Come scegliere un ospedale dove partorire in maniera naturale?

Quali sono i nostri consigli per scegliere una struttura ospedaliera che rispetti la Nascita di un nuovo essere umano e non un numero?
Consigli per scegliere una struttura ospedaliera mamma e bebè friendly tratti dal nostro libro Mamme pret a porter, gravidanza, Mental Fitness Publishing:

1. non solo deve esserci il rooming-in ma accertatevi che il bambino non sia tenuto in osservazione (come prassi) dopo il parto. accertatevi della libertà di movimento durante il travaglio e il parto;
2. informatevi sulla percentuale di tagli cesarei e induzioni: come vedremo, un interventismo "preventivo" e non moderato è assolutamente sconsigliato;
3. verificate che siano presenti rispetto della privacy della mamma e del bambino e in generale una diffusa cultura del parto non come semplice fuoriuscita del bambino dal ventre materno senza complicanze, ma come un avvenimento che significa una nuova vita, un nuovo essere umano;
4. informatevi sulle pratiche successive al parto, quindi bagnetto, visite;
5. informatevi sulla possibilità effettiva del parto in acqua, non solo della presenza della vasca.

Giulia Mandrino

Ti potrebbe interessare anche

Parto in arrivo, appunti di viaggio per donne in camicia da notte anche di giorno
Nascita, le tradizioni intorno al mondo
Agopuntura per i prodromi e il travaglio
Reparti maternità: quando il parto vaginale viene spacciato per parto naturale
Qual è il momento giusto per andare in ospedale
Cosa sono il secondamento e la placenta
Cosa significa partorire in casa maternità
Il parto in acqua: cos'è, quando è possibile farlo e quali sono i benefici
La fotografia in sala parto: emozione allo stato puro
Morire di parto in Italia: quello che c'è da sapere
Il parto è come il sesso: tu riusciresti a fare sesso con gente che ti interrompe?
Procreazione medicalmente assistita: figli preziosi?

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg