Regali alla neomamma: i libri

Una mia cara amica ha partorito sabato e nonostante lavori nel settore della maternità da 6 anni e sia bis-mamma ci credete che sono in difficoltà? Si perchè quando devi fare un regalo a una neomamma anche se hai scritto due libri sulla maternità, sei insegnante di massaggio infantile etc... sei assalita dall'ansia da performance e dalla paura di fallire: pensa se proprio io che sono del settore le regalo una cosa che non sopporta. Allora ho deciso di fare un attimo chiarezza nella mia testa e fare una lista di possibili regali intelligenti, utili e natural da regalare alla mia amica. Ne sono usciti fuori 3 articoli: questo è il primo, dedicato al mondo dei libri. Come ho scritto nel MIO LIBRO "mamme pret a porter" sono molto  scettica in merito a "manuali" che insegnano alle donne a fare le madri ai loro figli: prendersi cura di un piccolo è qualcosa che viene da dentro, perchè noi abbiamo un istinto naturale di accudimento come tutti gli altri mammiferi, il problema è che è sommerso da tante, tantissime informazioni, cattivi consigli e vecchie tradizioni e da infinite insicurezze, aumentate da libri che "ti dicono come dei fare per far dormire tuo figlio nel suo lettino" e che spesso falliscono miseramente, incrementando appunto quel senso di inadeguatezza alla situazione. La mia seconda perplessità nel confronto del mondo della maternità a livello editoriale è che sono presenti sul mercato una infinità di prodotti che danno suggerimenti e propinano teorie non solo errate dal punto di vista scientifico, ma anche pericolose per la diade mamma bambino: uno tra tutti "Fate la nanna" dello psicologo americano Estville: lui stesso in una intervista a El Pais ha dichiarato che la metologia di "Fate la nanna" non è corretta e idonea per i bambini al di sotto dei 3 anni di età, in quanto va contro i meccanismi fisiologici del sonno del bebè. Nonostante ciò il business continua e in tutte le librerie si vende questo libro consigliato come "metodo infallibile per far dormire il bambino". 

Quindi partiamo dal libro DA NON REGALARE:

 

In primis non posso che consigliarvi il mio libro, "Mamme pret a porter, il primo anno insieme", edito da Mental Fitness Publishing, scritto con la dott.ssa Monica Contiero, psicologa e councellor della famiglia e con numerosi specialisti del settore materno infantile come il pediatra ospedaliero e omeopata Luca Roasio e le ostetriche Gabriella Di Gregorio e Eleonora Bernardini, la terapista della neuropsicomotricità Laura Caronni. Questo manuale pensato per noi mamme di oggi, senza metodi e promesse ma con consigli pratici e dati scientifici, nel rispetto delle esigenze di tutti i membri della famiglia.

Questo libro nasce dall'osservazione delle mamme e dei loro bambini durante la mia lunga esperienza professionale sul campo, e vuole essere uno strumento utile e pratico per a rontare insieme i momenti di gioia e le fatiche delle prime settimane con il neonato. Non esistono "brave mamme" né "mamme inadeguate", ma semplicemente mamme. Troppe volte la nascita viene rappresentata come un momento unicamente idilliaco, ma in realtà i nuovi genitori, durante le prime settimane di vita del bambino, devono affrontare numerose prove e cambiamenti. Attraverso le pagine di questo libro affronteremo passo dopo passo le prime otto settimane di vita del neonato: il rientro a casa, l'interpretazione del pianto, il sonno, l'allattamento e tutti i cambiamenti che un bambino porta alla vita di coppia.
Scopriremo insieme che tutto quello che sembra faticoso e di cile da interpretare può invece essere a rontato serenamente.L'autrice vanta una lunga esperienza professionale come ostetrica ospedaliera, coltivata e approfondita negli anni, dopo aver conseguito la Laurea in Ostetricia.

È inoltre formatrice Unicef in allattamento al seno, con profonda esperienza nell'assistenza a mamma e neonato in tutti gli aspetti del post partum, compresi quelli legati alla puericultura naturale e alla rieducazione del pavimento pelvico.
Ha frequentato con successo la Scuola triennale presso l'Istituto di Ricerca e Terapie Energetiche di Milano e ha partecipato a numerosi seminari in Medicina Tradizionale Cinese.
Ha insegnato e insegna come docente a contratto nei Corsi di Medicina Energetica Cinese per ostetriche, disciplina che ha potuto approfondire anche grazie alla profonda passione per le loso e orientali, maturata nei numerosi viaggi fatti in Asia.
Attualmente vive e lavora come ostetrica libera professionista a Milano.

Una cosa su tutte ci accomuna come genitori è il costante pensiero di far bene a chi amiamo di più, i nostri figli. È un attimo farsi abbagliare dalla chimera della ricetta perfetta, che per definizione non esiste. Esiste invece il prendersi cura, il dare il meglio di noi per le vite che abbiamo messo al mondo. Ognuno a proprio modo. Questo testo non è un manuale e non darà risposta a quesiti "fast food". Non indica come diventare un genitore perfetto, nè pontifica sul modo giusto per fare questo o quell'altro. Il libro ha un altro scopo, farvi conoscere e recuperare l'abitudine, semplice e antica, di prendersi cura dei propri figli: tenerli il più possibile vicino a voi, abbracciandoli anche grazie all'uso di supporti portabebè.

 

Giulia Mandrino

Ti potrebbe interessare anche

Filastrocche a tavola
Come organizzare gli spazi di casa quando arriva un bebè
Dado vegetale con gli scarti dell'estrattore
“Benvenuto, pomodoro!”, il progetto per promuovere la lettura e la sana alimentazione

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna