La tuttologa

Tutti ne conosciamo almeno uno/una. E' quella persona che sa tutto, ha visto tutto, letto tutto, lo ha già fatto prima di te o lo voleva fare.
E' fastidiosa come un collant troppo corto, col cavallo che ti sta basso e ti fa continuamente tirare su l'elastico in vita.
Lui/lei sa di cosa stai parlando, sempre, perché è informata/o, lo ha sentito dire o letto non ricorda più dove.
Se gli/le parli di una cosa annuisce sempre, ma non interviene, perché il segreto è che non anticipa mai una risposta per non sbilanciarsi, aspetta che tu finisca, poi lo sapeva, ripete le stesse tue cose ma ... non è d'accordo ... no ... ne sa di più!
Tu dici: bello quel posto, lei ci è già stata e non era un granché
Tu dici: buono quel ristorante, volevo andarci ma ha pessime recensioni
Tu dici: bianco, lei/lui risponde nero
Tu hai fatto una cosa: non la farebbe mai perché è una cavolata, non ne vale la pena
E non sia mai che gli si dispensi un consiglio, loro certamente conoscono di meglio, il miglior dottore, il miglior ospedale, la cura migliore, il tragitto più breve, la strada meno trafficata, il prodotto di marca, il posto più bello e più vicino, logicamente tutto al miglior prezzo.
Casa loro è più grande della tua o se più piccola è più accogliente, loro in vacanza mangiano sempre bene, spendono sempre meno di te, il viaggio non è mai da bollino nero, il tempo è sempre serenissimo.
È tutta una loro scelta, non è mai una botta di culo e mai che gli capiti una sfiga imprevista, la fortuna per loro non esiste, loro sono patroni del destino, scrivono la storia anzi loro sono storia.
Loro sono negativi nel giudicare, sempre, quello che riguarda gli altri, cercano di dimostrarti che loro sanno ed è per questo che gli va sempre liscia.
E tu?! Tu sei quella positiva, a cui piace provare, che ti entusiasmi con poco, che sei sempre più o meno soddisfatta, non ti informi, lo provi sulla tua pelle e se va male ... pace andrà meglio alla prossima, sarà una di quelle cose di cui prima o poi ci riderai sopra...
Loro trovano che ci sia poco da ridere sulle tue disavventure, loro non ridono alle tue battute ma solo alle loro ... di loro ne conosciamo almeno uno (solitamente più di uno) e anche se li ho già inquadrati, anche se il tempo passa, anche se maturo con gli anni, anche se conto fino a dieci, riescono ancora a farmi saltare i nervi, li vorrei scrollare e dirgli in facci quello che penso "ma vaffa.... Stupida pomposa tuttologa dei mie stivali ... non hai di meglio da fare? Se la tua vita è così stupenderrima ma cosa ti frega di metter becco nella mia?! Occupa il tempo a smacchiare il leopardo piuttosto che rompermi le scatole ..." ma solitamente taccio perché in un attimo di lucidità che precede questa frase mi rendo conto che è vera più che mai la frase che diceva mia nonna "chi può fa, chi non può critica".

Elena Vergani, autrice di Il mondo è bello perchè è variabile

immagine tratta da http://dietsarefattening.com/

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna