Le stazioni dei travasi per stimolare manualità e intelletto

I travasi sono una delle attività montessoriane più utili ed efficaci: oltre alla presa tramite pinze, infatti, la manualità fine si sviluppa anche imparando a travasare liquidi e solidi, allenando di conseguenza l'indipendenza e l'intelletto del bambino, che nei primi anni di vita si sviluppa di pari passo ed è legato attraverso un filo strettissimo con lo sviluppo delle capacità fisiche.

Proporre attività di travaso ai bambini (economiche e semplici!) vuole quindi dire fornire alcuni strumenti per implementare le loro capacità fisiche e intellettive, attraverso esercizi ludici eppure educativi.

Vi proponiamo allora le stazioni dei travasi per stimolare manualità e intelletto: gli elementi per creare spazi dedicati al travaso montessoriano di liquidi e solidi

- Se inizialmente non vi fidate della manualità e pensate che liquidi o sabbia possano finire per tutta la casa, non c'è problema: iniziate con i pompon di tessuto o i batuffoli colorati di cotone! In un'ampia scatola dai bordi bassi (comoda per il bambino che la utilizzerà appoggiata a terra) appoggiate qualche bottiglia con differenti aperture (da larghe a strette), cucchiai, ciotole e tutto ciò che il bambino potrebbe utilizzare per spostare i batuffoli.

(foto 1 http://busytoddler.com/2015/11/pom-pom-pouring/)

- Passate quindi ai solidi fini (farina, sabbia, cereali...). Nella stessa scatola sistemate stavolta delle ciotole con i diversi materiali divisi tra loro. I bimbi potranno poi mescolarli spostandoli nei vari recipienti utilizzando imbuti, cucchiai, misurini, bottiglie...

(foto 2 http://busytoddler.com/2015/09/scooping-station/)

- Ed ecco che arriva l'ora di utilizzare l'acqua. Approfittate di questi mesi caldi e piazzatevi in giardino o cortile con la vostra solita ampia scatola, nella quale avrete appoggiato brocche d'acqua abbastanza grandi, bottiglie, imbuti, misurini, cucchiai, barattoli e bicchieri. Lasciate decidere al bambino dove spostare il liquido, quando versarne, cosa farne. Pian piano regolerà i suoi movimenti e vedrete che più passerà il tempo meno sprecherà acqua, grazie alla manualità implementata.

(foto 3 http://busytoddler.com/2015/09/pouring-station/)

- Per rendere più divertente ed accattivante il gioco provate a colorare l'acqua con del colorante alimentare naturale: oltre al travaso di bello c'è che i colori si mischieranno tra loro creando effetti ipnotici e interessanti dal punto di vista didattico (giallo+blu che colore fa?).

(foto 4 http://newyoungmum.com/craftsmessy-play/pouring-station-toddler-activities/)

-Più il bambino cresce e più prende confidenza con questo movimento delle mani che porta al travaso da un recipiente all'altro, più precisa e più in piccolo potrà divenire la nostra attività. A questo punto potrete fidarvi anche ad allestire una piccola stazione per il travaso in casa, sul tavolo: su un vassoio disponete una bella brocca e dei bicchieri, sempre più piccoli. I bimbi impareranno a gestire la precisione e a muovere le mani in modo da essere sempre meno pasticcioni!

(foto 5 http://sugarspiceandglitter.com/set-practical-life-invitation/)

- E un altro trucchetto divertente ed educativo può essere quello di dare al bambino, insieme agli altri elementi dell'attività, anche una spugna: capiterà di rovesciare o lasciare cadere qualche goccia. Con la spugna potrà raccogliere i liquidi persi e, strizzando (quindi un altro differente movimento), porli nuovamente nei recipienti.

(foto 6 https://www.flickr.com/photos/47745580@N08/23126999372)

Ti potrebbe interessare anche

L’alfabeto tattile di Maria Montessori
Fare scienza con le rocce classificando le pietre
I 15 consigli di Maria Montessori per crescere bambini felici
Le bottiglie Montessori per imparare le scienze

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna