Aspiratore nasale sì, aspiratore nasale no?

Il mondo delle mamme è sempre diviso tra le pro e le contro. Pro e contro qualsiasi cosa. Allattamento, svezzamento, medicine… E anche i nasini che colano ai nostri bimbi non sono risparmiati da queste diatribe, poiché le scuole di pensiero si assestano su due fronti: le mamme a favore degli aspiratori nasali e quelle contro.

Noi? Siamo a favore. E ora vi spieghiamo perché.

Aspiratore nasale sì, aspiratore nasale no? I nostri consigli sulla pulizia del naso dei bimbi, e come questa sia benefica per la loro salute generale

Non serve molto per spiegare il nostro essere a favore dei lavaggi nasali frequenti ma delicati: semplicemente, pulire il nasino dal muco in eccesso non significa solo togliere un fastidio al bambino, ma proteggerlo dalle malattie.

Se infatti il raffreddore è decisamente uno dei fastidi più antipatici (soprattutto la notte, quando i bimbi faticano ancora di più a respirare), esso ha risvolti anche più seri, poiché in tutto quel muco che i bimbi producono si annidano germi e batteri, i principali responsabili delle infezioni respiratorie. Lasciarli pacificamente lì è deleterio, soprattutto durante i raffreddori, ma lo è anche nei giorni “normali”, quelli durante i quali la minaccia delle malattie stagionali sembra ben lontana. Già, perché il muco è sempre presente (anche se in minor quantità) ed è proprio qui che prolifica la colonizzazione da parte dei germi e dei batteri, esseri che non si fermano al nasino ma che passano alla bocca, alle orecchie e alle vie respiratorie.

Nei bambini questa colonizzazione è più pericolosa rispetto che negli adulti per un semplicissimo motivo fisico: orecchie e naso sono collegati dalla tuba di Eustachio, un piccolo tubo che prima dei 6 anni di età è orizzontale, e che diviene obliquo solo con gli anni. Ecco perché le otiti sono più frequenti, così come le altre malattie respiratorie (il tutto condito dalla minor forza del sistema immunitario, che in loro si sta formando). Se dunque le secrezioni nasali ristagnano, maggiore è la quantità di ammalarsi!

Se non quotidiano, il lavaggio deve allora essere comunque frequente, soprattutto in presenza di muco, sempre delicato ed eseguito in maniera corretta. In giorni “normali”, quindi, basteranno delle goccine di soluzione fisiologica nelle narici, per ammorbidire il muco, far sì che non si secchi e che venga espulso in maniera naturale, soprattutto attraverso gli starnuti.

Durante i raffreddori e i malanni stagionali, tuttavia, la pulizia semplice non basta, ed è qui che vengono in aiuto gli aspiratori nasali (ma solo in questo caso: al contrario, aspirando troppo frequentemente secchereste la mucosa causando irritazioni), come ad esempio il pratico Nasale Care di Miniland, il marchio spagnolo di baby care di qualità. In questo caso, il dispositivo è elettronico, ed è molto più comodo rispetto agli aspiratori meccanici che prevedono tubicini e pompette.

Tenete sempre il vostro aspiratore a portata di mano, durante i raffreddori forti: quando il bambino eccede nell’espulsione di muco (che, quando giallo, spessissimo è solo sintomo di muco stagnante e non di altre malattie), è bene aiutare il suo nasino a ripulirsi. E quando l’aspiratore è comodo è ancora meglio, poiché permette di eseguire questa pratica spesso odiata dai bambini in maniera veloce, pratica e discreta. Quando ergonomico, infatti, l’aspiratore permette di utilizzare una mano sola, tenendo in braccio i bimbi e facendoli così sentire al sicuro.

Il bello di aspiratori come quello di Miniland è anche la sicurezza igienica, poiché permettono di depositare il muco in un contenitore interno isolato dal resto dell’apparecchio, evitando il contatto con le secrezioni appena eliminate. E anche la pulizia è semplicissima: basta svuotare il piccolo contenitore e lavarlo con acqua e sapone.

 

Mamma Pret a Porter non è una testata medica e le informazioni fornite hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di un pediatra (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, fisioterapisti, ecc.) abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non devono essere considerate come consiglio medico o legale.

Ti potrebbe interessare anche

I Biberon Termici senza BPA
Un baby monitor per portare sempre con noi i nostri bimbi
Uno scaldabiberon intelligente? Sì, esiste
eMyBaby, l’applicazione perfetta per monitorare il tuo bambino
Come rendere il momento del bagnetto divertente con 10 giochi
5 risposte a 5 miti sulla febbre dei bambini
3 tecniche dall’Oriente per diminuire le coliche
Un Natale solidale con Miniland
BeMyBuddy, il baby monitor che rivoluziona la categoria
Come organizzare gli spazi di casa quando arriva un bebè
5 cracker da fare con l’essiccatore
9 idee di snack box per la scuola con Petit Fernand

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter