Le 6 attività più importanti secondo Maria Montessori

La manualità, l'abilità e l'indipendenza sono punti chiave montessoriani per la crescita di bambini capaci nella vita. Attraverso alcune attività a loro dedicate, è possibile quindi accompagnarli nel percorso che li porterà a destreggiarsi nella vita con indipendenza e agio.

Ecco le 6 attività più importanti secondo Maria Montessori: gli stimoli che aiutano l'abilità manuale e motoria del bambino per crescere in equilibrio.

1. Il trasferimento di liquidi e solidi

Preparando come sempre i materiali su in vassoio in maniera ordinata e accattivante, sono molte le attività di travaso che divertono i bambini aiutandoli al contempo a prendere confidenza con i recipienti e ad allenare la presa. Due tazze con i manici fanno al caso nostro, meglio ancora se con un beccuccio da travaso: riempiendone una con del riso (inizialmente: si potrà poi passare all'acqua colorata) il bambino si eserciterà a travasare il contenuto nella seconda tazza, e viceversa.
Il secondo step per allenare presa e travaso è ancor più divertente: il materiale necessario saranno dell'acqua, una ciotola e una pompetta per la salsa dell'arrosto. Inizialmente i bambini possono esercitarsi con una presa della pompetta a piene mani, passando poi alla presa a C tra pollice e indice. E, una volta presa confidenza con questo attrezzo, potranno passare a contagocce sempre più piccoli, esercitandosi anche con precise quantità di liquidi.
Gli stessi esercizi si possono rivisitare anche con materiali solidi da trasferire da un recipiente all'altro, ad esempio dei cubetti colorati da prendere con delle pinze da cucina da trasferire da una ciotola ad un portaghiaccio (un cubetto per buco), fino ad arrivare ad utilizzare delle pinzette da estetista con del riso.

2. Le onde

Quelli di seguito sono esercizi amatissimi dai bambini e utilissimi a sviluppare capacità motorie fini, come l'andare avanti e indietro con le dita o il dentro e fuori.
L'elemento base è la creazione di lavoretti che includono l'"onda". Ad esempio: utilizzando un nastro per regali e uno scolapiatti orizzontale, inserendo il nastro sopra e sotto le asticelle si formerà una specie di onda. E, continuando a inserire nastri colorati, ne uscirà un pattern davvero carino.
Quando la manualità si sarà perfezionata, i lavoretti possibili saranno davvero infiniti: guardate (e provate!) questo. http://ourhouse.typepad.com/full_circle/2008/04/over-under-over.html

3. Vestirsi

Vestirsi è davvero importante, e i bambini lo sanno. Imparare a farlo da soli è un'impresa ardua! Mamma e papà aiutano sempre, ma prima o poi, anche se il bambino considera il ricevere aiuto come un'occasione per passare momenti insieme, è bene rendere indipendente vostro figlio anche in un'attività importante come questa. Molti bambini vogliono fin da subito vestirsi e svestirsi da soli, altri proprio no. In ogni caso, li si può aiutare verso l'indipendenza.
Prima di tutto, non bisogna farlo in mattine frettolose: serve calma. Anche per imparare: si può partire dalle calze, semplici semplici, e passare il giorno successivo ai pantaloni, poi alla maglietta, al maglione e così via.
Un altro consiglio è quello di organizzare i vestiti in maniera ordinata, magari inserendoli in un cestino dedicato ogni mattina. Avendoli lì, sott'occhio e ordinati, ai bimbi verrà voglia di provare a fare da soli.

4. Cucinare

Anche qui, bastano vassoi e composizioni ordinate per stimolare la manualità. Spellare una patata, sbucciare un uovo sodo, spalmare il burro sulla fetta di pane: andando per gradi secondo le abilità del bambino, basta comporre vassoi ordinati che focalizzino la sua attenzione sugli strumenti per aiutarli a prendere confidenza con queste attività quotidiane che gli torneranno utili non solo in cucina!

5. Composizioni floreali

Sono colorate e profumate, oltre che ordinate; niente di più accattivante!
Sul vassoio basta posizionare da un lato i fiori recisi, dall'altro il contenitore (un barattolo per marmellate, un cestino, e, successivamente, la spugna per comporre vere e proprie opere d'arte floreali). Si stimola sì la creatività, sì il senso del colore; ma anche la manualità e l'ordine.

6. Martellare

A quale bambino non piace? E a chi non fa l'effetto di calmante naturale che libera tutto lo stress accumulato? Parliamo del martellare, antistress tanto per gli adulti quanto per i bambini, che se stimolato nel giusto modo diviene strumento perfetto per allenare la manualità e le abilità motorie, la coordinazione occhio-mano e il riconoscimento delle forme.
Con qualche chiodino di plastica, un martello giocattolo e una spugna per fiori (o un panetto di pasta modellabile) il bambino potrà iniziare questa attività nella maniera più delicata. Si passerà poi ad una scatola di cartone pre-bucherellata nella quale infilzare i chiodini, e, successivamente, ad una tavola di sughero sulla quale poter martellare delle forme geometriche di tessuto con chiodini sottili, per creare, oltre all'antistress naturale, delle belle opere d'arte.

Sara Polotti

Foto Credits: http://www.bluebirdkisses.com/resources/featured/montessori-at-home-bean-transfer/

Ti potrebbe interessare anche

L’alfabeto tattile di Maria Montessori
Fare scienza con le rocce classificando le pietre
I 15 consigli di Maria Montessori per crescere bambini felici
Le bottiglie Montessori per imparare le scienze

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna