Tutto quello che dovete sapere sull'uso del tiralatte

Oltre alla spremitura manuale del seno che trovate spiegata dettagliatamente nel mio libro Il neonato e i suoi segreti, esistono alcune condizioni in cui può essere utile invece la spremitura del latte dal seno utilizzando un dispositivo chiamato tiralatte. Inoltre per alcune donne la spremitura manuale, soprattutto in alcuni momenti, può risultare una pratica difficoltosa, oltre che dolorosa: l’uso del tiralatte rappresenta invece una buona soluzione alternativa.

Ecco tutto quello che dovete sapere sull'uso del tiralatte: i consigli dell'Ostetrica Angela Dinoia tratti dal suo libro Il neonato e i suoi segreti

In commercio esistono due tipologie di tiralatte: manuale ed elettrico. La scelta deve essere strettamente legata all’utilizzo che si pensa di farne, ma in qualsiasi caso vi consiglio l’acquisto o il noleggio di apparecchi prodotti da aziende leader in questo settore.

Il tiralatte manuale è indicato per le donne che hanno la necessità di tirare il latte solo occasionalmente: è maneggevole, facile da usare e costa poco.
Diversamente, se dovete usarlo frequentemente nel corso della giornata per stimolare il seno e aumentare la produzione di latte, oppure perché il bambino non riesce ad attaccarsi al seno (per esempio bambino nato prematuro oppure ricoverato), vi consiglio la scelta del tiralatte elettrico.

Meglio ancora un tiralatte elettrico a doppio attacco, che permet- te di svuotare entrambi i seni contemporaneamente.
Qualora doveste riprendere a lavorare esistono in commercio dei piccoli tiralatte elettrici portatili che sono molto comodi e funzionano bene. Il tiralatte elettrico si può noleggiare anche in farmacia.

È bene ricordare due aspetti importanti dell’uso del tiralatte:

1. Se volete aumentare le secrezione di latte, se il neonato si attacca al seno poche volte oppure non si attacca (per esempio quando è prematuro), dovete usare il tiralatte almeno sei volte nelle 24 ore, per un tempo minimo di almeno 10-15 minuti a seno. Se invece necessitate di piccole scorte di latte, magari per riuscire ad andare una volta ogni tanto al cinema o per una cena romantica con il vostro compagno, potete spremere il latte anche una sola volta al giorno. Alcune mamme preferiscono tirare il latte di mattina, perché ne trovano molto; altre invece preferiscono tirarlo un’ora dopo la poppata del bambino; altre ancora di sera.

2. Prima di usare il tiralatte, sia elettrico che manuale, per estrarre il latteconmaggiorsuccessoèutilestimolareilriflessodiemissione. Per attivarlo potete effettuare un massaggio del seno oppure un impacco caldo (per il massaggio del seno vedi pagina 43 del mio libro).

Gli apparecchi per tirare il latte sono facili da usare, ma per imparare a sfruttarli al meglio vi consiglio di farvi aiutare, per le prime estrazioni, dalla vostra ostetrica.

Angela Dinoia, articolo tratto dal libro Il Neonato e i suoi segreti, Mental Fitness Publishing. 

Ti potrebbe interessare anche

Mimi Stevenson, mamma sopravvissuta e paladina dell’allattamento
Come curarsi durante l’allattamento?
Carlos Gonzales, il pediatra che ci dice davvero cosa serve ai bambini
E voi, la fareste la balia?
Le belle parole di Olivia Wilde sull’allattamento
Quando le immagini della maternità si trasformano in opere d’arte
La mamma che allatta durante il travaglio è la nostra nuova super eroina
La delicata provocazione dell’angelo di Victoria’s Secret a favore dell’allattamento
Come fare per allattare quando si è incinta
Fino a quando è giusto allattare?
Omeopatia per il neonato
Come capire se il neonato ha fame

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

banner 300x250chebuoni

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter