Consigli di bellezza e benessere per mamme (incasinate) al mare

Non so voi, ma per me il periodo che trascorro al mare con i miei figli è il più faticoso di tutto l'anno (forse perchè c'è da gestire anche il marito...). Comunque qualche semplice trucchetto prenderci cura di noi lo possiamo assolutamente mettere in pratica. 

Ecco allora 5 semplici consigli di bellezza e benessere per mamme (incasinate) al mare, quindi per chi come me ha pochissimo tempo da dedicare a se stessa:

1. olio per i capelli: basta davvero un attimo. Versiamo e massaggiamo bene dell'olio disemi si sesamo sui nostri capelli, in particolare sulle punte. In questo modo i capelli riceveranno nutrimento e saranno protetti dai raggi UVB. Se siete impossibilitate a comprare l'olio di semi di sesamo potete utilizzare olio di oliva o olio d'argan. Ottima protezione per i capelli è anche l'hennè, per cui potete optare per una colorazione di hennè naturale prima di partire per il mare. Se volte una ricetta specifica per proteggere i capelli eccola:

- 4 cucchiai di gel di aloe.

- 1 cucchiaio di burro di karitè

- 4 cucchiai di olio di semi di sesamo

- 3 gocce di olio essenziale di tea tree

- un cucchiaino di vitamina E

Mescoliamo bene gli ingredienti e teniamo in frigorifero al massimo per 1 mese. 

2. scrub con la sabbia: non cè nulla meglio per la vostra pelle (a meno che siate così folli da non utilizzare la crema solare e quindi irritare la vostra epidermire con gli arrossamenti provocati dal sole) di uno splendido scrub con la sabbia. Basta sedervi sul lungomare e massaggiare con movimenti circolari gambe e braccia: chiedete ai vostri piccoli di aiutarvi, ne saranno lieti. La sera tanta crema idratante e la vostra pelle sarà pura seta!

3. pisolino di bellezza: si dice che i pisolini allunghino la vita. In effetti è importante almeno in vacanza fornire al vostro sistema nervoso delle pause di sonno durante la giornata. Se i vostri bimbi dormono al pomeriggio dormite con loro, se invece non è possibile chiedete a vostro marito di allontanarvi con i bambini per almeno 40 minuti. Qui c'è da fare una precisazione: quando i papà si prendono questo incarico tendenzialmente se siete fortunate sarete interrotte ogni 3-4 minuti e dopo 20 minuti li avrete tutti intorno. E' importante quindi che loro si allontanino, e vadano per 30 minuti almeno dalla parte opposta della spiaggia rispetto a dove siete voi: possono andare a prendere un ghiacciolo al bar e fare una partita a carte, possono andare a raccogliere le conchiglie, l'importante è che il papà abbia ben chiaro che a meno che non ci siano morti o feriti non si debba far vedere. Voi ovviamente farete lo stesso e ricambiare il piacere. Consiglio: in quella mezz'ora non guardate Facebook, mail e non telefonate alle amiche ma chiudete gli occhi e fate un bel pisolino o un rilassamento seguendo le mie indicazioni qui.

4.  un pasto al giorno di sola frutta: ho con piacere letto (e riletto) due libri davvero bellissimi editi da Sonda. Sono scritti da Aida Vittoria Eltanin, una maestra in tema di alimentazione e di prevenzione dei tumori femminili. Io sto sperimentando con piacere queste super, mega, giga macedonie e devo dire che sento grandi benefici in termini di energia ma noto anche la mia pelle molto più luminosa. 

5. camminate in mare con il livello dell'acqua a metà coscia: camminare in mare lo sapete tutte fa benissimo ma per massimizzarne i benefici il mio consiglio è di far si che l'acqua vi arrivi a metà coscia. In questo modo non solo effettuerete un lavoro a livello muscolare, ma otterrete grandi stimoli sulla circolazione degli arti inferiori, messo a dura prova dal caldo e dalla vita sedentaria. Queste camminatine sono il mix perfetto (muscolare e circolatorio) per combattere la ritenzione idrica!

 Buon lavoro allora!

Giulia Mandrino

 

 

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna