La valigia dell'ospedale della mamma naturale

A partire dalla trentesima settimana è consigliabile tenersi pronte per il grande evento della nascita preparando una valigia con tutto l'occorrente per la neomamma e il piccolo. Ogni ospedale fornirà una lista con l'occorrente che potete integrare con le indicazioni che vi indichiamo in questo articolo.

Ecco come preparare la valigia dell'ospedale della mamma naturale: i rimedi naturali e tutto l'occorrente per portarsi una borsa completa, naturale e organizzata in ospedale

 

Per la mamma:

 ciabatte

 2 camicie da notte che si possano facilmente aprire davanti con i bottoncini

 vestaglia

 2 reggiseni per l’allattamento (senza ferretto)

 qualche coppetta assorbilatte (si trovano nelle farmacie, nei negozi di puericoltura, ci sono anche ecologiche!)

 beauty con spazzolino, dentifricio, crema viso, crema/olio corpo (da mettere bene sulla pancia) e burro di cacao, perché spesso il caldo secco dell’ospedale screpola le labbra

 assorbenti igienici del post-parto 100% cotone (farmacie e negozi di puericoltura)

 slip intimi che potrete utilizzare nel caso non tolleraste quelli usa e getta (considerate che si macchieranno e molto probabilmente dovrete buttarli)

Rescue Remedy in spray per il travaglio (Fiori di Bach)

 Arnica xmk per il travaglio

il kit di aromaterapia per il travaglio (oli essenziali)

 cartellina con gli esami eseguiti durante la gravidanza, tessera sanitaria e carta d’identità

 caramelline e qualcosa da mangiare e da bere (ottima la frutta secca e disidratata e le bacche di goji)

 telefono cellulare... e caricabatteria!


Per il bimbo:

 fasciatoio portatile o traversine per cambiarlo sul letto

 salviette bio per i primi cambi di meconio se non potete recarvi in bagno a lavarlo

 tutine per il rientro a casa o se richieste per l’ospedale (prendetele della taglia un mese; se fossero grandi, le utilizzerete in seguito, ma almeno non rischiate di trovarvi un bambino di 4 kg che dentro una zero mesi non ci sta proprio!)

 pannolini, se non ve li fornisce l’ospedale o se li volete biodegradabili

 fascia lunga per iniziare da subito la marsupioterapia e poter dormire tranquille con lui addosso (alcune ostetriche consigliano di non utilizzare la fascia nei primi 10 giorni di vita per far si che il bimbo non dorma troppo e si attacchi bene al seno; seguite sempre i consigli della vostra ostetrica ovviamente)

 olio di mandorle dolci bio, oppure olio di cocco oppure burro di karitè puro al 100%, ovviamente senza profumo. Sono i tre prodotti ideali per idratare la sua pelle.

 

Tratto dal libro di Giulia Mandrino e Monica Contiero, Mamme pret a porter, Gravidanza, edito da Mental Fitness Publishing

Ti potrebbe interessare anche

Gravidanze vicine? Il rischio è il parto prematuro
La gravidanza e la nascita nelle tradizioni nel mondo
Parto in arrivo, appunti di viaggio per donne in camicia da notte anche di giorno
Nascita, le tradizioni intorno al mondo
Agopuntura per i prodromi e il travaglio
Reparti maternità: quando il parto vaginale viene spacciato per parto naturale
Qual è il momento giusto per andare in ospedale
Cosa sono il secondamento e la placenta
Cosa significa partorire in casa maternità
Come la Royal Family del Buthan ha festeggiato la nascita del piccolo erede
Il parto in acqua: cos'è, quando è possibile farlo e quali sono i benefici
La fotografia in sala parto: emozione allo stato puro

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter