I tipi di pannolini lavabili

Una volta presa la decisione di passare ai pannolini lavabili, è bene sapere che ne esistono vari modelli standard; capire quali sono questi modelli vi aiuterà a decidere qual è il migliore per il vostro piccolo.

Gli "All in one" si presentano quasi come i pannolini usa e getta, e come essi sono abbastanza comodi sia per il bambino che per il genitore che si appresta a cambiarli. Questo perché, integrando in un unico elemento la mutandina esterna con lo strato assorbente, cucito all'interno e non intercambiabile (ma, eventualmente, integrabile con altre strisce assorbenti in caso di necessità), si infilano sul bambino comodamente senza aggiungere alcuna clip o spilla per fermare l'assorbente. Esistono varie taglie in base al peso oppure pannolini taglia unica con possibilità di regolazione tramite bottoni a clip o velcro. Sono ottimi perché davvero comodi (come abbiamo spiegato nell'articolo che parla del lavaggio dei pannolini lavabili), ma devono essere lavati interamente ogni volta e l'asciugatura, essendo abbastanza spessi, è piuttosto lenta.

La seconda opzione sono gli "All in Two", con mutandina impermeabile esterna e strato assorbente removibile da fissare e staccare con dei bottoni o del velcro. Sono un po' meno economici dei primi, ma essendo composti dai due pezzi staccabili è possibile riutilizzare la mutandina evitando di lavarla ogni volta, cambiando solo l'assorbente.

Ci sono poi gli "All in Two IBRIDI": sono praticamente come gli "All in Two", ma si differenziano per lo strato assorbente, che può essere sia in tessuto (quindi lavabile) sia usa e getta. Una via di mezzo tra lavabile e usa e getta, quindi, ma comunque ecosostenibile grazie alla parte esterna riutilizzabile e al materiale delle strisce assorbenti, assolutamente più biodegradabile dei pannolini perché privo dell'involucro plastico impermeabile che lo rende difficilmente smaltibile.

Si passa poi alle tipologie di pannolino nelle quali le sue parti principali (cioè la struttura esterna impermeabile e lo strato assorbente) sono completamente separate.

Partiamo dai "Fitted", pannolini sagomati a mutandina completamente assorbenti (quindi ottimi per la notte) e con chiusura a bottoni o velcro da coprire poi con un'altra mutandina impermeabile (non necessaria l'estate). Assorbenza super e possibilità di lavare solo il pannolino sagomato riutilizzando la mutanda, quindi, ma ingombro un po' aumentato.

Identici ai "Fitted" ma diversi per chiusura sono i "Flat-Sagomati" o "Contour": non hanno bottoncini o velcro, quindi è necessario fissarli con spille, ganci o lacci, o addirittura tenerli in forma direttamente infilando la mutandina impermeabile.

I "Pocket" si presentano come gli "All in Two", con una mutandina sulla quale è cucita una velina drenante; tra le due viene quindi inserito lo strato assorbente, che si potrà togliere per il lavaggio (e quindi diminuirà il tempo di asciugatura). Svantaggio: il pannolino va sempre cambiato interamente.

L'ultima categoria di pannolini è quella che prevede la piegatura, e che comprende i Ciripà, i Prefold e i Muslin.

I "Ciripà" sono i classici pannolini in cotone (si presentano come strisce da piegare e sagomare) con laccetti laterali. Al loro interno si appoggiano alcuni strati di tessuto piegati (in quantità variabile in base alle necessità) e per finire si infila la mutandina impermeabile.

Come i "Ciripà", i "Prefold" prevedono degli straccetti di tessuto di forma rettangolare già piegati da inserire all'interno di una mutandina impermeabile. Si possono creare anche a casa e sono di rapida asciugatura (come per i "Ciripà", d'altronde, ma rispetto ad essi sono molto più semplici da indossare: i "Ciripà" con i loro laccetti a volte rendono la vita di mamme e papà più dura; qui invece è possibile utilizzare spille da balia o gancetti come gli Snappy). Si trovano solitamente in due diverse misure, per i più piccoli e i più grandi (di solito 30x40cm per i neonati e successivamente 40x50cm).

Facili anch'essi da autoprodurre ma un pochino più ingombranti i "Muslin" sono garze quadrate in mussolina o cotone (di circa 80x80cm) da piegare e fissare alla mutandina impermeabile attraverso delle spille da balia moderne (gancetti in gomma morbida, gli Snappy che abbiamo già citato). E, in alternativa, si possono utilizzare come strato assorbente aggiuntivo per gli altri tipi di pannolino.

Quindi, in definitiva, se optate per Fitted, Ciripa, Prefold o Muslin dovrete procurarvi anche le mutandine impermeabili, disponibili in vari tessuti (come il poliuretano laminato, il pile o la lana, trattati sempre per risulytare impermeabili ma traspiranti), varie misure e con diverse chiusure (bottoncini a clip o velcro, di solito), importantissime per tenere i vestiti del bambino all'asciutto!

Calcolate bene quanti ve ne serviranno! Se optate per un sistema misti tra lavabili e usa e getta, ve ne serviranno circa 10/12 per il primo anno, e 8/10 per il secondo. Utilizzare solo quelli lavabili significherà invece calcolare bene i tempi di asciugatura e la frequenza del cambio (in modo da non rimanere mai senza), e quindi avrete bisogno di circa 18/20 per il primo anno del bambino (da lavare ogni 2 o 3 giorni) e 15/16 per il secondo (dato che il cambio scende di frequenza).

Sara Polotti

Foto Credits: http://www.crazymessybeautiful.com/2015/05/mommy-must-haves-for-babies.html

  

Ti potrebbe interessare anche

Le regole d'oro per un cambio pannolino naturale e perfetto
Bimbillaria: l'abbigliamento per vivere all'aperto tutto l'anno
Burro homemade per il cambio del pannolino
Come sistemare i pannolini lavabili per una nursery bellissima

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna