Zucchero e tumori: come prevenire il cancro con l'alimentazione

L’alimentazione svolge un ruolo chiave nella prevenzione di patologie, anche e soprattutto nelle problematiche tumorali. Un alimento che forse in pochi sanno svolgere un’attività nociva in queste situazioni è lo zucchero.

Ecco allora che vi spieghiamo la connessione zucchero e tumori: come prevenire il cancro con l'alimentazione attraverso il contenimento degli zuccheri raffinati.

Uno studio italiano durato 11 anni, in cui sono state coinvolte più di 8000 donne, ha sentenziato che un’alimentazione ricca cibi ad alto indice glicemico (alimenti in grado di alzare la glicemia, ovvero il livello di zuccheri nel sangue) è associata ad un incremento del rischio di cancro al seno del 45 %. Dati sperimentali hanno dimostrato che le cellule tumorali, per crescere, si nutrono di zucchero e necessitano di insulina (ormone prodotto normalmente dal pancreas, la cui funzione è quella di abbassare la glicemia). Le cellule cancerogene sono in grado di esprimere proteine abili a captare insulina e altri ormoni simili ad essa. Queste cellule, quindi, sono capaci di incamerare all’interno di essa lo zucchero grazie all’insulina, utilizzandolo come fonte di energia per crescere e duplicarsi. L’insulina, chiamata anche ormone dell’ingrassamento, favorisce infatti la produzione di fattori che promuovono la crescita cellulare che è alla base dello sviluppo di tumori. Ciò che attiva l’insulina è lo zucchero. Un eccesso di zuccheri (soprattutto quelli ad alto indice glicemico come la pasta o i dolci) nella propria alimentazione induce un aumento della glicemia con conseguente produzione di insulina. Questi picchi di insulina, oltre a favorire il sovrappeso o peggio ancora l’obesità, comportano un’ipoglicemia (abbassamento repentino dei livelli di zuccheri nel sangue) con conseguente nuova richiesta di zuccheri e quindi fame. Maggiore è il consumo di zuccheri, maggiore è la voglia di essi. Fondamentale dunque avere un’alimentazione controllata: privilegiare l’assunzione di alimenti a basso indice glicemico e cibi integrali, riducendo l’apporto di farine raffinate, patate, marmellate e dolci. Una sana alimentazione associata all’attività fisica (altra “arma” in grado di abbattere l’insulina) permette di interrompere il circolo vizioso della richiesta di zuccheri, prevenendo lo sviluppo di cancro e altre numerosi patologie infiammatorie.

Dr. Alessio Tosatto
Biologo Nutrizionista IMBIO

Ti potrebbe interessare anche

Deodoranti naturali senza alluminio e parabeni
Perché lo sciroppo d'acero è il miglior dolcificante per bambini
La stevia, il dolcificante naturale ipocalorico
15 ragioni per eliminare dalle nostre case lo zucchero bianco

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna