I rimedi naturali contro la sudamina

La sudamina è un alterazione dello stato naturale dell’epidermide causato dalla stasi dei sali e degli acidi organici del sudore: lo strato epidermico del bambino nei primi anni di vita ha uno spessore di circa ¼ rispetto a noi adulti: è infatti ancora molto delicato e immaturo. In estate capita spesso che il bambino manifesti arrossamenti di lieve o di media intensità causati proprio dal sudore. Non dobbiamo allarmarci ma possiamo seguire alcuni consigli per diminuire o eliminare del tutto questa problematica e sopratutto prevenirla: spesso infatti alcune abitudini errate e sopratutto creme, burri e oli non fanno che peggiorare la situazione. 

Ecco i rimedi naturali e i miei consigli utili per prevenire e lenire i disturbi causati dalla sudamina nei neonati e nei bambini:


- Non lavare troppo il bambino: bagnando continuamente l’area contribuiremo a indebolire ulteriormente l’equilibrio epidermico;

- Lasciare il più possibile nudo il bambino e vestirlo solo ed sclusivamente con indumenti di cotone o lino;

- Utilizzare una crema protettiva (del sederino per intenderci) sulle aree interessate: io ho scelto per noi la crema protettiva alla Calendula Weleda. La pasta protettiva mantiene “asciutta” l’area mentre la calendula lenisce gli arrossamenti. La crema protettiva non permette un perfetto meccanismo di sudorazione ma da almeno tregua alla pelle e le consente di rigenerarsi: non può quindi essere considerata un prodotto da utilizzare quotidianamente sul corpo del bambino a scopo preventivo (ad eccezione dell'area del pannoino) ma è davvero l'unico sistema efficace che ho trovato per eliminare gli arrossamenti da sudamina. C'è chi consiglia l'aloe o creme a base di vitamina D: personalmente non le ho provate sui mei figli, per cui non sono in grado di darvi un mio parere personale. Sconsiglio invece vivamente oli e burri: surriscaldano e umidificano ulteriormente una zona che necessita al contrario di essere tenuta asciutta e fresca.

- Aggiungere al bagno la seguente ricetta:

2 cucchiai di amido di riso,

5 gocce di olio essenziale di lavanda,

1 cucchiaio di farina di avena (facoltativo),

1 cucchiaio di maizena (facoltativo; nel caso aggiungessimo sia la maizena che la farina di avena portiamo il numero di gocce di lavanda da 5 a 8),

5 gocce di oleolito di calendula (facoltativo);

mescolare bene gli ingredienti insieme e solo dopo aggiungerli all’acqua del bagnetto.

- Far si che il bambino beva moltissima acqua e che assuma il più possibile cibi alcalinizzanti come frutta e verdura basica (pesche, prugne, mele, pere, zucchine, carote, patate, broccoli, spinacini crudi etc). Ottimi gli estratti con frutta e verdura basica.

I consigli qui riportati si basano sulla mia esperienza personale di mamma. Consultate il vostro medico per avere informazioni specifiche.

Giulia Mandrino

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna