Perchè gli oli essenziali funzionano

Ve ne parliamo spesso, consigliandovi gli oli essenziali e gli aromi che possono aiutarvi a rilassarvi, a curare i malanni di stagione o a rinvigorire l'organismo.

Ma, alla fine, cos'è questa benedetta aromaterapia? Non vi lasciamo soli neanche in questo caso: ecco per voi la nostra guida!

Perchè gli oli essenziali funzionano: di cosa si tratta, come funziona e quali sono i principi di questa delicata maniera di curare l'organismo attraverso i profumi

Ogni pianta ha un suo specifico sito dal quale ricavare gli oli: possono essere le foglie, i fiori e la radice, ma anche la corteccia, la resina, i frutti o le bucce.

Gli oli essenziali hanno proprietà curative, presenti nelle molecole volatili che sprigionano, e i benefici si ottengono venendo a contatto con queste molecole nell'aria. Possono avere effetti antibiotici e antivirali, battericidi, benefici sul sistema nervoso, anestetici, espettoranti e repellenti, antidolorifici e disinfettanti.

Per sfruttare le proprietà degli oli essenziali, essi possono essere inalati, applicati sulla pelle oppure ingeriti (meno spesso e sempre sotto controllo medico).

Attraverso l'inalazione (che avviene utilizzando direttamente il botticino o diffusori a ultrasuoni oppure mettendo qualche goccia su tessuti da annusare o in acqua calda da respirare) le cavità nasali assorbono le molecole degli oli portandole direttamente al cervello, che così stimola il sistema endocrino (responsabile del bilanciamento degli ormoni nell'organismo) e quello nervoso (che connette il cervello agli organi, stimolando circolazione, digestione, salivazione, desiderio sessuale e molte altre funzioni corporee).

Proprio questa caratteristica rende l'aromaterapia super efficace: è il sistema olfattivo il primo a venirne a contatto, e in questo modo le molecole passano direttamente nelle corteccia cerebrale senza venire precedentemente filtrate dal talamo.

L'inalazione è quindi il sistema più diretto ed efficace per far sì che gli oli vengano assimilati dall'organismo, dal momento che in questo modo vengono stimolate moltissime reazioni chimiche bilancianti.

L'applicazione topica avviene invece direttamente sulla cute. Bagni caldi nei quali sono disciolti gli oli (sempre diluiti in un olio base), pediluvi, maschere, fanghi, massaggi, dietro le orecchie, sui polsi, sulle tempie, sotto il naso, sul collo o sulla schiena: gli oli essenziali sono così applicati in maniera precisa su zone ben definite, per sfruttare al meglio le differenti proprietà di ogni pianta.

 

Ti potrebbe interessare anche

Anna Paghera, essenze naturali estasianti
Gravidanza, la spa in casa con il pancione
I rimedi naturali contro l’insonnia negli adulti
La guida ai diffusori elettrici di oli essenziali
Oli essenziali in gravidanza, cosa usare e cosa non usare
Gli oli essenziali perfetti per la stagione autunnale
I metodi per diffondere gli oli essenziali
La ricetta dell'acqua profumata per il corpo
Gli oli essenziali che aiutano il bambino a fare la nanna
Profumo di casa: 6 miscele di oli essenziali per profumare di buonumore la casa
Spray per profumare la stanza del bebè
Gli errori da non fare quando si utilizzano gli oli essenziali

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter