"Biancaneve", il libro tattile

La sensorialità è un elemento davvero importante per i bambini: è attraverso i 5 sensi che crescono e sviluppano la loro intelligenza e stimolarli sin dai primi giorni in questo senso è utile ed efficace. Soprattutto, è bello trovare attività che coinvolgano più sensi o più campi, come ad esempio le tavole tattili o l'alfabeto tattile per imparare a leggere. Tra queste sta anche la lettura, che se portata avanti con libri che integrano la tattilità diventa ancora più coinvolgente, stimolante e performativa.

Qualche giorno fa è uscito per la casa editrice La Margherita "Biancaneve", la tradizionale favola dei fratelli Grimm rivista con la semplicità di Xavier Deneux e resa ancora più affascinante dalla presenza di elementi interattivi e tattili davvero utili e ben sviluppati.

"Biancaneve", il libro tattile: con Xavier Deneux le favole tradizionali si trasformano in libri tattili utili per sviluppare l'intelligenza

Qualcuno di voi magari lo conoscerà già: Xavier Deneux è un illustratore parigino che si occupa spesso di letteratura per l'infanzia. I suoi disegni sono riconoscibili, semplicissimi e colorati, contrastati e a tinte unite. E i libri che sta sviluppando in senso tattile sono quelli che più conosciamo: La Margherita sta infatti pubblicando la versione tattile delle favole più conosciute, e Biancaneve è solo l'ultima di una serie.

"I tre porcellini", "Il gatto con gli stivali", "Cappuccetto Rosso" e "Riccioli d'oro e i tre orsi": finora sono uscite queste, e tutte si caratterizzano per la forte presenza di elementi tattili che stimolano il bambino non solo a leggere e ad ascoltare, ma anche a toccare e manipolare. Le pagine sono cartonate, i testi (in stampatello) semplici e veloci. Ma soprattutto ci sono moltissime parti in rilievo che si incastrano nelle pagine a fronte e che rendono il libro ancora più stimolante.

biancaneve.jpg

Il libro di "Biancaneve" è quindi bellissimo da vedere come tutti gli altri di Deneux: alto, spesso, colorato e interattivo, coinvolge i bambini, che amano toccare le varie parti, scoprire gli incastri e i ritagli.

La favola, poi, è quella tradizionale che conosciamo, che si discosta dalle edulcorate fiabe da cartone animato ma che riprende gli elementi più reali e veritieri, i vizi e i valori umani nella loro totalità proprio come si addice alle vere favole tradizionali dei fratelli Grimm. Sin dalle prime letture i bambini cominceranno così a leggere i meccanismi del mondo, trovando nuovi livelli di lettura man mano cresceranno e man mano sfoglieranno il libro, cominciando facendoselo leggere dai genitori, imparando a memoria la storia attraverso le figure e imparando poi a leggere anche grazie ad esso (dato che lo stampatello sembra fatto apposta!).

Ti potrebbe interessare anche

Un bellissimo libro per parlare di costellazioni
Mimi, che insegna ai bimbi la vita
“Attenzione, passaggio fiabe!”
BookCity Milano è anche per bambini!
“Uffa! Non sono un coccodrillo! Mi chiamo Alfonso e sono un alligatore”
Come tenere impegnati i bambini con i giochi sensoriali
“Una famiglia è una famiglia… Sempre!”
60 attività Montessori per il mio bebè
“Dimmi da dove nasce”, il libro perfetto per i bambini d’oggi
“Raccontami una storia”, per addormentarsi sereni
9 libri per insegnare l’empatia ai bambini
"Il mio palloncino", quando Cappuccetto Rosso affronta le sue paure

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter