The Heart Followers, la scelta di vita di una famiglia norvegese che sta facendo il giro del mondo

Diciamo sempre di voler seguire uno stile di vita più ecologico, sostenibile. Differenziamo, mangiamo meno carne, sprechiamo poco. Ma non saremo mai al pari degli Hjertefølger, la famiglia norvegese che in un clima artico ha saputo creare il suo habitat perfetto.

The Heart Followers, la scelta di vita di una famiglia norvegese che sta facendo il giro del mondo: l’esempio ecologico della famiglia Hjertefølger, che vive immersa nella natura ed è felicissima

Tra i luoghi comuni più comuni di sempre c’è una frase. Quale? “Vorrei mollare tutto e andare a vivere fuori dal mondo, immerso nella natura, lontano dalla città”. Ma poi, chi è che lo fa davvero? Nessuno, praticamente. Restiamo impantanati nella nostra routine, nel nostro lavoro, nella nostra vita che pur anelando all’originalità sta sempre nel solco della “normalità”.

Ma c’è qualcuno che questa decisione l’ha presa, e alla fine in mezzo alla natura ci vive davvero, appieno, e comprende fino in fondo il suo impatto sul mondo. Parliamo di Ingrid Marie e Benjamin Hjertefølger, una coppia di avvocati norvegesi specializzati in sostenibilità dell’edilizia che ha deciso di costruire la propria casa in una zona completamente disabitata, in un clima artico, per crescere i propri figli in mezzo alla natura in maniera estremamente sostenibile. 

La loro casa, a forma di geode e costruita interamente con un mix di sabbia, argilla e paglia e vetro, si trova a Gildeskal, nella contea norvegese Nordland (vicinissima al circolo polare artico). E potete ammirarla in un magnifico documentario di dieci minuti che si trova qui sotto, e che racconta come la famiglia viva in maniera ecosostenibile, coltivi le sue verdure e si protegga dal difficile clima esterno, in armonia totale con la natura circostante.

(foto 1 http://www.kuriositas.com/2016/06/the-heart-followers.html)

Il documentario è stato presentato l’anno scorso dal film maker Tord Theodor Olsen, regista norvegese che ha deciso di mostrare al mondo cosa significa inseguire davvero il sogno di molti. Un sogno che può sembrare una scelta di vita hippie declinata in maniera contemporanea, ma che nel profondo vuole solo significare la volontà di allontanarsi davvero dal mondo dal mondo creando comunque una famiglia felice.

Lo stesso regista ha raccontato al blog Short of the week cosa ha significato girare questo documentario, approcciando una famiglia che per scelta ha deciso di allontanarsi da tutti. 

“In veste di giornalista, ho incontrato la famiglia nel 2012, quando stavano ancora costruendo la loro casa - ha raccontato - e hai presente quando conosci qualcuno con il quale sei da subito completamente a tuo agio? Ecco. Calma e armonia mi hanno da subito invaso. Non in maniera “meditativa”; piuttosto, è qualcosa riguardo alla loro gentilezza e apertura. Volevo perciò che anche altri facessero la loro conoscenza, avessero la stessa esperienza. Ed ecco che ho deciso di girare un breve documentario su questa famiglia e i suoi valori, per creare lo stesso stato di calma mentale nei miei spettatori”.

(foto 2 http://www.barcroft.tv/glass-dome-sustainable-eco-house-arctic-circle-sandhorney-island-norway)

 

Video

Ti potrebbe interessare anche

tRiciclo, Bimbi a Basso Impatto
Perché il biologico deve essere la norma, e non l’eccezione
La maternità nel mondo: essere mamma in Norvegia
Heritage: le biciclette senza pedali che nascono dal riciclo
Bimbillaria: l'abbigliamento per vivere all'aperto tutto l'anno
Come la Royal Family del Buthan ha festeggiato la nascita del piccolo erede
15 usi del bicarbonato di sodio che vi cambieranno la vita
10 buone abitudini delle mamme che possono salvare il pianeta
Earth day per mamme
I tipi di pannolini lavabili

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter