Il lavoretto dello stagno con la sabbia

A volte foglio bianco e pastelli non bastano: i bambini amano disegnare, ma vogliono anche realizzare qualcosa di più creativo, di più pasticcioso, di più completo.

Quella che vi proponiamo oggi è un’attività che non ha età, che possono svolgere i bambini più grandicelli ma anche quelli che iniziano a prendere in mano pennelli e gessetti per sperimentare la loro fantasia, la loro manualità e la loro creatività.

Ecco il lavoretto dello stagno con la sabbia: come disegnare una piccola piscina o un piccolo laghetto e come renderlo ancora più realistico

Come dicevamo, questa attività va benissimo per tutti i bambini, e a seconda delle diverse età il risultato sarà sempre differente. Lasciate che i bambini disegnino come credono!

Innanzitutto, vi serviranno dei fogli bianchi, dei pastelli a olio o a cera, degli acquerelli, pennelli (e un bicchiere d’acqua), delle forbici (se i bimbi sono troppo piccoli taglierete voi), della colla liquida e della sabbia (se ne avete è perfetta quella portata a casa dalla vacanza al mare, altrimenti ne trovate anche nei negozi di cancelleria più forniti).

Iniziate quindi con il ritagliare il foglio a forma di stagno o piscina (in maniera tonda, insomma). Se i bimbi sono troppo piccoli eseguite voi questo passaggio, ma se hanno già qualche confidenza con la propria manualità provate a lasciarli tagliare da soli in modo da stimolare ancora di più la coordinazione ma soprattutto per far capire loro il senso del “pericolo” e dell’”attenzione” nello svolgere compiti pericolosi.

Lasciate poi i bimbi a disegnare il loro stagno, che potrà essere pieno di tutti gli elementi che preferiscono, come le alghe, i pesci, le stelle di mare, le onde… Non preoccupatevi della scientificità dell’habitat: questo gioco è più per l’arte e la creatività che per la didattica o l’insegnamento di scienza e geografia!

I bimbi potranno disegnare i contorni con i loro pastelli a olio o a cera (oppure provare a creare in casa i vostri pastelli a olio!) e poi riempire le campire spennellando con gli acquerelli, che daranno allo stagno un effetto più “acquoso” e realistico.

(foto 1 http://buggyandbuddy.com/tide-pool-art-for-kids/)

Il passaggio successivo sarà dipingere con gli acquerelli marrone il bordo dello stagno, di circa quattro centimetri. Servirà per lasciare visivamente completo il bordo una volta che lo copriremo con la sabbia.

Ed è ora il momento di questa sabbia, che è anche il passaggio più divertente. Versate la colla liquida (o quella vinilica) in un piattino, quindi lasciate che i bambini spennellino il bordo colorato di marrone con la colla. Velocemente, quindi versate sulla parte incollata la sabbia, spandendola in maniera uniforme. 

(foto 2 http://buggyandbuddy.com/tide-pool-art-for-kids/)

Scuotete quindi il foglio per rimuovere la sabbia in eccesso, lasciate asciugare per qualche ora e la vostra opera d’arte è terminata!

(foto 3 http://buggyandbuddy.com/tide-pool-art-for-kids/)

Con la stessa tecnica di colla+sabbia potrete poi realizzare moltissimi lavori, spaziando con la fantasia e stimolando sia la creatività sia la manualità fine e precisa. Ad esempio, fate scrivere ai bambini delle lettere con la colla su dei fogli colorati, spargete la sabbia e scoprite le parole!

(foto 4 http://tinkerlab.com/creative-table-glue-sand/)

Sara Polotti

Ti potrebbe interessare anche

9 idee di gioco con le foglie autunnali
Le attività artistiche in casa con i bambini: quello che c'è da sapere
Come giocare e imparare con i semi e i legumi
Landart per bambini con Richard Schilling

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna