Riflessologia plantare per bebè e bambini

La riflessologia è un'antica disciplina orientale che si basa sul principio che alcuni punti del nostro corpo, situati per esempio su mani e piedi, corrispondono a specifici organi e aree del nostro organismo, per esempio, intestino, polmoni, vertebre cervicali. 

I bambini sono particolarmente sensibili e rispondono molto bene alla riflessologia plantare, quindi l'insieme di tecniche si stimolazione del piede che si riflettono beneficamente sul resto del corpo: infatti  il piede del bambino (e ancora di più quello del neonato) non hanno ancora terminato lo sviluppo, le sue ossa sono relativamente sottili e la sua pelle soffice. Quindi stimolando con una pressione delicata le aree del piede che corrispondono a parti congestionate del nostro corpo possiamo far si che questi blocchi si rilascino, facendo si che l'energia fluisca bene anche in questa parte del corpo. questa tecnica può essere utilizzata per favorire i naturali progressi di guarigione del corpo in caso di malattia ma anche come strumento pratico di mantenimento dello stato di benessere. 

Possiamo iniziare a utilizzare la riflessologia plantare fin dalla nascita, per esempio per favorire l'eliminazione dello stress da parto, in particolare in quei casi in cui sono stati soggetti all'uso della ventosa o sono andati in sofferenza.

In generale bisogna tenere in considerazione i seguenti aspetti: 

-utilizzare una pressione delicata ma superiore allo sfioramento.

- se il bambino è malato i punti riflessologici saranno particolarmente sensibili

- se il bambino ritrae con energia il piede e vi fa capire che non vuole essere toccato meglio lasciar stare e provare più tardi. Mai insistere o eseguire la stimolazione a forza.

 

I momenti migliori per effettuare la riflessologia plantare sono:

- mentre il bambino dorme

- se è neonato mentre mangia se non notiamo cambiamenti nella poppata

- durante il massaggio infantile

- mentre è nella fascia

- durante il bagnetto 

 

Ogni quanto è consigliabile effettuare la riflessologia plantare?

Dipende: se il problema è cronico, come per i neonati in caso di reflusso e coliche o per i bambini più grandi in caso di dermatiti o mal di testa, una volta al giorno per 3 o 4 settimane, per poi ridurre la frequenza a due volte la settimana quando il disturbo è in fase di guarigione. 

Ecco come praticare la riflessologia plantare per il bambino nei primi mesi di vita: come effettuare un massaggio riflessologico al piede al neonato 

- Rilassa prima il bambino facendogli fare giochi non motori (ex leggere un libro, o ascoltare una storia o fare un bagnetto)

- effettuare qualche massaggio-carezza sulle gambe paretendo dalle anche e arrivando fino ai piedi (mai nel verso contrario)

- concentrarsi sul piedi e iniziare a stimolare con il pollice tutto il piede, partendo dalle dita fino ad arrivare al tallone. Il pollice stimolerà la pianta e le altre dita sosterranno il collo del piede.

- concentratevi sull'area che più vi interessa

 

Una seconda opzione per effettuare una stimolazione completa è quella che comprende questa sequenza:

1. immaginate di dividere la pianta del piede in due parti: partendo dal punto centrale della linea fittizia disegnate delle linee a raggio che partono appunto dal centro della linea e arrivano verso l'esterno (vedi immagine)

2. eseguite le stesse linee a raggio pardendo dal tallone

3. con la mano a pugno passate le nocche dall'alto verso il basso e dal basso verso l'alto

Se volete seguire questa seconda modalità meglio utilizzare dell'olio base (mandorle, sesamo, cocco...).

Per bambini che soffrono di coliche possiamo utilizzare degli oli specifici per il pancino: attraverso l'applicazione sul piede arriverà anche all'addome. 

Per sapere quali oli essenziali possiamo utilizzare leggete il nostro articolo aromaterapia per bambini.

 

Giulia Mandrino

 

 Mamma Pret a Porter non è una testata medica e le informazioni fornite hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di un pediatra (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, fisioterapisti, ecc.) abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non devono essere considerate come consiglio medico o legale.

Ti potrebbe interessare anche

3 tecniche dall’Oriente per diminuire le coliche
Come effettuare il massaggio al pancino per coliche e stipsi
Olio homemade per il massaggio pancino
Il pianto serale del neonato
Il rito della culla indiana per rilassare il neonato
Baby yoga per stipsi e coliche

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter