Mini-architetti e mini-designer: dalle Baby house a The Sims

I bambini sono dotati di una grande fantasia e, man mano che diventano più grandi, questa fantasia si traduce in creatività. 

Nella mente dei piccoli, soprattutto durante i primi anni di vita, la voglia di scoprire il mondo si manifesta anche attraverso azioni quotidiane molto semplici come per esempio costruire un castello di sabbia al mare, ideare creazioni con il pongo, realizzare mini strutture con le costruzioni e tante altre ancora.

Schermata 2017-11-14 alle 11.32.52.jpg

Mini-architetti e mini-designer: dalle Baby house a The Sims

I bimbi hanno sempre questa grande voglia di realizzare qualcosa: ciò dipende appunto dalla loro istintività, caratteristica che durante la loro crescita viene rafforzata da una coscienza vera e propria, la quale consente al bambino di riflettere sulle proprie idee, in modo da permettergli di cercare un metodo corretto per poterle esprimere.

Solitamente il bambino inizia a manifestare questa voglia di creativitá disegnando qualche scarabocchio su un foglio bianco: il più delle volte vengono raffigurate delle piccole case, simbolo di famiglia e di protezione. Ed è proprio a questo punto che i piccoli iniziano a comprendere un primo concetto di struttura; la creazione della casa delle bambole, un giocattolo che rappresenta tutt'oggi la perfetta unione tra gioco ed architettura, è stato uno degli elementi principali che hanno aiutato i bambini a capire meglio questo meraviglioso mondo.

Abitazioni in miniatura con all'interno piani, scalinate e balconi: le case in miniatura nacquero in epoca romana e l'originalità delle case delle bambole consiste nel fatto che queste siano aperte su più lati, per consentire alle persone di poter arredare gli spazi. Il successo di tali riproduzioni partì da Norimberga, luogo in cui le case delle bambole non venivano considerate soltanto meri giocattoli, ma vere e proprie opere d'arte. I collezionisti di tutto il mondo, da prima del ‘900, iniziarono ad appassionarsi molto a tali realizzazioni, in particolar modo gli Inglesi, che divennero famosi per le "Baby House" da loro realizzate.

Schermata 2017-11-14 alle 11.33.00.jpg 

I Lego possono essere considerati come un'evoluzione delle case delle bambole: questi piccoli mattoncini colorati, inventati nel 1949, sono ormai famosissimi in tutto il mondo, grazie alla loro semplice struttura. Oggi Lego non si limita soltanto alla costruzione ed alla distribuzione dei giocattoli, ma organizza concorsi di architettura per bambini e produce film di animazione. Se il sogno di un bambino è quello di diventare un architetto è anche grazie a queste tipologie di giochi, che stimolano molto la loro creatività ed immaginazione, facendo sì che i piccoli siano concentrati e divertiti contemporaneamente.

Schermata 2017-11-14 alle 11.33.09.jpg

Trattando argomenti come l'architettura ed i giochi per bambini, non possiamo dimenticarci di citare il Meccano. I modellini realizzati da questa azienda sono perfettamente funzionanti ed hanno avuto un impatto fondamentale sui più piccoli: Harold Kroto è un premio Nobel per la Chimica e ritiene che i giocattoli Meccano abbiano avuto un'influenza talmente grande sulla sua vita da modificarne il corso, facendolo diventare un grande scienziato.

 Schermata 2017-11-14 alle 11.33.16.jpg

Con il passare degli anni, la tecnologia ha quasi completamente preso il posto dei giocattoli, realizzando gli ormai famosi videogiochi. Uno dei videogiochi più scelti è The Sims, un simulation game che consente di "vivere una nuova vita" attraverso dei personaggi digitali. Oltre ad avere la possibilità di guidare questi personaggi nelle azioni quotidiane, come per esempio, andare al lavoro, trovare un amico e scegliere un animale domestico, questo gioco permette di costruire digitalmente una casa e di arredarla. Le soluzioni di arredo sono pressoché infinite, grazie alla disponibilità di una grandissima quantità di materiale personalizzato creato dagli utenti che giocano. The Sims è una sorta di "casa delle bambole di nuova generazione" ed è stato il primo simulatore di vita ad avvicinarsi così tanto alla realtà.

Fonte: Habitissimo.it

 

Ti potrebbe interessare anche

Le canzoncine in inglese per bambini per imparare la lingua
Canzoncine, musica classica, pop: tutta la musica fa bene ai bambini
Una guida alla mastoplastica riduttiva
Come usare la tajine
Il futon per bambini, quando cultura montessoriana e giapponese s’incontrano
Una nuova colazione a base di infuso di foglie di ulivo
L’importanza di un corretto sviluppo motorio
La musica illimitata, per vivere momenti di relax solo per noi
Il nervosismo nei bambini: consigli educativi e integratori naturali
Le regole per utilizzare le pentole in terracotta
La torta di cacao e nocciole
Vinaigrette fatta in casa

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter