Dermatite seborroica e dermatite da pannolino nei neonati: come combatterle

La dermatite è una condizione che può colpire anche gli adulti, ma che tende a manifestarsi soprattutto nei bambini. Le forme di dermatite più diffuse, nei bimbi, sono quella seborroica e la dermatite da pannolino: due versioni che possono causare diversi problemi al neonato per via dei loro sintomi altamente fastidiosi. Di cosa si tratta? In sintesi, la dermatite è una forma di infiammazione generica della pelle, che può provocare effetti molto diversi in base alla tipologia. Vediamo dunque di scoprire quali sono i sintomi della dermatite seborroica e da pannolino nei neonati, e come combatterle entrambe.

Dermatite seborroica e dermatite da pannolino nei neonati: come combattere le principali infiammazioni della pelle dei bambini nei primi mesi

I sintomi della dermatite seborroica e da pannolino

Come si manifestano queste due patologie infiammatorie della pelle, quando colpiscono un bimbo? I sintomi della dermatite seborroica, sono i seguenti: intanto la comparsa di un eritema piuttosto diffuso e acceso, seguito dalla formazione di squame e croste giallastre. Nei neonati fino a sei mesi può verificarsi sotto forma di crosta lattea, mentre nel restante dei casi si manifesta soprattutto sul viso, sull’arcata delle sopracciglia e sul cuoio capelluto. Alle volte, la dermatite seborroica può comparire anche nella zona inguinale e sul collo. Quali sono, invece, i sintomi della dermatite da pannolino? Questa forma di infiammazione della pelle si manifesta tramite la comparsa di zone arrossate dagli eritemi, insieme ad un gonfiore della cute. In questo caso si parla comunque di una forma di dermatite transitoria, dovuta al contatto e allo sfregamento con i pannolini sporchi: di riflesso, colpisce zone come il sedere e le parti intime.

Come curare entrambe le forme di dermatite?

In entrambi i casi è possibile fare ricorso ad una buona crema per dermatite come questa, ovvero una delle soluzioni più immediate e sicure per trattare questa condizione cutanea. Per quanto riguarda gli altri trattamenti, si comincia dalla dermatite seborroica: qui la crema è l’unica soluzione realmente percorribile, in quanto ha lo scopo di ammorbidire le scaglie grazie alla sua azione emolliente. Nel caso della dermatite da pannolino, invece, basta detergere le zone affette dall’infiammazione: si consiglia di cambiare spesso i pannolini, e di evitare di stringerli in modo eccessivo.

Quali sono le cause di queste due dermatiti?

La dermatite da pannolino è causata dal contatto della pelle con le feci e le urine contenute nei pannolini sporchi: dunque l’infiammazione è dovuta al contatto continuo con gli agenti irritanti che si trovano in queste situazioni. Viceversa, è molto complicato risalire alle cause responsabili della dermatite seborroica: ancora oggi sono diversi gli esperti che si interrogano su questa non comune crescita cellulare della pelle. In certi casi, però, questa forma di dermatite potrebbe essere un’avvisaglia di altre patologie, come ad esempio la psoriasi o una forma atopica dell’infiammazione. Ecco perché si consiglia sempre di rivolgersi ad un bravo dermatologo.

Ti potrebbe interessare anche

La dermatite atopica
Cristalfarma, l’azienda fitoterapica di cui ci fidiamo
Come gestire in maniera naturale la dermatite da pannolino
I rimedi omeopatici per i raffreddori estivi
Consigli per gestire la dermatite atopica
Consigli per gestire la crosta lattea
Pannolini lavabili per mamme incasinate

Schermata 2018 06 15 alle 12.36.52

 

 

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter