Le 5 aree dell'insegnamento montessoriano per una crescita armonica

Le aree, i pilastri, la divisione: quali sono insomma i punti principali dell'insegnamento della pedagogista Maria Montessori? Dal secondo dopoguerra ad oggi i suoi precetti sono ancora purtroppo poco applicati. La scuola dice che vede il bambino come un essere unico ma in realtà quello a cui purtroppo spesso si punta è alla performace, al voto, alla didattica più che una crescita armonica del bambino in tutte le sue sfere. 

Ecco le 5 aree dell'insegnamento montessoriano per una crescita armonica: come si sviluppa la pedagogia di Maria Montessori in una scuola materna ed elementare

Come accennato le aree principali della pedagogia di Montessori sono essenzialmente cinque: l'Area Sensoriale, l'Area della Vita Pratica, l'Area del Linguaggio, l'Area della Matematica e l'Area Culturale.

L'Area Sensoriale si concentra sui sensi dei bambini, che grazie alla stimolazione possono diventare più sensibili e consapevoli dei piccoli dettagli che stanno loro attorno, sviluppando una percezione e una concentrazione più sottili e imparando a notare le differenze. Ad essere scandagliate sono le qualità come il peso, i colori, le forme, le misure, i suoni, gli odori e i gusti.

In poche parole, gli esercizi dell'Area Sensoriale si concentreranno sull'allenamento dei cinque sensi, vista, tatto, olfatto, gusto e udito, giungendo anche a stimolare la manualità fine attraverso il movimento e il tatto.

L'Area della Vita Pratica è la più importante insieme a quella Sensoriale, poiché l'indipendenza del bambino è il pilastro su cui da sempre si fonda la pedagogia di Maria Montessori. I bambini in una scuola montessoriana imparano così ad utilizzare e allenare la loro manualità fine,  a espandere la loro capacità di concentrarsi, a prendere confidenza con le proprie capacità e a credere in esse. In questo senso la scuola montessoriana propone sempre attività che ricalcano un po' quelle quotidiane che il bambino può trovarsi di fronte in modo che poi possa essere in grado di far fronte alla situazione e arrangiarsi. Una capacità che serve fin da subito ma che si tradurrà in qualcosa di ancor più positivo nella vita adulta.

Le principali tematiche della Vita Pratica si dividono allora nella capacità di prendersi cura di se stessi, nella cura dell'ambiente circostante, nell'educazione e nella cortesia nei confronti di chi sta di fronte, nel controllo dei movimenti fini o meno fini, nella capacità di concentrazione e nell'indipendenza personale più generale.

La terza area è quella del Linguaggio. La scuola montessoriana incoraggia lo sviluppo delle capacità letterarie fin da piccoli, ancor prima della scuola elementare, attraverso l'utilizzo dei suoni fonetici. Fin da subito i bambini vengono quindi stimolati attraverso l'ascolto delle parole, per creare in loro una familiarità con i suoni. Il vocabolario viene arricchito, le capacità di ascolto implementate, le lettere iniziano in da subito ad essere riconosciute e scritte per raggiungere una forte capacità di scrittura, grammatica e lettura (soprattutto silenziosa).

Nella Scuola Montessori il bambino si troverà quindi ad imparare la forma delle lettere, tante nuove parole, la grammatica di base, la struttura delle frasi e la composizione dei periodi, in modo da creare una base davvero solida per il futuro.

C'è poi l'Area Matematica, che prevede l'uso di materiali concreti per riconoscere le quantità e i numeri, per imparare a capire come un simbolo stia ad indicare qualcosa di concreto. Praticamente, poi, i bambini sono incoraggiati a provare e riprovare fino a quando un concetto non è stato fatto veramente loro, per passare ad una nuova attività solo quando hanno individualmente compreso fino in fondo quella precedente.

Le attività si dividono quindi nel contare, nell'imparare il sistema decimale, nel lavoro di memorizzazione, nell'astrazione del concreto, nelle operazioni aritmetiche e nello studio della geometria.

 Ultima ma non per importanza, l'Area Culturale, che in una scuola Montessori non viene mai sottovalutata. Le materie studiate sono quindi la geografia, le scienze, l'arte, la musica, le lingue... Come in una scuola normale, ma sempre con un occhio di riguardo nei confronti della capacità della singola materia di aprire gli occhi e la mente, così come l'emozione.

Ti potrebbe interessare anche

L’alfabeto tattile di Maria Montessori
Fare scienza con le rocce classificando le pietre
I 15 consigli di Maria Montessori per crescere bambini felici
Le bottiglie Montessori per imparare le scienze

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna