Embrione o feto?

EMBRIONE E FETO

La primavera è ormai alle porte, guardo fuori dalla finestra e gli alberi sono pieni di profumate e colorate GEMME. Tra qualche giorno, guardando fuori, non vedrò più gemme ma FIORI, dopo che il tempo, il sole, il lento ed inesorabile scorrere delle giornate avranno contribuito alla trasformazione. Non è un paragone tra tanti quello che ho scelto. Non ho parlato del bruco e della farfalla - anche perché per quanto il bruco sia quasi meglio di Brachetti – ho scelto di usare due parole, GEMMA e FIORE per parlare di EMBRIONE e FETO perché la somiglianza nel significato della trasformazione è notevole. Gemma ed embrione sono il primo stadio di quello che saranno fiore e feto. Completi di tutto maancora immaturi. Mentre il bruco e la farfalla… bè sono due cose completamente diverse.

L’embrione ovvero il primo stadio dello sviluppo di un organismo eucariote diploide (ovvero di un organismo che appartiene come noi al regno animale) è tale dalla duplicazione cellulare successiva al concepimento fino a 12 settimane gestazionali ovvero fino a quando nell’embrione vi sono tutti gli organi e tessuti che saranno presenti anche nel nuovo nato. La gemma è in botanica il primordio di un nuovo asse vegetale da cui possono avere origine foglie, rami e fiori … guarda un po’ che somiglianza. L’embrione è composto da tre foglietti cellulari da cui possono originare tutte le cellule, gli organi e i tessuti dell’organismo. Se nell’embrione ci sono tutti gli organi e i tessuti caratteristici della specie di appartenenza, la loro maturazione, il loro sviluppo avviene nel periodo fetale, dalle 12 settimane alla fine della gravidanza si parlerà infatti di FETO. Anche il FIORE che germoglia dalla gemma ha tempi e modalità differenti di esprimere la bellezza del segreto che la gemma custodiva.

Ci sono organi e tessuti completamente maturi nella vita intrauterina e quindi alla nascita come la pelle e il sistema sensoriale ad essa legato mentre altri sono ancora immaturi per un lungo periodo come il sistema nervoso centrale, nonostante questi tessuti derivino dallo stesso foglietto embrionale.

Ostetrica Veronica Pozza

foto tratta da: www.chicagonow.com

Ti potrebbe interessare anche

Il bambino nel secondo trimestre
Il feto nel primo trimestre
Grande o piccolo? Le dimensioni contano?

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna