Baby Bop, la nuova piattaforma per lo scambio tra genitori

Avete presente tutte quelle tutine, quelle scarpe, quei bellissimi vestitini che i vostri bimbi portano un paio di volte e poi finiscono nel mucchio degli indumenti non più utilizzabili perché, be’, i bambini crescono proprio in fretta? Sì, è un problema di tutti i genitori. O, anche se non è effettivamente un vero “problema”, siamo in molti a preoccuparci dello spreco, e i sensi di colpa per aver speso soldi poi “buttati” non è uno scherzo.

Con questa questione irrisolta in testa, un gruppo di genitori si è scervellato e alla fine è giunto ad una soluzione davvero innovativa, carinissima e soprattutto utile.

Ecco Baby Bop, la nuova piattaforma per lo scambio tra genitori: basta allo spreco grazie al sito e all’app che permettono di trovare a costo zero ciò di cui i nostri bimbi hanno bisogno

Baby Bop è essenzialmente la prima piattaforma di scambio vestiti e accessori per bambini a costo zero. Questa piattaforma è nata grazie ad un gruppo di genitori che hanno tratto un grosso insegnamento dalla loro esperienza: l’accumulo di vestiti li ha sempre lasciati perplessi, così come l’ammontarsi delle cose inutilizzate e i costi spesso alti di accessori e abiti utilizzabili per pochissimo tempo.

Esistono già piattaforme di scambio, certo, ma la particolarità di Baby Bop è la gratuità: lo scambio è esattamente un baratto a costo zero e sul sito (e l’app di prossima pubblicazione) è possibile regalare o scambiare, con il divieto assoluto di vendere.

Pensateci: si comprano cose che si utilizzano per pochissimo tempo, e alla fine o le si butta, o le si regala o le si vende, comprando poi ciò di cui si ha bisogno in quel successivo momento. E’ un continuo comprare, comprare e comprare accessori che sappiamo dovremo buttare dopo pochissimo tempo. E, anche vendendoli, i soldi si sprecheranno in altri accessori e vestiti e abiti e passeggini man mano che il numero di mesi dei bimbi aumenterà.

Fondare la piattaforma di scambio Baby Bop sulla gratuità è quindi un’innovazione davvero utile: potrete, praticamente, avere per tutta l’infanzia dei vostri bimbi oggetti, accessori, abiti e giocattoli usati a titolo gratuito, evitando stoccaggi inutili o acquisti costosi. E il fatto che gli accessori siano usati non dovrà preoccuparvi: se pensate a per quanto poco tempo i bimbi sfruttano una tutina vi renderete conto che basterà un lavaggio per essere sicuri della pulizia…

Gli oggetti che potrete trovare su baby-bop.com sono tantissimi: dai body 0 mesi alla fascia porta-bebè fino ai seggioloni, alle scarpe sportive, ai peluche, ai lettini…

Il tutto attraverso un semplicissimo iter. Basta registrarsi sul sito, inserire l’annuncio (con una bella foto e una descrizione precisa) e scegliere a chi regalare l’oggetto una volta che gli altri utenti avranno espresso la loro volontà di riceverlo (esprimendo addirittura il livello di interesse e la flessibilità per lo scambio). Lo scambio potrà avvenire nella tua zona, oppure, in ogni caso, sarà stabilito dalle due parti, che parleranno direttamente evitando equivoci e trovando la soluzione più comoda.

Anche cercare ciò di cui avete bisogno è molto semplice. Una volta registrati potrete sfogliare gli annunci presenti sul sito e sull’app, selezionare gli oggetti a cui siete interessati (esprimendo, come dicevamo, il livello di interesse e la flessibilità) e, se selezionati dal “regalatore”, accordarvi per lo scambio.

Baby-Bop è appena nata, ma sfogliando potrete vedere che già ci sono genitori pronti a regalare le tutine dei neonati, le scarpine, i giochi in legno dell’Ikea, i libriccini, le giostrine musicali, i biberon e i contenitori per la pappa, le fasce porta-bebè, la bilancia per i neonati… Tutti accessori, giochi e capi di vestiario che serviranno sicuramente ai vostri bimbi, e che a loro ora come ora riempiono inutilmente i cassetti. E, una volta che anche il vostro bimbo crescerà, potrete liberarvi così anche delle vostre “cose ormai inutili”, attraverso un metodo ecologico, economico, sostenibile, umano e davvero utile.

Ti potrebbe interessare anche

Come realizzare i pennelli più naturali del mondo
9 giochi con le carte da fare in famiglia
10 giochi da fare con i gessetti al parco e a casa
Perché non compro libri da colorare ai miei figli

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna