La vita segreta di una mucca

Compaiono in tv e sui giornali diversi servizi ed articoli negli ultimi tempi che parlano delle condizioni disumane degli animali da allevamento. Ma quanto sarà diffuso questo fenomeno? La carne che noi mangiamo non è proveniente da mucche che mangiano erba? O comunque fieno ma sempre qualcosa di naturale? Ma gli animali da allevamento sono animali intelligenti tipo cani oppure no? Ma queste persone che mangiano vegan saranno i classici hippy polemici che passano le giornate ad accarezzare le formiche?

Per chiarirci un po' le idee abbiamo intervistato Paola Rizzante, veterinaria, per scoprire quali siano le condizioni degli animali da allevamento.

Ciao Paola, ci racconti qualcosa sulle condizioni di vita e di macellazione degli animali da allevamento?

"La questione è molto complessa e articolata. Gli animali cosiddetti da allevamento comprendono bovini, suini, lagomorfi (conigli), ovicaprini, equini, avicoli, da pelliccia, specie ittiche.
A livello intensivo lo sfruttamento è ai massimi livelli per ognuna delle specie elencate: inseminazione artificiale, allontanamento precocissimo dei nati dalle madri, somministrazione di farmaci e ormoni, substrati e ambienti non compatibili con l'etologia degli animali, sovraffollamento e conseguente stress e fenomeni di cannibalismo (soprattutto negli avicoli), igiene assente, trasporti verso i luoghi di macellazione in condizioni inumane, mancanza di stordimento adeguato all'atto della macellazione e spesso dissanguamento e bollitura in stato ancora cosciente.
Questa è sola una esigua lista di ciò che sono costretti a subire gli animali negli allevamenti."


Gli animali da allevamento sono intelligenti? Si accorgono quando sono portati al macello?

"Ormai è universalmente e scientificamente riconosciuto che gli animali non umani siano in grado di sentire la sofferenza ma non solo quella fisica ma anche quella psicologica.
Molte vacche muggiscono per giorni dopo il distacco dal proprio vitello ( che avviene appena nato poiché il latte non è destinato a lui ma al genere umano).
Sanno amare, si divertono e scelgono ciò che li fa stare bene.
Nei sudici e scivolosi corridoi che li portano al macello si ritrovano in fila indiana e impossibilitati alla fuga, sono costretti a vedere e sentire i lori compagni mentre vengono giustiziati, appesi ancora coscienti mentre vengono scuoiati e dissanguati.
Questi animali sentono l'orrore che a breve li colpirà e cercano di fuggire disperati e spaventati.
In questi momenti viene secreta adrenalina, l'ormone della paura."

Come vengono nutriti gli animali?

"lo scopo unico degli allevamenti è quello di far crescere in fretta la massa muscolare degli animali. Vengono denominate industrie della carne infatti.
Questo obiettivo non sarebbe possibile se venissero somministrati alimenti "naturali".
Gli animali vengono letteralmente pompati con mangimi medicati ossia mangimi che contengono ormoni della crescita, proteine (spesso animali, vedi fenomeno della mucca pazza) e antibiotici perché nelle condizioni in cui vivono si ammalano facilmente.
Inoltre la qualità dei mangimi è scarsa per poter risparmiare e le farine sono spesso ricche di allergeni e muffe.
Tutto questo "nutre" la carne e in essa rimane e viene assunta dal consumatore finale."

Perchè sei diventata vegana?

"E' possibile e auspicabile vivere e vivere bene senza sfruttare nessuno e senza uccidere.
Ormai sono parecchi i medici che sostengono la dieta veg.
Sono dimostrate correlazioni tra diverse patologie e proteine animali.
Risulta quindi una scelta etica ma anche salutistica.
Oltre a questi aspetti molte persone puntano l'attenzione verso la purezza d'animo e del corpo e decidono di non cibarsi di violenza.
Un mondo senza violenza parte dalla tavola, un ottimo insegnamento per i nostri bimbi. La gente mangia carne pensando di diventare forte come un bue. Dimenticando che il bue mangia erba.
Ed è così!non è assolutamente necessario cibarsi di proteine animali x essere forti!lo dimostrano tantissimi atleti e body builder.

Alcuni sostengono che i vegani abbiano fisiologicamente carenze di vitamina b12. Cosa ne pensi?

"La questione della vitamina b12 è piuttosto controversa.
Essa si ritrova nelle verdure non lavate e nei prestomaci dei bovini.
Alcuni medici consigliano comunque di assumerla ed esistono integratori sintetici veg.
Altri medici invece non considerano la carenza come una patologia."

Cosa ci puoi dire in merito ai derivati quindi latte e uova?

"Lo sfruttamento degli animali però riguarda anche una vastissima fetta di alimenti di origine animale come il latte, il formaggio e le uova.
Questi alimenti si trovano ovunque, in qualsiasi forma.
Non mi soffermo sulla insalubrità di tali alimenti ma sulla eticità: per produrre latte e formaggi una vacca deve partorire un vitello come accade per noi umani.
Il vitello le verrà tolto appena nato, cresciuto in gabbioni asettici e bui completamente soli senza avere mai la possibilità di correre e brucare, allattato con latte artificiale.
se maschio verrà ucciso dopo pochi mesi come carne bianca (leggi anemica); se femmina invece diventerà anch'essa una produttrice di latte.
Il latte viene munto senza alcuna delicatezza e viene spinta la selezione di vacche molto prolifiche. Spesso le mammelle diventano talmente pesanti che causano dolori, mastiti e infine l'impossibilità di movimento ( le famose vacche a terra). Verrano quando trascinate alla morte con pungoli elettrici, macellate e vendute come carne di seconda scelta.
Questo se va bene accade verso i 5 anni della vacca mentre in natura un bovino può vivere fino a 20 anni!
Da un uovo di gallina ovaiola fecondato nasce il pulcino: esistono operai addetti al riconoscimento del sesso. Interessa solo la femmina poiché diventerà anch'essa una produttrice di uova.
Alla pulcine verrà tagliato il becco e infilate in incubatori per poi essere trasferita in gabbie con fondo a rete in cui spesso le zampe si feriscono e sono immerse tra i loro escrementi. In ogni gabbia convivono molte galline in ambienti chiusi e illuminati artificialmente per garantire la produzione continua di uova (in natura la deposizione di uova avviene ogni 2 giorni circa, in batteria + volte al di).
Il becco viene tagliato affinché non possano ferirsi a causa delle condizioni di forte stress in cui sono costrette a vivere.
Dopo pochi anni non essendo più in grado di deporre vengono macellate ormai esauste e gravemente malate.
Il pulcino maschio appena nato viene poggiato su nastri trasportatori che portano a un trituratore. Da esso deriva lo scarto che diventa alimento per altri animali."

Ti potrebbe interessare anche

Apple pie: la ricetta sana e facile senza latticini
Broccoli, le proprietà e le idee per farli mangiare ai bambini
Come veganizzare le ricette variando gli ingredienti
10 ricette con la zucca

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna