Principali cause di infertilità femminile

I dati raccolti dal Registro Nazionale di Procreazione Medicalmente Assistista indicano che la percentuale di infertilità maschile corrisponde a 35,4%, quella femminile a 35,5% e quella idiopatica, ovvero non derivante da cause note, a 13,2%.
Se è vero che per alcune di queste cause basta l'informazione e la prevenzione di cui abbiamo già parlato, per altre la diagnosi e la cura tempestiva sono fondamentali.

Quali possono essere le cause femminili?

Cause ormonali
Lo squilibrio ormonale causato da problemi di tiroide, iperprolattinemia, sindrome dell'ovaio policistico, insufficienza corpo luteo, obesità e anoressia, altera la produzione di FSH e LH, ormoni fondamentali per la stimolazione della crescita follicolare e per l'ovulazione.

Cause cervico-vaginali
Il muco cervico-vaginale può contenere anticorpi antisperma ed avere un Ph alterato e, quindi, ostacolare il passaggio di spermatozoi.
Le infezioni a trasmissione sessuale, come la chlamydia, il gonococco, il micoplasma etc, e le infezioni causate da spirale possono determinare la formazione di aderenze che ostacolano il processo di fecondazione, così come la presenza di sinichie, di stenosi e l'alterazione della funzione della cervice.

Cause uterine e tubariche
Le malformazioni uterine, i polipi, i fibromi, le sinechie, i processi infiammatori, l'atrofia endometriale, salpingiti, obliterazione totale o parziale del lume tubarico sono le principali cause meccaniche.

Cause genetiche
Sindrome di Turner e disgenesia gonadica.

Endometriosi
È una patologia subdola che colpisce 176milioni di donne in tutto il mondo in età fertile e 1/3 di queste donne è soggetta ad infertilità.
L' endometrio corrisponde alla mucosa all'interno dell'utero e nel periodo dell'ovulazione raggiunge il suo massimo spessore per accogliere l'ipotetico embrione; se il concepimento non avviene, si sfalda e dà origine alle mestruazioni. Per cause non ancora conosciute, questo materiale di sfaldamento compie un percorso inverso e risale verso le tube, le ovaie, il peritoneo, l'intestino, la vescica, il retto, la vagina ed i legamenti e dà così origine all'endometriosi. In alcune donne è asintomatica e in altre il dolore è il sintomo principale: il dolore può essere avvertito durante l'ovulazione e durante le mestruazioni o essere così frequente da incidere negativamente sulla vita di tutti i giorni.

Ps. Rimanete connesse...to be continued!

Ostetrica Daniela Pergola

http://ostetricadanielapergola.blogspot.it/

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna