L'ecografia alle anche del bebè

E poi al terzo mese di vita del vostro bimbo vi si chiede di fare un'ecografia di controllo alle anche.
Perché?
L'articolazione dell'anca può essere soggetta a lussazione o sublussazione e per individuare i casi a rischio si prescrive un'eco al terzo mese di vita.
Alcune volte questo esame viene richiesto prima di questa data, per esempio se il bambino è nato con un taglio cesareo per presentazione podalica o se sono noti casi di displasia dell'anca in famiglia.
Prima di dimettervi dall'ospedale, viene fatto un semplice test per valutare se c'è un'instabilità dell'articolazione: il pediatra esegue quindi la manovra di Ortolani.
È dal terzo mese di vita che l'articolazione dell'anca inizia la sua ossificazione, quindi se l'ecografia viene fissata prima di questa data (senza indicazioni particolari) sarà normale trovare un quadro di immaturità della struttura.
Per aiutare la corretta formazione dell'articolazione è molto utile portare i bambini con supporti ergonomici che mantengono le gambe "a ranocchietta", il sedere più basso delle ginocchia e le gambe divaricate. Questa posizione permette alla testa del femore di centrare perfettamente l'acetabolo (è una parte del bacino a forma di mezza sfera cava).
I supporti cui mi riferisco sono le fasce porta bebè, i mei tai, i podeagi (e taaaanti alti), i marsupi ergonomici.
In caso di esito di ritardo o immaturità di sviluppo dell'anca infatti la terapia iniziale (ovviamente se il caso non è grave), è quella di far indossare al piccolo 2 pannolini in modo che tengano le gambe ben divaricate, a questo punto aiutiamoli fin dall'inizio e portiamoli con dei buoi supporti!

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter