Ribes Nigrum, antiossidante e antistaminico

Che i frutti di bosco siano antiossidanti naturali potentissimi è un fatto conosciuto. Ma sapete qual è uno tra i più potenti frutti spontanei del sottobosco? Il Ribes Nigrum, più noto come ribes nero, pallina scura dal sapore molto forte alleata fondamentale per la salute.

Conosciamo il Ribes Nigrum, antiossidante e antistaminico: il frutto di bosco ottimo per allergie, stanchezza, congiuntiviti, infiammazioni e radicali liberi per grandi e bambini.

Il Ribes Nigrum è una pianta comune in Europa, dai fusti ramosi e alta circa due metri. Tra le sue foglie spuntano le gemme di ribes, ricchissime di oli essenziali e quindi super profumate, come i frutti.

Grazie alle sue proprietà e alla ricchezza della sua composizione, il ribes nero è uno tra i frutti più utilizzati in fitoterapia. Le sue gemme sono infatti ricche di flavonoidi (antiossidanti naturali) e glocosidi (che stimolano le ghiandole surrenali a produrre cortisolo, l'antinfiammatorio prodotto naturalmente dal nostro corpo): "l'attività antinfiammatoria, pertanto, è sostenuta in parte dai flavonoidi che si oppongonoalla liberazione delle sostanze proplogogene e che, grazie all'azione vitamino P-simile, determinano un miglioramento del micorcircolo e quindi della vascolarizzazione locale"(Campanini, Dizionario di Fitoterapia e piante Medicinali, Tecniche Nuove).

Le foglie contengono invece polifenoli, ottimi per la depurazione dell'organismo e diuretico naturale. Per questo vengono utilizzate in tisane e decotti, per stimolare l'eliminazione delle tossine. "La parte dell'azione diuretica sarebbe dovura all'olio essenziale che sdoppiandosi libererebbe un'ossidasi molto attiva sull'epitelio renale, del quale stimolerebbe la secrezione determinando una notevole diuresi" (ibidem)

Lo stesso vale per i tannini della pianta: essi sono polifenoli naturali con azione antibatterica e antibiotica.

I frutti sono invece ricchi di vitamina C (per rafforzare il sistema immunitario), acido malico, acido citrico e oligoelementi, e la loro azione si traduce in una protezione dei vasi e dei capillari, in proprietà astringenti e in benefici sulla retina (quindi sono ottimi per la vista). Il sapore è molto forte se assaggiato al naturale; per questo le piccole bacche vengono spesso utilizzate in succhi o come ingredienti per ricette più ampie, solitamente dolci. "la ricchezza di vitamina C ne giustifica l'impiego per le proprietà toniche e vitaminizzanti, nella prevenzione delle malattie infettive, nelle deficienze immunitarie, come corroborante nelle astenie funzionali". (ibidem).

L'olio essenziale contenuto nelle gemme e nei frutti è però l'elemento più potente di tutti. Esso, con la sua alta concentrazione, è incredibilmente antinfiammatorio e antiallergico, e per questo le gemme sono la parte più utilizzata nella fitoterapia. "il gemmoderivato, ottenuto dalla macerazione delle gemme fresche, possiede una marcata azione antinfiammatoria, antiallergica e sinergizzante nei confronti di altri gemmoterapici (...). Il suo uso è indicato nelle manifestazioni cliniche in cui è necessario stimolare la corteccia surrenale, come nelle manifestazioni allergiche, in quelle di natura infiammatoria generali e locali, in particolare a carico dell'apparato locomotore, ma anche dell'apparato respiratorio, digestivo e urinario. Dotato di attività antinfiammatoria, agisce per stimolazione diretta sulla corteccia surrenale (azione cortisone-like). (Ibidem)

Il Ribes Nigrum diventa quindi un potentissimo alleato per contrastare malattie e situazioni non ottimali dell'organismo.

In primis, l'azione antinfiammatoria e antidolorifica (derivata appunto dalla capacità di stimolare il cortisolo) diventa utile nel caso di tosse, catarro, bronchiti, cistiti, emicranie e coliti. Il cortisolo, essendo prodotto dal corpo e non indotto artificialmente, non ha gli stessi effetti collaterali del cortisone, e per questo è di gran lunga preferibile alle terapie cortisoniche.

Nel caso di allergie e di irritazioni, il Ribes Nigrum, neutralizzando l'azione dell'istamina (la causa di asma, riniti e attacchi allergici), è davvero un alleato importantissimo. 

Il ribes nero è ottimo anche contro stress e insonnia. Contiene infatti anche melatonina, sostanza secreta dalla ghiandola pineale che favorisce la regolazione dei cicli sonno-veglia che, oltre ad aiutare il sonno, ha benefici anche contro le malattie psicosomatiche associate allo stress, come ad esempio eczemi, psoriasi e alopecia.

Se soffrite invece di problemi circolatori che si manifestano con vene varicose, emorroidi o gambe e piedi gonfi una tisana al ribes nero ogni giorno potrà portare un sollievo duraturo, grazie ai polifenoli di cui parlavamo, che riattivano in maniera dolce il microcircolo.

Chiedete consiglio al vostro erborista o farmacista specializzato in medicina naturale per la somministrazione. I bambini sopra i due anni di età possono assumere ribes nigrum non superando 20 gocce al giorno in tintura madre (chiedete indicazioni specifiche al vostro medico). 

La redazione di mammapretaporter.it

Ti potrebbe interessare anche

Allergie, istruzioni di prevenzione
Umeboshi in famiglia: usi in gravidanza e oltre

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna