Il Parco Cinque Sensi, paradiso della sensorialità

Vicino a Viterbo esiste un Parco che renderebbe orgogliosissima Maria Montessori e piacerebbe a tutti i pedagogisti più all’avanguardia. Parliamo del Parco Cinque Sensi, il percorso perfetto per bambini e adulti per risvegliare la propria sensorialità immergendosi nella natura e passando una giornata all’aria aperta.

Il Parco Cinque Sensi, paradiso della sensorialità: vicino a Viterbo il percorso a piedi nudi per rimettersi in contatto con il proprio corpo e la propria mente

L’apprendimento passa prima di tutto dai cinque sensi: lo sapeva Maria Montessori e noi ne siamo convinti. Sperimentare il mondo attraverso tatto, gusto, udito, olfatto e vista è la base della vita, la prima forma di comunicazione del bambino, che sempre attraverso questi cinque sensi di anno in anno acquisisce la sua indipendenza. 

Ecco perché il Parco Cinque Sensi è davvero prezioso e ognuno dovrebbe farne esperienza: affrettatevi, però, perché il parco è aperto solo nei mesi più caldi e quindi il 31 ottobre chiuderà, per riaprire i battenti la prossima primavera.

Questo Parco Cinque Sensi si trova in centro Italia. Appena arrivati vi chiederanno di togliervi le scarpe: per fare davvero un’esperienza sensoriale, infatti, bisogna essere in contatto profondo con la terra. 

Camminare a piedi scalzi, non a caso, è il modo più naturale e sano di spostarsi. Si prevengono i raffreddori (con un po’ di freddo ai piedi il corpo produce naturalmente calore!), migliora la circolazione e rafforza tutto l’organismo. Quello di muoversi scalzi è un gesto tipico dell’infanzia (che gli adulti troppo spesso mettono da parte), l’unico che permette di provare vibrazioni e sensazioni davvero genuine.

Ed ecco che inizierete il percorso. In un attimo i vostri piedi si abitueranno alla ruvidità e alla fine del percorso sentirete davvero un senso di rinvigorimento, sia fisico che mentale.

Tra vasche umide (di fango cretoso, torba o piccoli sassolini bagnati), vasche asciutte (riempite di tappi di sughero, sabbia o lavanda a seconda della stagione), coppi, pneumatici riciclati, pigne, fango, conifere e sorprese i grandi e bambini passeggeranno immergendosi completamente nella natura. Sul percorso si troveranno quindi i più diversi tipi di terreno, uno stratagemma che è un toccasana per i piedi e un momento divertentissimo per la famiglia.

Il bello del percorso è che è adatto davvero a tutti: grandi, piccoli, piccolissimi, anziani, diversamente abili… 

(foto 1 www.parcocinquesensi.it)

Se deciderete di passare una giornata nel Parco Cinque Sensi dovrete anche mettere in conto che spesso sono previsti laboratori e attività ludiche pensate per stimolare ancora di più la sensorialità e la curiosità di grandi e piccini! Da non perdere, insomma.

E per chi viene da lontano l’ideale sarà fermarsi a riposare e dormire in questo bellissimo parco di conifere, per assaporare fino in fondo l’esperienza: nel Parco dei Cimini sono presenti bellissimi alloggi in stile montano per tutta la famiglia, e siamo sicuri che il riposo sarà davvero ristoratore. Così come il cibo che potrete mangiare: il pane cotto sul bastone sarà un’esperienza che non dimenticherete mai!

(foto 2 www.parcocinquesensi.it)

Ti potrebbe interessare anche

I giochi di riciclo da proporre per il giardino condominiale
Senza paura, crescere in una società avversa al rischio: il libro di Tim Gill
I bambini possono giocare nel giardino condominiale?
Gli 8 strumenti per studiare la natura divertendosi

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna