La parassitosi intestinale nei bambini e negli adulti

Cosa hanno in comune l'ittero neonatale, la dermatite atopica, la cefalea, gli ossiuri e la sclerosi multipla? Per un Omeopata Hahnemanniano queste patologie rappresentano cinque livelli di gravità di una stessa patologia: la parassitosi intestinale.
Cosa hanno in comune l'ittero neonatale, la dermatite atopica, la cefalea, gli ossiuri e la sclerosi multipla? Apparentemente nulla! Se ragioniamo in termini analitici/allopatici sono patologie molto diverse tra loro, sia come gravità che come manifestazioni sintomatologiche ed approccio terapeutico, riguardanti diverse specialità mediche tra loro lontanissime. Per un Medico Omeopata Hahnemanniano invece queste patologie rappresentano cinque livelli di gravità di una stessa manifestazione patologica: la parassitosi intestinale!
Per riuscire a capire come è possibile che malattie così distanti tra loro siano in realtà manifestazioni diverse di un'unica patologia bisogna necessariamente abbandonare, almeno momentaneamente, il ragionamento analitico a favore di quello analogico; bisogna cioè guardare l'imbuto dalla parte stretta e non dalla parte larga, divergere e non convergere. La medicina allopatica considera l'Uomo poco più di una macchina, l'Uomo invece, in quanto individuo (dal lat. Individuus=non divisibile), funziona come un sistema integrato, quindi ragionare in termini analitici (come ragiona un computer,per intenderci!) può essere molto pericoloso. Osservando senza pregiudizi e ragionando in termini analogici, è molto più semplice decifrare il linguaggio della Natura, e capire in modo chiaro e immediato cosa siano veramente
le malattie!
Quindi cosa è la parassitosi intestinale?
La parassitosi intestinale corrisponde ad uno stato di intossicazione cronica dell'intestino. A seguito di questo stato di tossicità cronica, la Forza Guaritrice della Natura, sempre orientata alla conservazione della vita, mette subito in atto dei processi riparatori, volti a ridurre il più
possibile l'intossicazione dell'intestino. Per poter realizzare questa azione di bonifica, vengono attivati dei microrganismi normalmente presenti nell'intestino (flora microbica intestinale) i quali, in condizioni di salute, vivono in uno stato di latenza, senza dare alcun segno di sé.
La grandezza e il numero dei parassiti intestinali che vengono di volta in volta attivati, è direttamente proporzionale alla quantità di tossine da smaltire. Per poter smaltire le tossine intestinali, i parassiti operano incessantemente per trasportarle in diverse parti e organi del nostro corpo che, a seconda delle necessità, fungono da "depositi di stoccaggio", caricandosi il peso di questi rifiuti.
E' opportuno ricordare che in Natura esiste una Legge di Guarigione (sempre verificata e nota fin dall'antico Egitto!), la quale recita: "la Forza Vitale di ogni organismo vivente agisce sempre dall'interno all'esterno, dal centro alla periferia, dall'alto verso il basso e dalla mente al corpo". Quindi, in riferimento alla parassitosi:

Poca quantità di tossine intestinali

Basso numero di parassiti intestinali

Processo rapido e semplice

Deposito in organi esterni

Sintomi lievi

 

Grande quantità di tossine intestinali

Alto numero di parassiti intestinali

Processo lungo e complesso

Deposito in organi più interni

Sintomi via via più gravi

Gli effetti di questo processo di smaltimento delle tossine intestinali da parte dei parassiti di volta in volta attivati, si riconoscono dai sintomi e dalle patologie corrispondenti agli organi e agli apparati del corpo in cui le tossine vengono depositate. Ma quali sono le cause della Parassitosi Intestinale? Perchè è colpito proprio l'intestino da questa intossicazione?
La prima causa della Parassitosi Intestinale è la presenza in ogni persona, già alla nascita, del Miasma Psorico, ereditato nella catena famigliare fin dalla settima generazione.
La PSORA è costitutiva della nostra natura umana, è ciò che ci rende "malati" fin dalla nascita (in analogia con la religione, è il "peccato originale"), impedendoci di arrivare al primo gradino della scala della salute (il "Giardino dell'Eden").
La prima manifestazione della presenza della Psora ereditata è l'indebolimento dell'intestino nella sua funzione di smaltimento delle tossine che si ritrova al suo interno.
Il livello di questa debolezza della funzione dell'intestino dipende dalla forza del miasma psorico ereditato dalla catena famigliare, sia paterna che materna.

Nessuna patologia di parassitosi nella catena famigliare

Miasma Psorico ereditario debole

Gradini superiori della scala della salute

Sintomi di liberazione psorica lievi e brevi

 

Presenza di patologie di parassitosi nella catena famigliare

Miasma psorico ereditario forte

Gradini inferiori della scala della salute

Sintomi di liberazione più gravi e duraturi

In presenza di patologie di parassitosi nella catena famigliare (quindi grande forza del miasma psorico alla nascita!), la funzione dell'intestino sarà più debole, per cui la "Vis Medicatrix Naturae" si trova costretta ad attivare i parassiti intestinali, per potersi liberare subito delletossine accumulate.
I primi sintomi di liberazione miasmatica psorica, espressione di parassitosi intestinale
(indicata di livello 1) sono:
• Ittero neonatale
• lingua patinata
• coliche addominali
• occhi cerchiati
• stitichezza,
• convulsioni febbrili
• reflusso gastroesofageo
• prurito in gola con tosse secca
• alitosi
• agitazione, insonnia

Da notare che questi sintomi si riscontrano più spesso nei bambini.
Se questi sintomi non riescono ad esaurire la liberazione delle tossine intestinali, il processo si interrompe e la Psora prende sempre più forza, provocando la discesa inesorabile verso i gradini inferiori della scala della salute.
Ciò può avvenire per due motivi: la Forza Vitale è debole e soccombe di fronte alla forza della Psora; i sintomi vengono soppressi da trattamenti medici-farmacologici
Ogni volta che i sintomi di liberazione miasmatica psorica della Parassitosi Intestinale vengono soppressi, inevitabilmente si determina la sovrapposizione degli altri due Miasmi, la Sicosi e la Lue.
Il secondo livello di parassitosi quindi sarà determinato dalla sovrapposizione del miasma sicotico a quello psorico,determinando le seguenti manifestazioni patologiche:
• Dermatite atopica
• Acetone
• Catarro delle mucose respiratorie
• Accessi di tosse abbaiante, laringospasmo
• Bruxismo
• Prurito anale
• Micosi cutanee, Candida genitale
• Allergie di ogni tipo
• Orticaria

Il terzo livello sarà determinato dalla sovrapposizione del miasma luesinico a quello psorico,determinando le seguenti manifestazioni patologiche:
• Cefalea
• Celiachia
• Emorroidi
• Afte

Il quarto livello sarà determinato dalla sovrapposizione del miasma luesinico a quello psorico ed a quello sicotico (3-1-2),determinando le seguenti manifestazioni patologiche:
• Ossiuri
• Colon irritabile
• Ulcera gastroduodenale
• Diabete giovanile
• Rettocolite ulcerosa

• Psoriasi, alopecia
• Artrite reumatoide

Il quinto livello (il più grave) sarà determinato dalla sovrapposizione del miasma luesinico a quello sicotico ed a quello psorico (3-2-1), determinando le seguenti manifestazioni patologiche:
• Sclerosi multipla
• Morbo di Crohn
• Lupus eritematoso sistemico (LES)
• Tumore del colon

La diagnosi di parassitosi intestinale quindi verrà fatta da un Medico Omeopata semplicemente attraverso l'anamnesi e la visita con esame obiettivo completo, non sarà necessario usare il Vegatest per scoprire le eventuali intolleranze o le allergie, perché i sintomi parlano da soli. La terapia verrà attuata agendo su due fronti: una corretta alimentazione ed un trattamento miasmatico-costituzionale di "bonifica del terreno". Per corretta alimentazione si intende l'eliminazione temporanea di cibi e bevande che l'intestino non riesce a smaltire in modo completo (soprattutto latte e derivati e carni rosse); per terapia miasmatico-costituzionale si intende invece la scelta di rimedi omeopatici specifici per la persona,scelti in base alla sua propria costituzione,alla sua eredità miasmatica,alla sua storia clinica ed al suo quadro miasmatico attuale.
Il trattamento del terreno miasmatico costituzionale deve sempre iniziare dal miasma fissato più in basso nella scala della salute, attraverso cicli successivi di cura con rimedi specifici per ogni miasma dominante, somministrati a dosaggi via via più elevati.
Dopo ogni ciclo di cura la Forza Vitale, alleggerita del carico del miasma trattato, progredisce via via verso i gradini più alti della scala, assicurando alla persona un livello di salute sempre più elevato... solo in questo modo è possibile arrivare alla VERA GUARIGIONE.
E' interessante notare che quando la Parassitosi Intestinale viene riconosciuta e trattata correttamente attraverso la terapia del "Terreno miasmatico- costituzionale", è possibile interrompere la catena ereditaria, assicurando alle generazioni future un più alto livello di
benessere.
Lo scrivente si augura che sempre più medici si rendano conto di quanto è importante conoscere le vere cause delle malattie per poter intervenire in maniera adeguata ed efficace, in modo da prevenire l'insorgenza di patologie sempre più gravi dove è poi molto difficile
intervenire.
La parassitosi intestinale è una patologia molto diffusa (basti pensare a quanti soffrono anche solo di allergie!), che se riconosciuta tempestivamente e curata adeguatamente porta a guarigione certa.
Importante poi è intervenire riconoscendo tempestivamente le manifestazioni dei primi due livelli, in modo da interrompere il prima possibile la "discesa" verso i gradini più bassi della "scala della salute", i quali sono sempre più alti e quindi sempre più difficili da risalire.

di Diego Tomassone – Ex-alievo scuola ASDOH sito tratto dal sito www.sisdoh.it

Ti potrebbe interessare anche

Come prevenire e combattere le allergie con gli oli essenziali
Allergie, istruzioni di prevenzione
Tisana allo zenzero per la digestione

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna