 

Mamma Pret a Porter non è una testata medica e le informazioni fornite hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di un pediatra (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, fisioterapisti, ecc.) abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non devono essere considerate come consiglio medico o legale.

Ti potrebbe interessare anche

La torta di cacao e nocciole
Maionese vegetale fatta in casa
Gelato alle more
Gelatine di frutta con l'estrattore
Gelato al pistacchio
Ghiaccioli al latte di mandorla
Ghiaccioli sfiziosi
Latte di canapa
Estratto detox di primavera
Melograno, frutto invernale buono e sano: le sue proprietà e le ricette
7 ricette con il cestello a maglia fine del vostro estrattore
Come portare l'estratto fuori casa

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter