La magnesia fosforica: ottima per il parto, coliche e reflusso del neonato

Il fosfato acido di magnesio regola il sistema nervoso e neurovegetativo in tutti i suoi aspetti: ne modera l'eccitabilità in caso di esigenza e riduce la trasmissione degli impulsi nervosi della muscolatura liscia e striata. 

La sua carenza si manifesta normalmente sul tratto gastroenterico, dove compaiono problematiche quali stipsi, reflusso, coliche. E' molto utile quindi l'assunzione di questo sale di Schussler in caso di coliche del lattante (ma anche per adulti) poichè questo minerale ha la funzione di legare i gas di ammoniaca e di renderne possibile l'eliminazione tramite le feci e le urine. La magnesia fosforica facilita inoltre la regolazione del sistema neurovegetativo, aiutando la regolazione dei ritmi sonno-veglia, l'addormentamento serale e migliorando la qualità del risveglio mattutino. Negli adulti può essere utilizzata nei casi di eccessiva irritabilità e connessi stati di tensione mentale e nervosa: nei bambini invece è indicata in periodi di transizione come l'inizio della scuola o l'arrivo del fratellino. 

Il fosfato acido di magnesio è assolutamente utile prima del parto (lo si assume fin dai prodromi di travaglio) in quanto sembra velocizzare i tempi di travaglio e di espulsione e limitarne il dolore: questo minerale agisce infatti sulla muscolatura uterina ottimizzandone la contrazione e riducendone la componente spastica. Per questo è indicata anche in caso di mestruazioni dolorose. 

Posologia del sale di Schussler Magnesia Fosforica n 8:

lattanti: 1 granulo prima di ogni poppata in caso di reflusso importante; 1 granulo 3 volte al giorno prima della poppata in caso di coliche o reflusso medio, da sciogliere direttamente sulla lingua o in un cucchiaino d'acqua

bambini: 2 granuli 3 volte al giorno  da sciogliere direttamente sulla lingua

adulti: 4 granuli orosolubili 3 volte al giorno direttamente sulla lingua

durante il travaglio e il parto:  4 granuli ogni 30 minuti da sciogliere direttamente sulla lingua

Giulia Mandrino

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna