Come usare il respiro durante il travaglio

Il respiro è un fiume di vita. Salute e benessere generale dipendono da come respiriamo e questo è particolarmente vero durante la gravidanza, quando la donna non respira solo per se stessa ma anche per il proprio bambino. L’ossigeno del suo sangue attraversa i vasi sanguigni della placenta e raggiunge la circolazione fetale, mentre l’anidride carbonica prodotta dal bambino ritorna alla sua circolazione, da cui viene eliminata respirando.

Durante la respirazione, l’oscillazione verso l’alto e verso il basso del diaframma produce un massaggio sugli organi interni e stimola la circolazione e la digestione. L’azione del diaframma influenza anche la muscolatura addominale, che si contrae e si rilassa in parallelo. Se la respirazione è squilibrata, quindi, saranno squilibrati anche i muscoli addominali ela regione pelvica. Questo ha molta importanza nel momento del parto.

Usare il respiro durante il travaglio è un elemento estremamente utile: ecco i consigli dell'Ostetrica Ospedaliera Gabriella Di Gregorio per effettuare alcuni esercizi di respirazione durante la gravidanza:


- Trovate un posto dove sdraiarvi comodamente.

-Trovate una posizione nella quale potete rilassare tutti i muscoli. Potete stare anche sdraiate su un fianco con un cuscino tra le gambe

- Quando siete comode chiudete gli occhi

- Cercate il silenzio dentro di voi

- Richiamate il vostro respiro

- Portate l’attenzione sul vostro respiro e in un primo momento osservate semplicemente il vostro respiro

- Osservate fi no a dove scende l’aria e quali parti del vostro corpo si muovono con il respiro

- Adesso portate l’attenzione alla vostra pancia

- Osservate se la vostra pancia respira e come si muove

- Lasciate che il vostro respiro diventi più profondo e più tranquillo, più lento

- Seguite l’aria che entra nel vostro corpo e riscalda le vostre mucose

- Lasciate che l’aria scenda sempre più giù fino all’ombelico

- Fate tutto questo senza usare la vostra volontà

- Lasciate che l’aria esca liberamente

- Andate insieme al vostro corpo

- Lasciate che sia il vostro respiro a creare il movimento della vostra pancia

- Seguite il suo ritmo regolare, lasciatevi portare dalla vostra inspirazione e dalla vostra espirazione

- Lasciate che l’espirazione si allunghi

- Lasciatevi cullare dal ritmo del vostro respiro

 

Tratto dal libro Mandrino-Contiero, Mamme pret a porter, il primo anno insieme, Mental Fitness Publishing

Ti potrebbe interessare anche

Come la respirazione influenza il nostro cervello
Parto in arrivo, appunti di viaggio per donne in camicia da notte anche di giorno
La mamma che allatta durante il travaglio è la nostra nuova super eroina
Nascita, le tradizioni intorno al mondo
Agopuntura per i prodromi e il travaglio
Reparti maternità: quando il parto vaginale viene spacciato per parto naturale
Qual è il momento giusto per andare in ospedale
Cosa sono il secondamento e la placenta
Cosa significa partorire in casa maternità
Il parto in acqua: cos'è, quando è possibile farlo e quali sono i benefici
La fotografia in sala parto: emozione allo stato puro
Morire di parto in Italia: quello che c'è da sapere

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter