Gli effetti della meditazione sul bambino

Spesso lasciare fuori dalla porta di casa problemi e stress è impossibile. I nostri bambini però assorbono tutto: a casa e a scuola se gli adulti portano con sé i loro problemi i ragazzi lo percepiscono e reagiscono con la stessa aggressività che ricevono (anche involontariamente). Non solo: la nostra è una società che fa pressioni, focalizzata sui problemi, e di conseguenza i bambini faticano a crescere sereni.

Una soluzione davvero efficace a questa situazione è la meditazione, un potente strumento per staccarsi dal mondo e vivere al meglio la propria interiorità, scansando stress e problemi e ridimensionandoli.

Gli effetti della meditazione sul bambino: perché a casa e a scuola sarebbero davvero utili momenti di meditazione

Anche secondo molti neuroscienziati e psicoterapeuti la meditazione è ormai assodato avere benefici enormi sulla mente e sul corpo. Impararla da bambini (come tutto, del resto) è quindi fondamentale.
Vi abbiamo già parlato delle scuole inglesi e del college di Dubai che hanno ormai adottato la meditazione come materia scolastica, magari associata allo yoga, e che ne stanno traendo effetti davvero positivi.
Ecco quindi i benefici reali che i bambini possono acquisire da questa pratica di riflessione e pausa.

Meditare significa prendersi del tempo dal mondo e concentrarsi sul proprio corpo e sulla propria mente. Quando i bambini si apprestano alla pratica, entrano nella loro interiorità dove possono essere se stessi e capire chi sono realmente, ciò che sentono davvero dentro indipendentemente dagli stimoli e dalle imposizioni esterni.

Calma, serenità, allontanamento dallo stress arrivano subito dopo. Grazie alla meditazione molti problemi dei bambini di oggi trovano una soluzione: l'iperattività, i comportamenti aggressivi e la mancanza di concentrazione, attraverso pochi minuti di meditazione al giorno, subiscono un decisivo calo e le prestazioni scolastiche, di conseguenza, migliorano.

Ma come iniziare? In questo articolo trovate 4 semplici tecniche di meditazione per i bambini

Imparare a gestire le proprie emozioni e sensazioni porta poi ad un aumento qualità come la capacità di ottenere emozioni stabili, la compassione verso l'altro, l'empatia, la sensibilità, oltre a ridurre le sensazioni di paura e di ansia e ad aumentare la tolleranza del bambino nei confronti delle emozioni negative, ora viste nella giusta prospettiva. Nel concreto, meno bullismo e meno iperattività.
Anche il corpo può beneficiare di miglioramenti enormi! Si riduce il rischio di malattie coronariche come l'ictus, si ispessisce la corteccia cerebrale e al contempo si riduce l'invecchiamento di quella frontale e si rafforza il sistema immunitario.

Riassumendo, insegnare la meditazione fin da bambini e magari portarla nelle scuole (ambiente davvero adatto a questo tipo di pratiche e perfetto per sperimentarne concretamente i benefici) può avere solo effetti positivi:

- Miglioramento dello stato di salute fisica
- Riduzione dello stress
- Gestione delle emozioni
- Miglioramento delle prestazioni scolastiche
- Consapevolezza di se stessi
- Empatia
- Riduzione di problemi quali l'iperattività e il bullismo
- Miglioramento del comportamento

Sara Polotti

Ti potrebbe interessare anche

La truffa delle scuole di yoga
Disegnare con il sale, una pittura spessa e divertente
6 metodi didattici da prendere in considerazione
Il grounding, essere radicati per vivere felici
8 ricette autunnali per lasciare cucinare i bambini
L’intelligenza emotiva
Come organizzare i vecchi quaderni per tenere i bei ricordi
Comparare i figli? Non serve a nulla, anzi!
Ma perché i bambini non fanno quello che gli chiediamo al primo invito??
L’importanza della comunicazione con i bambini
L’intelligenza passa dalle pozzanghere di fango
Come far giocare i bambini a fare giardinaggio

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter