Il light panel, lo strumento perfetto per imparare

Nel Reggio Approach (il pensiero didattico delle scuole di Reggio Emilia, studiato nel dopoguerra da Loris Malaguzzi e ancora oggi considerato uno dei migliori approcci pedagogici) la luce ha un ruolo fondamentale.

Negli Atelier, i "laboratori d'arte", questo elemento è davvero importante, e lo studio attraverso esso è considerato basilare per stimolare la creatività, la curiosità, provocare meraviglia e stimolare gli approfondimenti.

Ma udite udite: con lo strumento bellissimo che vi stiamo per proporre questi percorsi proposti dagli Atelier sulla luce si possono ricreare a casa, per offrire ai bimbi momenti di gioco che si trasformano con naturalezza in occasioni educative!

Ecco il light panel, lo strumento perfetto per imparare: ispirandosi al Reggio Approach, i giochi luminosi che aiutano ad esplorare il mondo

Il light panel altro non è che un tavolo luminoso: si presenta come una lavagna bianca retro-illuminata, opaca, sulla quale si possono svolgere moltissime attività.

Li si può trovare online, di diversi prezzi (a partire da circa 50 euro): si presentano come lavagnette di varia dimensione, da poter appoggiare su di un tavolo per creare, appunto, il tavolo luminoso. Ma nessuno vieta di costruirne uno apposta per i bimbi, fisso, con un po' di inventiva: guardate ad esempio questo, costruito a partire da un tavolino per bambini dell'Ikea!

foto 1 http://www.hobbymommycreations.ca/2014/03/diy-light-table-ikea-hack.html?spref=pi&m=1

Ma come sfruttare questo strumento così interessante? Beh, ci sono infiniti modi, tutti divertenti, educativi e stimolanti. Sì, perché la luce incoraggia moltissimo la curiosità dei bambini e rende ogni attività ancora più affascinante. Un consiglio? Spegnete le luci attorno per un'atmosfera perfetta: la concentrazione dei bimbi sarà aiutata e il gioco risulterà ancora più bello.
Il primo esercizio che viene in mente è naturalmente il ricalco: grazie alla luce in contrasto, i bimbi possono studiare le forme della natura, le venature delle foglie, i contorni dei fiori, i colori degli elementi, le sezioni dei frutti... E appoggiando un foglio sopra le materie scelte possono poi impegnarsi nel disegno, seguendo i contorni, le grinze, i petali.

foto 2 https://it.pinterest.com/pin/556687203919060991/

La trasparenza permette poi un utilizzo perfetto di sabbia, sale, farine e sassolini colorati. Non solo per giochi artistici: anche la matematica o lo studio delle lettere possono trovare sul tavolo luminoso la loro perfetta dimensione. Ad esempio, per ripassare i numeri e la loro scrittura i bimbi possono esercitarsi tracciandoli con le dita su del sale sparso sulla lavagna e sagomandoli con delle pietruzze. Idem per le lettere!

foto 3 http://www.aneverydaystory.com/2016/01/24/shelves-snapshot-working-numbers-light-panel/

E per imparare i numeri pari e dispari è possibile stampare una griglia con i primi 100 numeri: quelli pari o quelli dispari possono essere coperti con sassi o dischetti colorati trasparenti, in modo da non limitare la lettura!

foto 4 http://www.stillplayingschool.com/2015/03/hundred-chart-patterns-on-light-table.html

La creatività, poi, sui pannelli luminosi ha ancora più possibilità di sbocciare: i colori rivelano nuove sfumature, la consistenza si svela in tutta la sua gloria, le linee sono ancora più visibili e gli esperimenti con gli acquerelli o le tempere sono potenzialmente infiniti. Perché mischiare i vari colori in una vaschetta trasparente sul tavolo è già divertentissimo (si vedranno chiaramente i flussi che derivano dal mescolare), ma questo divertimento raddoppia se quei colori li utilizziamo poi su un foglio per disegnare.

foto 5 https://www.facebook.com/76986782662/photos/pb.76986782662.-2207520000.1382780413./10151416926527663/?type=3&theater

La regola è quindi sfruttare al meglio le trasparenze e la luminosità, senza limiti precisi: sul tavolo luminoso ci stanno benissimo i sassolini trasparenti, i bicchieri, i fogli da disegno da riempire di colori, la sabbia, la farina, il sale, le radiografie (perché no? Può essere una bellissima lezione di anatomia), i fiori e le foglie, i percorsi da tracciare con la biro e i pennarelli (per aiutare la manualità dei più piccoli)...
Non limitate la fantasia e cercate di ottenere il massimo rendimento da uno strumento davvero unico, così semplice eppure dall'effetto sorprendente!

foto 6 http://www.teachpreschool.org/2013/02/l-is-for-lines/

Ecco un tutorial per realizzare la lavagna luminosa in maniera semplice e veloce ed estremamente economica!

Sara Polotti

Ti potrebbe interessare anche

Il ruolo dei genitori nelle scuole di Reggio
Ispirazioni dai meravigliosi ambienti delle scuole di Reggio
3 approcci alla scuola sconosciuti in Italia e che tutto il mondo imita
Gli atelier di Reggio Children

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna