Auto-shiatzu in gravidanza

La pancia (hara in giapponese) è il nostro baricentro fisico e mentale ma è anche la sorgente della vita. Dall'hara parte il movimento armonico del corpo nel suo insieme e in esso si avvertono le emozioni che influenzano la mente.

Moderne ricerche sul sistema nervoso danno ragione alla tradizione orientale che vede la zona addominale come sede di un processo di elaborazione inconscio con capacità di influire sul nostro modo di pensare e agire.

ll trattamento di hara, anche detto anpuku o massaggio addominale (video), ha lo scopo di rimuovere le disarmonie energetiche eventualmente presenti che distorcono l'armonico fluire del Qi, o energia vitale.

Al centro della pancia si trova l'ombelico, il residuo del cordone ombelicale, e circa due dita al disotto di esso, si trova il Tanden, considerato il luogo ove si concentrano e originano le forze vitali (Qi, Xue, Jing) che vi fluiscono potentemente in tutto il periodo della gravidanza.

Linee generali di autotrattamento dell'hara

facendo un cerchio che si allarga partendo dall'ombelico

facendo un grande cerchio che si restringe fino all'ombelico

Tecniche

fate una pressione scivolata con l'intero palmo o con il piatto delle dita,

fate delle pressioni con le punte delle dita, scegliendo la profondità di penetrazione.

Tutt'e due le tecniche devono ricercare l'intensità di pressione, che decrescerà man mano che procede la gestazione, in base alla sensazione di rilassamento che provoca nelle zone tese o dolenti.

Respirazione

Il respiro è uno strumento importante che coadiuva la pressione, quindi è opportuno inspirare e portare la pressione del palmo o delle dita per gradi contando fino a tre.

Arrestate la pressione quando il dolore si manifesta e lentamente retrocedere espirando per lo stesso tempo intervenuto nella pressione.

Ripetete più volte per creare accettazione e sciogliere la tensione.

Tecniche di lavoro

Un approccio mirato consiste nel lavorare inizialmente sulle aree che al contatto mostrano dolore o sensazioni riflesse o intermittenti. Applicate la pressione leggera finché il dolore si rilassa.

Se la zona o il punto è molto dolente, applicare la pressione diagonalmente, come a voler scavare sotto la zona interessata.

Una situazione frequente è la percezione di una pulsazione o un battito sull'addome; questa condizione sarà di solito affiancata da una zona tesa o contratta. Trattare allora la zona riflessa (la zona tesa) vicina alla pulsazione premendo verso di essa o sotto a essa come per raggiungerla.

Potete anche individuare dei gonfiori; questi non vanno trattati direttamente ma è meglio trattare attorno ad essi finche trovate una zona sensibile. Anche in questo caso dedicare l'attenzione a questa zona fino a che si rilassa.

Man mano che la gestazione prosegue sarà possibile avvertire sempre più la pulsazione e il movimento del bambino.

Come procedere

Ponetevi in posizione supina o su di un fianco, appoggiate le mani sul ventre con attenzione e concentrate la vostra attenzione sull'ascolto. Con le mani appoggiate seguite i movimenti e le pulsazioni del feto, entrando in contatto con esso; mantenete il contatto negli spostamenti per fargli sentire la vostra presenza. L'obiettivo del lavoro è di innescare un circuito di energia in cui le mani agiscano come due poli tra cui far fluire il Qi: mentre l'una entra in contatto con l'energia del feto, l'altra fa da supporto. Si innescherà così un circuito in cui assecondare il movimento del Qi tra il feto e il vostro hara e di conseguenza rinvigorirne la qualità e la quantità. Se non vi è comodo usare due mani, potere usare una mano sola mentre l'altra rimane in contatto con il corpo.

Mantenete un contatto rispettoso, non invasivo, per il tempo necessario a sostenere l'effetto di ricarica; quando il feto rallenterà i suoi movimenti potete considerare conclusa questa parte del lavoro. L'effetto del circuito creato è di ricaricare ed equilibrare la zona.

Fate questo con l'obiettivo di raggiungere una sensazione di benessere e di collegamento con il feto.

Durante il puerperio lo stesso trattamento vi aiuterà a recuperare le forze e a mantenere la vitalità necessaria per l'allattamento.

Se invece siete alla ricerca di un figlio un buon automassaggio vi darà una chance in più

Corsi per imparare l'automassaggio o indirizzi di professionisti shiatsu esperti nel trattamento per la gestante sono reperibili al Centro Tao Network (cell. 347.4846390, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) di Torino.

articolo di Gianpiero Brusasco sul blog Shiatsu e gravidanza

 

Mamma Pret a Porter non è una testata medica e le informazioni fornite hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di un pediatra (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, fisioterapisti, ecc.) abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non devono essere considerate come consiglio medico o legale.

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter