Gli ultimi giorni per visitare la Van Gogh Immersive Experience a Napoli!

“Immersive experience”: esperienza immersiva. Ci possiamo quindi immergere, lasciandoci coinvolgere e lasciandoci portare alla deriva dalla bellezza. Parliamo di Vincent Van Gogh e della sua arte, che fino al 25 febbraio 2018 è possibile ammirare a Napoli, con la “Immersive Experience” che ci porterà direttamente dentro il lavoro favoloso di questo artista.

Gli ultimi giorni per visitare la Van Gogh Immersive Experience a Napoli: perché portare i bambini a visitare la mostra immersiva su Vincent Van Gogh a Napoli

Van Gogh - The immersive experience” è il titolo dell’esposizione interattiva e multimediale ospitata nella meravigliosa Basilica di San Giovanni Maggiore a Napoli fino al prossimo 25 febbraio. Se non ci siete ancora stati, vi diamo un consiglio spassionato: portateci i bambini. Perché conoscere così, magari per la prima volta, questo artista incredibile e pazzesco è un’esperienza unica e irripetibile. Sì, “esperienza”, proprio come dice il titolo. Perché la “Vang Gogh immersivi experience” non è la solita mostra, ma è un’immersione profonda nei colori, nelle linee e nell’immaginario di Vincent Van Gogh.

Non avendo bisogno questo artista di presentazioni, passiamo subito a capire perché è fondamentale che, avendo la possibilità di recarvici, ci portiate i bambini: perché, esattamente come questo artista ha esternato le sue emozioni attraverso i colori e le linee, i disegni e i dipinti, così i bambini potranno fare esperienza della bellezza, della tristezza, della gioia e dei sentimenti in una maniera unica, coinvolgente come mai accaduto prima.

Se infatti le esposizioni dedicate a Van Gogh non mancano (se ne trovano in tutto il mondo), una mostra così attraente e completa è difficile da trovare. I quadri e le opere del grande maestro (dai Girasoli alla Notte Stellata, dagli Autoritratti alla sua camera) sono proiettati alle pareti, le stanze sono immerse nell’oscurità, e i suoi colori emergono prepotentemente entrandoti nel cuore e nella mente.

23730658_10212577448983519_1414763454_o.jpg

Il tutto grazie ad un sistema di proiezioni 3D mapping e a grandissimi schermi che hanno invaso la Basilica di San Giovanni Maggiore (una chiesa monumentale situata proprio nel centro della città, in Rampe S. Giovanni Maggiore). Questo contrasto tra l’antico e il moderno è fenomenale, e già questo dovrebbe valere la visita. Ogni superficie, in questo modo, diviene il medium dell’artista.

Questa mostra è perfetta da visitare con i bambini: permette di entrare fino in fondo nel lavoro e nelle emozioni di Van Gogh, ma soprattutto sa stupire, entusiasmare e sgranare gli occhi, e sa immergere nell’arte attraverso più sensi, non solo la vista. Anche l’udito, infatti, è coccolato, grazie ad una colonna sonora creata ad hoc.

23732570_10212577509825040_987306087_o.jpg

La mostra, aperta come dicevamo fino al 25 febbraio, è visitabile dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 19, il sabato dalle 10 alle 20 e la domenica dalle 14 alle 19. Gli adulti pagano 12 euro, mentre i bambini fino ai 12 anni 10 euro. Per i bimbi fino ai 3 anni, invece, l’ingresso è gratuito.

(Foto tratte da https://vangoghimmersion.com)

Ti potrebbe interessare anche

Le fatiche di un dislessico diventano arte
“What real men cry like”, progetto fotografico che può cambiare il mondo
I ritratti dell’innocenza di Ali Cavanaugh
“My body did not fail me”, un bellissimo progetto sul parto cesareo
Autoritratti corporei per bambini
"Autoritratti", un libro carinissimo per sperimentare la creatività su se stessi
La mostra di Henri de Toulouse Lautrec a Catania
Vivian Maier a Catania, una mostra con i bambini
“Matisse” per bambini
“Questa (non) è matematica”
L’action art per bambini, ovvero Jackson Pollock completamente rivisitato
Disegnare con il sale, una pittura spessa e divertente

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter