La scelta di allattare

"...Immaginate la scoperta di un nuovo sistema di alimentazione in grado di fornire al neonato un cibo nutriente e buono, contemporaneamente in grado di proteggere il neonato dalle malattie e dalle infezioni e di rafforzarne il legame con la madre. Il prodotto sarebbe disponibile ovunque, nella quantità richiesta, e non richiederebbe confezionamento, conservazione o preparazione alcuna. Chissà quanto guadagnerebbe l'inventore di un prodotto simile!"
(Tratto da un documento prodotto nel dicembre 1991 dal gruppo Unicef per l'Iniziativa Ospedale Amico dei Bambini) fonte IBFAN

Ebbene care mamme, il sistema di alimentazione è stato inventato.. è il latte materno!

La Presidente dell'Associazione Mamma Pret-a-porter, nonché mia cara e stimata amica, mi ha proposto di scrivere questo articolo sull'allattamento in coincidenza con la nascita di una splendida bimba, figlia di conoscenti molto vicini. Ebbene, la mamma ha deciso per la sua neonata un sistema di alimentazione completamente artificiale, fin dal primo giorno di vita. Perché vi ho raccontato questo episodio? Perché questo articolo mi da l'occasione di "svuotarmi" e raccontare ciò che non sono riuscita a dire a voce alla diretta interessata.
Occorre fare una premessa. Collaboro con molta soddisfazione con Mamma Pret-a-porter per la condivisione dei valori su cui è fondata l'associazione, e tra questi c'è il "rispetto per le scelte individuali di chi si rivolge a noi", ecco perché non mi permetto nelle mie consulenze di esprimere giudizi in merito alle scelte che i genitori fanno o suggerire approcci diversi, a meno che non espressamente richiesti.
Quindi, se si parla di SCELTA che il genitore decide di fare per il proprio bambino/a non deve dimenticare due cose:
1) che la parola SCELTA indica che si sono acquisite tutte le conoscenze (fondate) riguardo l'argomento, affinché la decisione sia consapevole e dopo aver valutato tutte le alternative possibili (e le relative conseguenze)
2) che il genitore non deve scegliere solo per sé; non si deve dimenticare che quella scelta RICADRA' sul bambino/a da quel momento e per tutta la sua vita nell'età adulta. Quindi occorre ricordare che siamo responsabili al 100% di una vita, che non ci appartiene nonostante il forte legame, che è l'Amore.
Detto questo, già sappiamo quanto sia utile per il corretto sviluppo del sistema immunitario del bambino ma meno viene detto riguardo all'importanza del latte materno per stimolare le reazioni immunitarie alle vaccinazioni... (il latte artificiale non contiene anticorpi trasmessi invece dal latte materno). Così non solo non li proteggiamo ma aumentiamo il rischio che si ammalino di più.
L'elenco dei benefici dell'allattamento materno è veramente lungo e tocca sfere inimmaginabili: dall'incidenza di otiti e carie, al sistema gastrico - intestinale (coliti), lo sviluppo neurologico e del cervello, il sistema muscolare, il linguaggio, la sfera emotiva e relazionale nella vita del bambino in età adulta! Tutto questo grazie al perfetto funzionamento del "sistema di comunicazione" tra necessità nutrizionali del bambino e la composizione del latte materno, che si adegua letteralmente secondo le sue fasi di crescita. Insomma, il latte materno non può sbagliare, anche perché, contrariamente a quanto si dice, non dipende da quello che mangia la madre...
Ma non dimentichiamo l'importanza che il latte materno ha anche per noi donne; è utile a ridurre la ritenzione di grasso depositato durante la gravidanza, stimola le contrazioni uterine utili nell'immediato dopo parto, riduce il rischio della depressione post-partum, aiuta a ridurre le fratture ossee a cui saremo più soggette in età avanzata, a proteggerci da gravidanze indesiderate, a diminuire il rischio di contrarre alcuni tipi di tumore...
Insomma occorre capire che allattare fa parte della gestazione a tutti gli effetti, che fa parte della nostra natura fisico-biologica e che interrompendo questa catena lasciamo a metà la corretta crescita dei nostri cuccioli e il riequilibrio di cui la donna ha bisogno dopo la gravidanza. Ma facciamoci coraggio! Questa "catena calda" si è persa nella nostra cultura (a causa dell'industrializzazione e della promozione al consumo) ma ora è giunto il momento di tornare a farla funzionare...
Esistono ragioni valide per cui voi potreste far parte di quelle mamme che hanno bisogno di evitare l'allattamento al seno, questo non è escluso e non è una colpa. A maggior ragione avrete bisogno di qualcuno che si occupi di voi, per il vostro sostegno, per ascoltarvi, per darvi informazioni favorendo la vostra autostima materna, troppo piena di falsi miti e voci di corridoio dannose, per darvi sicurezza, protezione e consapevolezza.
Allattare al seno non è un compito facile, ma non allattare lo è ancora di più.

Paola Sangiorgio, Educatrice perinatale e Consulente in allattamento materno, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel. 349-5001771

 

Mamma Pret a Porter non è una testata medica e le informazioni fornite hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di un pediatra (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, fisioterapisti, ecc.) abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non devono essere considerate come consiglio medico o legale.

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter