Mindfullness per mamme

La maggior parte delle volte in cui tu non pensi di respirare questo semplicemente succede, respiri. Un importante aspetto dello yoga è osservare il tuo respiro e prestare attenzione al modo in cui immetti aria nel tuo corpo e poi espiri, come i tuoi muscoli lavorano per far entrare ossigeno e per far uscire aria "cattiva". Il respiro yogico porta un senso di profonda serenità e calma anche in mezzo al caos, una fonte di energia che crea "mindfullness", un luogo dove stare bene con te stesso apprezzando semplicemente di esistere, di esserci in quel momento. Il respiro yogico può essere uno strumento davvero fondamentale per noi mamme e per voi neomamme ancora di più: quando arriva un bimbo la vita di noi donne è catapultata in un'altra dimensione che talvolta sembra imprigionarci. Diventare mamma è un'esperienza davvero meravigliosa ma tavolta può capitare di sentirsi schiacciate: la mindfullness è una modalità per tornare  un attimo indietro o meglio tirare il freno a mano e ricordarci chi siamo davvero oltre "mamma di...". 

Ma che cosa si intende per mindfullness? Con questo permine si intende l'arte di essere presenti, nel qui e nell'ora senza analizzare e farsi influenzare da presente, passato e futuro: per me è qualcosa che il respiro ci aiuta a raggungere facilmente: tramite l'osservazione del respiro possiamo concentrarci sul qui e ora e per farlo nn dobbiamo essere sdraiati a terra in un luogo silenzioso, possiamo essere in mezzo al caos dei bambini, camminare, spingere il carrello della spesa, allattare. Percepire l'inalazione del respiro e poi l'espiro fa davvero si che tutti i pensieri in quel momento vengano messi da parte. L'importante è non forzare troppo il respiro, deve essere più lungo del normale ma non troppo, evitiamo le forzature.

Il respiro yogico crea vitalità portando più ossigeno non solo negli arti ma anche nel nostro cervello e in tutte le cellule del nostro corpo: ci si sentirà ringiovaniti, e in salute. In gravidanza fornisce serenità e durante il travaglio consente di rilassarsi e focalizzarsi sulla nascita senza perdere il controllo: dopo il parto di ritrovare le forze e risentire meno della mancanza di sonno.Quando il bimbo è più grande durante i capricci o quando le ferze sembrano completamente esaurite. 

Unica difficoltà: ricordarsi di farlo! Allora mettiaemo un post-it sul frigo con scritto: "ricordati di respirare". 

Giulia Mandrino

Ti potrebbe interessare anche

Yoga Festival a Milano: tre giorni per bambini per scoprire e praticare questa disciplina
10 benefici dello yoga per bambini
Gravidanza, benessere, yoga
Gli effetti della meditazione sul bambino

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna