La Scuola Montessori è anche pubblica

Il Metodo Montessori, pur nella sua "anzianità", resta uno degli approcci pedagogici più validi, ma soprattutto più seguiti in tutto il mondo. Per assurdo, però, esso trova maggiori consensi nei paesi di lingua e cultura anglosassone, restando relegato nell'angolino della sfera privata proprio nel suo paese d'origine, l'Italia. Cos'avrebbe detto Maria Montessori vedendo che il suo piano didattico, così all'avanguardia e attento ai bisogni del bambino e alla sua persona specifica, è diventato oggi un privilegio per quelle poche famiglie che possono permettersi costose scuole private?

Beh, negli ultimi tempi la rotta sta un po' cambiando, e non potremmo esserne più felici. La riscoperta in tutto il mondo dei precetti montessoriani sta infatti risvegliando anche nel paese natale della pedagogista l'interesse che merita, e questo, prima di tutto, sta portando alla nascita o all'adeguamento di vari complessi scolastici pubblici proprio verso questa pedagogia!

Se quindi prima la pedagogia montessoriana era in mano solo alle scuole private (alle quali, in ogni caso, va il merito di non aver snobbato il metodo come la pubblica scuola ha fatto fino ad ora), adesso pian piano potrebbe accadere che il sapere di Maria Montessori verrà messo a disposizione di tutti coloro che vorranno usufruire.

La Scuola Montessori è anche pubblica: la riscoperta del metodo porterà finalmente a sdoganare il metodo montessoriano evitando che venga relegato solo negli istituti privati

Alcune iniziative in giro per l'Italia stanno agendo proprio in questo senso. Innanzitutto, sono parecchi i complessi che stanno lentamente tentando di integrare il metodo Montessori nei loro programmi, e sono quindi molte le città e i paesi nei quali i genitori possono finalmente trovare programmi montessoriani a cifre non astronomiche.

Ma il processo più corposo lo sta compiendo MontessoriScuolaPubblica (montessoriscuolapubblica.com), un'associazione che si è proposta l'obiettivo di contribuire all'attuazione della convenzione tra il Ministero dell'Istruzione e l'Opera Nazionale Montessori.

Questa convenzione prevede l'istituzione di scuole dell'infanzia e primarie, statali!, che seguano la didattica Montessori, e di agevolare quelle scuole secondarie di primo e secondo grado che vogliano sperimentare laboratori o iniziative ispirati allo stesso.

In concreto, MontessoriScuolaPubblica (che aderisce alla Rete Montessori di Milano e che è costituita da genitori, insegnanti, educatori e dirigenti scolastici che vogliono promuovere le modalità formative montessoriane) organizza attività di ricerca, studio, corsi di aggiornamento e divulgazione per sensibilizzare genitori, insegnanti e istituti; diffonde la conoscenza sulla convenzione MIUR-ONM; aiuta nell'attuazione e nell'introduzione del metodo nelle scuole pubbliche o in certe sezioni delle stesse; e, infine, aiuta le scuole statali a raggiungere l'obiettivo dell'attivazione di sezioni e classi a metodo Montessori aiutando nella ricerca di finanziamenti e sponsor.

MontessoriScuolaPubblica lavora prevalentemente nel territorio milanese, ma dando un'occhiata al loro sito (ma anche navigando in rete - prendete questo articolo, ad esempio qui non si può non notare che i commenti e le richieste di informazioni giungono da tutta Italia. L'interesse è reale, concreto e sempre più ampio. Ecco perché siamo speranzosi che le associazioni come MontessoriScuolaPubblica e le iniziative dei singoli istituti statali possano continuare a crescere, creando una rete fittissima di scambio e di informazione che potrà far sì di avere scuole a metodo montessoriano in tutte le città, in tutti i piccoli paesini, in tutte le regioni.

Siamo sicuri che tra voi ci sono moltissimi interessati, e lo sanno anche i promotori di MontessoriScuolaPubblica; ecco perché oltre a rispondere alle domande, hanno stilato una pagina interamente dedicata alla loro storia, nella quale punto per punto sono spiegati i passaggi per poter diventare scuole montessoriane, con le criticità e le agevolazioni. Ma pur con le criticità, non si può fare a meno di notare l'entusiasmo e la gioia, che noi condividiamo in pieno quando si tratta di metodo Montessori. Soprattutto quando è pubblico!

La redazione di mammapretaporter.it

Ti potrebbe interessare anche

Imparare a usare il ferro da stiro, un’attività montessoriana
L’esempio dell’asilo che porta il sonnellino all’aperto
I migliori armadi Montessori per i nostri bambini
Idee per giocare con il fango alla scuola materna
Nené con l’acqua fa da sé
I rituali della pulizia e della cura di sé
7 aziende di lettini montessoriani assolutamente ecologici
I libri sulla scuola consapevole
Il lettino Montessori bio, ecologico ed italiano
La classe capovolta, una rivoluzione d’insegnamento che ci piace
La mostra di Bruno Munari al MEF di Torino
Come creare una ruota montessoriana o mandala delle tabelline

banner 300x250chebuoni

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter