Come organizzare gli spazi di casa quando arriva un bebè

Dopo la gioia (e magari le naturali preoccupazioni) che seguono alle due lineette rosa sul test di gravidanza, iniziano a frullare in testa gli inevitabili pensieri più pratici e organizzativi. Su tutti? Quello relativo alla casa, che da nido di coppia dovrà trasformarsi in luogo accogliente anche per un bebè.

Non preoccupatevi: è vero, la casa si trasformerà e ci saranno molte modifiche da fare, ma il tutto avverrà in maniera molto naturale e graduale, seguendo la crescita del proprio bambino. Tuttavia ci sono certamente dei primi passi da compiere, o quantomeno dei concetti da conoscere per far sì che, una volta arrivato, questo nuovo inquilino possa avere tutto ciò di cui ha bisogno, in modo da rendere più semplice la vita di mamma e papà.

Ecco allora i nostri consigli su come organizzare gli spazi di casa quando arriva un bebè: dalla cameretta al salotto, come si trasformerà il nido da castello per la coppia a reggia per la famiglia

Innanzitutto, rassegnatevi all’idea che il disordine (anche se limitato) diventerà all’ordine del giorno. No worries: i bimbi non fanno caso a queste cose, anzi! Detto questo, organizzare gli spazi aiuta sicuramente moltissimo, e certi piccoli accorgimenti cambiano la vita.

Innanzitutto, dovrete pensare alla cameretta. Ci sono moltissimi modi per organizzarla ed arredarla, basta che ci siano gli elementi fondamentali. E cioè: la culla, il lettino, il fasciatoio e un cassettone. Il resto è accessorio e verrà da sé anche in base alla vostra routine, che si definirà di giorno in giorno.

Anche nell’armadio gli spazi organizzati si modificheranno con l’età: inizialmente potrete tenere tutto nei cassetti, e piano piano spostare in un armadio i vestitini, cercando sempre di tenerli separati per tipologia con scatole e ceste in modo da non impazzire nella ricerca.

L’altra stanza che accoglierà da subito il bebè e i suoi accessori è certamente il bagno, che dovrà ora disporre di una vaschetta per il bagnetto ma soprattutto di una cesta della biancheria dedicata al piccolo: è sempre meglio averne una separata rispetto a quella che raccoglie i panni sporchi di mamma e papà, un po’ per l’igiene e un po’ per la comodità (le lavatrici si susseguiranno una dopo l’altra!). 

Ottimo, in bagno, è anche scegliere un angolo o una scatola dedicata a tutto ciò che serve ai bimbi: i prodotti per la cura e l’igiene o la cassetta del pronto soccorso. In questo modo avrete tutto sotto mano, senza causare disordine e senza mescolare i prodotti che invece utilizzano solo mamma e papà.

Con l’avanzare dell’età e con le prime conquiste (i primi passi, le prime parole, i primi giochi) i bimbi inizieranno ad utilizzare anche le stanze della casa più “adulte”, a partire dal soggiorno. Ecco perché anche qui è bene creare un angolo ordinato nel quale riporre i giochi e gli accessori dei bimbi. Cestini in vimini o cassetti bassi potranno essere la soluzione, e saranno molto comodi anche per i bimbi, che potranno cercare da sé i giochi e riporli una volta terminata l’attività.

Ad una prima lettura potrebbe sembrare di dover disporre di spazi infiniti o comunque confortevoli per far sì che i bimbi abbiano lo spazio di cui hanno bisogno. In realtà, anche le case più piccole possono accogliere tutto il necessario, basta farsi furbi e ingegnarsi, sfruttando ogni angolo e ogni parete.

Ad esempio, esistono fasciatoi pieghevoli che è possibile riporre (piatti) dopo l’uso, oppure addirittura è possibile utilizzare il cassettone della cameretta come fasciatoio stesso, semplicemente appoggiandoci sopra il materassino apposito. 

Fino all’anno di età, inoltre, potreste pensare di adibire un angolo della camera matrimoniale a cameretta, se non disponete di due stanze. Basterà mettere il lettino in un angolo, o ai piedi del letto!

Le pareti e gli spazi verticali, poi, vanno sfruttati al massimo: dietro alle porte del bagno o della camera potete appendere i comodi accessori porta-tutto, e alle pareti un sacco di mensole, fino al soffitto, sistemando i giochi più usati in basso e gli elementi meno utilizzati in alto.

A venire in aiuto delle mamme e dei papà in cerca di idee arriva però anche Miniland Baby, azienda leader nei prodotti per l’infanzia che conosce davvero le esigenze dell’arrivo di un bebè in casa. Utilissimi saranno quindi i loro ebook gratuiti relativi proprio all’organizzazione della casa! Visitando la pagina potrete trovare i loro preziosissimi consigli per le prime cure del bambino, ma soprattutto le indicazioni per le neomamme e i neopapà su ciò di cui c’è davvero bisogno nei primi mesi e negli anni a venire.

Non solo: Miniland Baby ha pensato anche a come rendere creativa questa organizzazione, perché sa bene che anche gli occhi vogliono la loro parte. Le ultime tendenze in fatto di design, i suggerimenti creativi, i modi per personalizzare in maniera unica e tante immagini da cui trarre ispirazione: tutto questo e molto altro lo trovate proprio in quest’altro ebook gratuito, guida indispensabile per neo genitori che vogliono arrivare preparati al giorno in cui conosceranno l’amore della loro vita!

Ti potrebbe interessare anche

10 motivi per trascorrere la vigilia di Natale a casa senza parenti
10 idee per rendere Scandi il vostro Natale
Dado vegetale con gli scarti dell'estrattore
9 idee per spazi compiti stilosi e organizzati

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna